“La vedova allegra – Die lustige Witwe” di Franz Lehár a Bologna


a cura della Redazione

17 Giu 2021 - News classica

A Bologna, presso l’Istituto di Cultura Germanica, va in scena una spiritosa versione de “La vedova allegra – Die lustige Witwe” di Franz Lehár. La propone l’Associazione Culturale Sol Omnibus Lucet. Interpreti Domenico Peronace, Chisako Miyashita e Giada Maria Zanzi. Direzione musicale di Fabio Luppi.

Sabato 19 giugno p.v., alle ore 18, presso l’Istituto di Cultura Germanica di Bologna (in via de’ Marchi 4) l’Associazione Culturale Sol Omnibus Lucet propone una spiritosa versione della celebre operetta “La vedova allegra – Die lustige Witwe” di Franz Lehár con dialoghi in italiano e brani cantati in lingua originale tedesca.

Questo evento inaugura la ripresa delle attività dal vivo dell’Associazione a seguito dello stop di ottobre 2020: la messa in scena coinvolgerà il tenore Domenico Peronace (nei panni del Conte Danilo) ed i soprani Chisako Miyashita (Hanna Glawari) e Giada Maria Zanzi (Valencienne). La direzione musicale sarà affidata al Maestro Fabio Luppi. Gli artisti indosseranno i costumi storici realizzati da Mirta Zagonara mentre la scenografia e i sovratitoli saranno curati da Luca Bianconcini.

GLI ARTISTI

Chisako Miyashita, soprano. Membro della “Fujiwara Opera Company”, si laurea e successivamente consegue anche il Master of Arts con Indirizzo Lirico presso l’Università Musicale “Kunitachi” di Tokyo. Trasferitasi in Italia, nello stesso anno si diploma in Canto Lirico al Conservatorio di Bologna e vince il II Premio al Primo Concorso Internazionale “Città di Minerbio”. È solista in numerosi concerti di musica sacra, in Giappone, Germania e Italia, fra cui Messiah (Händel), Magnificat (Bach, Vivaldi), Requiem (Fauré, Mozart, Bruckner), Deutches Requiem (Brahms), Stabat Mater (Pergolesi), Messa in Do maggiore (Beethoven). Il suo repertorio abbraccia sia ruoli elegiaci sia di coloratura di compositori quali Bellini, Donizetti, Verdi, Mozart. In qualità di soprano solista prende parte a numerosi concerti lirici ed importante è anche la sua attività operistica: si ricordano le sue partecipazioni a L’elisir d’amore, Don Pasquale, Il flauto magico, Don Giovanni, Rigoletto, Le nozze di Figaro; merita una particolare menzione la sua interpretazione di Rosina ne Il barbiere di Siviglia di Paisiello al Teatro Comunale di Bologna. È inoltre docente di canto lirico all’Accademia Musicale dei Floridi. 

Domenico Peronace, tenore. Nasce in Germania da genitori italiani: si trasferisce prima a Firenze e poi a Bologna per dedicarsi al canto lirico, studiando inoltre al Conservatorio “G. B. Martini”. Si esibisce in teatri e sale da concerto in Italia e all’estero, prendendo parte a svariati eventi e messe in scena operistiche. Il suo repertorio brilla per ruoli pucciniani protagonistici assai celebri: ha debuttato, fra gli altri, Pinkerton in Madama Butterfly, Rodolfo ne La Bohème e Calaf in Turandot. Ha inoltre interpretato i ruoli di Nemorino ne L’elisir d’amore di Donizetti e del Duca di Mantova nel Rigoletto di Verdi. Particolarmente apprezzate anche le sue interpretazioni di Alfredo in numerose produzioni de La traviata. Raffinato concertista, si ricorda la sua recente partecipazione come tenore solista alla Petite Messe Solennelle di Gioachino Rossini nell’ambito della rassegna musicale di Prato Lirica. Artista versatile, si dedica anche alla musica leggera come cantautore e al genere crossover; si segnala altresì la sua partecipazione nel 2013 al noto programma televisivo “The Voice of Italy” su Rai Due. 

Giada Maria Zanzi

Giada Maria Zanzi, soprano. Ha interpretato molti ruoli per soprano leggero (Olympia ne I racconti di Hoffmann di Offenbach, Adele ne Il pipistrello di Strauss II, Adina ne L’elisir d’amore di Donizetti, Regina della Notte ne Il flauto magico di Mozart, Musetta ne La bohème di Puccini). Ha vestito i panni di Serpina ne La serva padrona di Pergolesi alla Regia Accedemia Filarmonica e Oscar in Un ballo in maschera di Verdi al Teatro Dehon. Ha debuttato ne Le nozze di Figaro di Mozart come Barbarina prima, in una produzione della Fondazione Zucchelli, e successivamente nel ruolo di Susanna al Teatro Aldrovandi-Mazzacorati. Come solista e artista di coro si è esibita, tra gli altri, nei teatri Antoniano, Guardassoni, Di Marfisa, Manzoni. Come concertista solista si è esibita nell’ambito di diverse rassegne liriche italiane; inoltre ha cantato al fianco del duo Jalisse, a Teolo, per un concerto in favore delle vittime del terremoto di Amatrice. Insieme al pianista imolese Matteo Farnè è co-ideatrice e co-interprete dello spettacolo musicale comico “A lezione da Mozart”.

Fabio Luppi, pianista. Docente, organista, pianista accompagnatore di cantanti e numerosi cori, direttore musicale di messe in scena operistiche, si diploma in Pianoforte, Musica da Camera, Composizione, Direzione di Coro e Clavicembalo. È risultato vincitore in concorsi nazionali ed internazionali sia come solista che in duo pianistico. Ha vinto anche numerosi premi in concorsi di composizione (tra cui il Premio Abbado, sezione di composizione bandistica) e sue opere sono state pubblicate da importanti case editrici e trasmesse sia per radio che per televisione. Sue composizioni sono state selezionate ed eseguite dall’Orchestra Nazionale dell’Alabama, dal New Made Ensemble e dal Quartetto Prometheus. Dal 2014 collabora con l’Orchestra Senzaspine in qualità di pianista, cembalista e celestista. 

L’Associazione Culturale bolognese di Promozione Sociale SOL OMNIBUS LUCET APS crea rapporti tra enti iscritti al SCU ed il territorio. Svolge attività di formazione generale e specifica e supporta gli enti con i propri OLP nell’area metropolitana e in Emilia Romagna. Organizza inoltre laboratori, masterclasses, concerti, eventi culturali, spettacoli. Si ricorda il concerto del settembre 2018 per l’Associazione Gemellaggi di Riolo, una iniziativa promossa nell’ambito del Bando per Progetti Internazionali rivolto ai Comuni ed Unioni di Comuni, con il sostegno della Regione Emilia Romagna (DGR 1485/2018 – Determina 7310/2018). L’Associazione mette in scena anche riduzioni operistiche in chiave recitata e cantata per rendere fruibile a tutti il repertorio lirico: nel 2017 è stata la volta di Un ballo in maschera di Verdi, andato in scena al Teatro Dehon di Bologna. A partire dallo stesso anno si inaugura una proficua collaborazione con la realtà di Camere d’Aria – Officina Polivalente delle Arti e dei Mestieri. Sempre dal 2017 l’Associazione propone, col sostegno del Comune di San Lazzaro, una rassegna dal titolo “Un’ora all’Opera” presso la Sala Clorindo Grandi della Mediateca nell’ambito della quale sono state presentate al pubblico intermezzi, operette nonché melodrammi seri e buffi: Un ballo in maschera di Verdi, La serva padrona di Pergolesi, L’elisir d’amore di Donizetti, La Bohème e Turandot di Puccini, I racconti di Hoffmann di Offenbach, Il pipistrello di Strauss II e i mozartiani Il flauto magico e Le nozze di Figaro (quest’ultima opera è stata inoltre rappresentata nello storico Teatro Aldrovandi-Mazzacorati). Una peculiare versione de L’elisir d’amore di Donizetti con la regia di Giovanni Dispenza è stata proposta nell’ambito del “San Giacomo Festival 2020”. Nella stagione 2018/2019, Un ballo in maschera e Il flauto magico sono risultati spettacoli vincitori di due Bandi indetti dalla Modesta Compagnia dell’Arte e messi in scena nell’ambito della rassegna “Teatrale in Casa Almo” presso il Centro Culturale Almo a Castelfranco Emilia (MO). Nell’agosto 2020 Sol Omnibus Lucet ha animato lo spazio teatrale bolognese della Cava delle Arti con lo spettacolo “A lezione da Mozart”, andato in scena nell’ambito di Bologna Estate. La Sol Omnibus ha collaborato con le Associazioni 8cento e Oltre, nonché con Volgo Modena, Volgo Emilia Romagna e Il Tormento e l’Asola – SartOfficina Teatrale ed è partner di UICS e P&P Artist Promotion.

A marzo 2020 ha proposto la rassegna streaming “Rewind” con Première YouTube di registrazioni di spettacoli passati. 

INFO

Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *