44 ZECCHINO D'ORO AD AMANDOLA:FINALI REGIONALI


Piero Cruciani

17 Lug 2001 - Commenti live!

I monti Sibillini, il cielo terso, il sole, il verde e l'aria pura sono stati gli elementi dello scenario che si è presentato ai bambini, provenienti da tutta la Regione Marche, che sono giunti ad Amandola già dalle prime ore del pomeriggio di sabato 14 luglio per partecipare alla finale regionale della selezione del 44 Zecchino d'Oro.
Come piccoli professionisti i concorrenti si sono presentati presso la splendida sala consiliare del Comune di Amandola ed hanno iniziato a provare la loro canzone per essere impeccabili nello spettacolo che si sarebbe tenuto poi la sera.
Tra una canzone e l'altra un gelato, una passeggiata per le vie di Amandola fino a sera quando si sono accese le luci sul palco allestito in Piazza Risorgimento e la grande festa è iniziata con la canzone sigla dello Zecchino d'Oro Il trenino dello Zecchino interpretata magistralmente da Giulia Copponi, Marta e Sara Marcozzi, Francesca e Lucia Testa.
Lo spettacolo quest'anno è stato condotto da Cino Tortorella che ha fatto sentire a proprio agio tutti i concorrenti, perfino i più timidi, trasformando la serata in gioco ed in divertimento coinvolgendo così non solo i piccoli solisti ma tutto il pubblico.
Tanti gli applausi ad ogni esibizione accompagnata dal simpaticissimo Coro di Voci Bianche (battezzato da Tortorella, durante la serata, col nome di Mariole Vendre) della Scuola di Musica la Fenice di Amandola.
Tutti hanno mostrato la loro bravura cantando le canzoni delle ultime quattro edizioni dello Zecchino d'Oro: il rock della K, il cuoco pasticcione, il ciuco Cico, la mia bidella Candida, mitico angioletto, io col 2000, la mamma della mamma, coccole, batti cinque, un bambino terribile, caro Gesù ti scrivo, non voglio cantare.
La giuria, composta da Bianchetti Mariella (insegnante di musica) Bruno Elena (insegnante di scuola per l'infanzia) Capasso Giuseppe (collaboratore del Corriere Adriatico e del Resto del Carlino e redattore di Radio Domani stereo) Diambrini Pietro (docente di Pedagogia Musicale) Nataloni Katy (insegnante di Musica) e presieduta senza diritto di voto dal Dr.Vito Mininni (responsabile per l'Italia centrale della SAIE – San Paolo) non ha avuto gioco facile per la scelta degli interpreti da inviare a settembre all'Antoniano di Bologna per la selezione nazionale.
Ecco i due nomi scaturiti dalle votazioni: Picozzi Cristina di San Ginesio (MC) e Ricci Giorgia di Porto San Giorgio (AP).
A concludere la serata ci ha pensato Giulio Giannini di Montefortino (AP) (valletto impeccabile della serata) con la canzone Il dialetto da lui interpretata allo Zecchino d'Oro 2000.
Grande la soddisfazioni della SAIE San Paolo, della Pro Loco di Amandola e della Scuola di Musica La Fenice per la massiccia partecipazione del pubblico che non ha abbandonato la Piazza fino all'ultima nota musicale e fino a quando l'ultima luce del palco non si è spenta.
Intanto, nell'auspicio che le due bambine marchigiane possano superare le selezioni nazionali e siano ammesse allo spettacolo musicale più famoso del mondo dedicato ai bambini, si pensa alla prossima edizione e si ricomincia con le iscrizioni.
Tutti i bambini che vogliono partecipare per la prima volta, o vogliono rivivere di nuovo la bella esperienza, possono già telefonare al numero verde 800 527697. Altre notizie su Internet:www.prolocoamandola.org

(Piero Cruciani)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.