Album “Nuovi Fossili” della band Motivi Per Litigare. Nostra intervista.


a cura della Redazione

7 Dic 2022 - Approfondimenti live, Dischi

Abbiamo intervistato la band veneta Motivi Per Litigare che hanno pubblicato il loro nuovo album “Nuovi Fossili”.

È uscito il 2 dicembre su tutte le piattaforme digitali“Nuovi Fossili”,secondo lavoro in studio della band veneta Motivi Per Litigare.

L’album, preceduto dalla pubblicazione dei singoli Niente di speciale e Mandalorian, è distribuito dall’etichetta La Stanza Nascosta Records. (Ne abbiamo trattato qui: Niente di speciale e Mandalorian n.d.r.).

Musiculturaonline ha incontrato per una chiacchierata i Motivi Per Litigare, che hanno stilato per noi una playlist delle feste con molto spirito (non natalizio però!).

Intervista

D. Nella nota stampa di accompagnamento a Nuovi Fossilisi definisce il lavoro un pastiche citazionista. Come avete scelto le citazioni meritevoli di essere introdotte nel disco?
R. Le citazioni sono “venute fuori” naturalmente durante la stesura dei testi e degli arrangiamenti. Non c’è stata una scelta precisa, semplicemente ci siamo accorti, in fase di scrittura, che quelle che sono emerse armonizzavano bene con il contesto della canzone.

D. In 42 il riferimento dichiarato è alla serie Guida galattica per gli autostoppisti diDouglas Adams… è un libro che vi è caro? Per quali ragioni?
R. Sì, ci piace molto perché, in un contesto come quello della fantascienza che solitamente è serioso e catastrofico, affronta in maniera comica – ma non per questo leggera e banale – temi come la tutela di tutte le diversità, il rispetto per l’ambiente e per la vita, l’eguaglianza sostanziale e l’emarginazione sociale. Per i pigri, 42 è la “Risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto”. Ha senso? No, ma funziona.

D. Da dove deriva la fascinazione per le suggestioni fantascientifiche?
R. Vi basti sapere che almeno metà del gruppo è composto da dei nerd e uno passa addirittura le notti a fare foto alle stelle!

D. Le liti non durerebbero mai a lungo, se il torto fosse da una parte sola

(François de La Rochefoucauld). Nelle vostre affermazioni sembrate essere abbastanza tranchantcondividete questa citazione o ritenete (forse provocatoriamente) di avere sempre ragione?
R. Noi non riteniamo di avere sempre ragione. Sono i comportamenti degli altri a farcelo pensare. Ma forse siamo solo provocatori. O forse no.

D. A livello testuale sembrate avere delle affinità con gli Zen Circus
R. Casualità. Tra i componenti della band solo uno li ascolta, e non è l’autore dei testi.

D. Il Crossover – come commistione di generi musicali – è una scelta di cuoreo avete considerato anche la possibilità di essere il più trasversali possibile?
R. In realtà con questa scelta ci siamo tagliati le gambe da soli: troppo duri per il pubblico pop, troppo leggeri per il punk/metal, troppo suonati per il rap. La verità è che ci piace mescolare tante cose, anche perché ognuno di noi proviene da generi musicali diversi. Seguendo il flusso di idee e influenzandoci a vicenda il risultato è questa specie di crossover difficile da etichettare. E a noi piace moltissimo.

D. Una playlist di 5 brani natalizi che, in linea con la vostra filosofia, aborrano lo spirito ecumenico delle feste?
R. In ordine casuale:
– PAY Feat. Freak Antoni – Buon Natale però rock
– Dropkick Murphys – The Season’s Upon Us
– Tenacious D feat. Sum 41 – Things I Want
– Fine Before You Came – Natale
– Giancane – Buon compleanno Gesù
Bonus track, visto che li avete nominati poco più sopra (ma ce ne sarebbero molte altre):
– The Zen Circus – Canzone di Natale

L’album “Nuovi Fossili”

Sarcastici, disincantati, pirotecnici, i Motivi Per Litigare abbinano ad una sezione ritmica funky, una vocazione chitarristica di impostazione rock-bluese una irresistibile attitudine catchy, convogliandole in una felice miscela stilistica che sembra, a tratti, ricordare i primi Spin Doctors.

In“Nuovi Fossili”, infatti, rock, hip-hop, funk, tentazioni reggae (Fallo per te) e una riuscita incursione blues (…litigare!) convivonoin un pastiche citazionista (Colle der Fomento, Fabri Fibra, Rage Against the Machine, The Black Keys, Nanni Moretti e Pino Daniele su tutti) che vive di incastri serrati e digressioni sonore, sapientemente orchestrato dai Motivi Per Litigare in veste dicentauri – intergalattici – della postmodernità.

Il risultato è un lavoro dall’estetica onnivora, disallineata e irriverente, permeata di suggestioni fantascientifiche.

In 42 il riferimento dichiarato è alla serie Guida galattica per gli autostoppistidiDouglas Adams – già fonte d’ispirazione del nome di una famosa band funky britannica degli anni ottanta, i Level 42, e del brano 42 dei Coldplay – mentre in Mandalorian il richiamo è alla serie dell’Universo Star Wars.

Un’attenzione particolare si presti alla comunicazione social del gruppo, in particolare alla pagina Instagram, che si configura come una sorta di micro comunità – al cui interno si generano nuovi livelli di ironia in una moltiplicazione ad libitum, da inside joke – emblematica del potenziale meta-ironico della narrazione della band, che inevitabilmente cortocircuita l’ascoltatore neofita.

L’artwork dell’album è curato da Emma Michieletto.

“Nuovi Fossili” raccontato traccia per traccia dai Motivi per litigare

litigare!Il pezzo nasce dalla voglia di inserire delle sembianze blues nell’album, senza avere esattamente chiaro cosa volevamo fare…il risultato è un brano grezzo, senza fronzoli, fatto alla vecchia maniera, con poche parole ma che vogliono descrivere un po’ la realtà del pensiero di oggi, dove tutti credono di essere liberi di poter dire la propria opinione anche non avendone la competenza.

Le mie tascheIl conflitto tra l’uomo e i soldi raccontato in parole semplici. Chi non ne vorrebbe di più? E allo stesso tempo chi non vorrebbe poterne fare a meno?

42Il titolo della canzone prende spunto da “Guida Galattica per gli autostoppisti”, dove 42 è la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto. Essenzialmente la canzone descrive un po’ la necessità dell’uomo di farsi domande; alcune risposte arrivano e altre invece rimangono totalmente ignote.

Fallo per te – Il concetto della canzone è semplice: fai per te quello che ti piace fare. Che sia arte, sport o qualsiasi altra cosa, ognuno dovrebbe fare ciò che lo fa stare bene (senza danneggiare gli altri ovviamente). Farlo senza preoccuparsi di non sembrare parte del gruppo, di non seguire le mode. Farlo per il piacere di farlo perché è quello stimolo che ti aiuta a vivere.

IpocritaIl titolo la dice lunga. Questa canzone è frutto dell’incontro con persone che sprecano tante belle parole, ma che poi- in realtà – si comportano in tutt’altro modo, se non addirittura al contrario di quanto predicano. Purtroppo, la società di oggi è piena di persone di questo tipo…basti pensare a quelli che si definiscono cristiani e sono i primi a rifiutare l’accoglienza a persone che ne hanno bisogno. O a quelli che parlano di famiglia e poi la abbandonano. O a quelli che predicano di avere la mente aperta e poi la chiudono se non sei della loro stessa opinione su qualche argomento. La lista potrebbe andare avanti all’infinito…

Niente di specialeNiente di speciale è quello che ognuno di noi è, di fatto, agli occhi di un potenziale creatore. Ci sono più pianeti nell’universo che secondi dallo scoppio del big bang. Siamo più insignificanti di granelli di sabbia nel cosmo. Le religioni sono invenzioni dell’uomo. Non c’è alcuna differenza tra cristianesimo, buddhismo, socialismo, capitalismo…sono tutte religioni finché c’è qualcuno che ci crede. Questo pezzo evidenzia le assurdità della religione…  si potrebbero fare dischi interi sull’argomento.

Mandalorian Il karma è quel concetto per cui se tu fai del bene riceverai del bene, oppure il contrario. Mandalorianvuole raccontare la cattiveria, la rabbia, la perpetua voglia di litigare della gente. Tutto ciò con la consapevolezza- e l’ammonimento nei confronti di tutti quelli che si comportano male con gli altri-che alla fine il karma non perdona nessuno. Questa è la via.

Un euroPartiti con l’idea di fare una canzone più melodica e smielata per il grande pubblico, abbiamo finito con lo scriverne una che parla di consapevolezza dei sentimenti e il trovare un senso alla propria esistenza.

Poli oppostiQuesto pezzo, musicalmente leggero e di facile ascolto, racchiude un testo che parla di quelle persone finte, quelle a cui ti viene voglia di sputare in un occhio, per intendersi. Credere alle falsità altrui è inutile, come parlare coi muri.

Zero ripensamentiVolevamo fare una canzone che esprimesse il fastidio. Crediamo di esserci riusciti con “Zero Ripensamenti”. È un pezzo grezzo che parla di scrittura, con accenni al mondo hip hop dal quale proviene Modo, ma che possono essere condivisi da tante altre culture e forme d’arte.

Bio

Il progetto Motivi Per Litigare nasce a metà 2017 come band di accompagnamento del rapper Modo che – dopo 15 anni di esperienza solista – sentiva la necessità di nuovi stimoli.

Già dalla prima prova l’idea di base è stata accantonata e i Motivi per litigare hanno iniziato a jammare e comporre materiale completamente nuovo.

Ad oggi, dopo qualche aggiustamento di formazione, i Motivi Per Litigare sono: Roberto Modolo alla voce, Francesco Bidoia e Ettore Baccichet alle chitarre, Alberto Buzzi al basso, Guido Morossi alla batteria e Giovanni Demetrio Verardo alle percussioni.

Il nome Motivi per litigare fa scherzosamente (ma non troppo) riferimento alla difficoltà di conciliare individualità diverse e ben definite, sia in ragione delle eterogeneità anagrafiche (si va dai 19 ai 35 anni) che del differente background musicale dei componenti (che spazia dal rap al metal, dal funky all’hard rock, passando per l’elettronica e il reggae).

Del 2018 è l’ep “Motivi per litigare”, totalmente autoprodotto, scritto e registrato nella totale urgenza di presentarsi.

“Nuovi fossili” è il loro secondo lavoro in studio, distribuito da La Stanza Nascosta Records.

Info & Booking: motiviperlitigare@gmail.com

Etichetta: La Stanza Nascosta Records 

Link utili:

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.