Uscito il singolo “Niente di speciale” dei “Motivi per litigare”


a cura della Redazione

12 Nov 2021 - Dischi

In radio e sui digital stores il singolo Niente di speciale, della band veneta “Motivi per litigare”, per l’etichetta La Stanza Nascosta Records, accompagnato dal videoclip ufficiale, apripista dell’album “Nuovi fossili”.

Dal 12 novembre in radio e sui digital storesil singolo Niente di speciale della band veneta “Motivi per litigare”. Il singolo, accompagnato dal videoclip ufficiale per la regia di Federico Fregonese, anticipa l’uscita dell’album “Nuovi fossili”, secondo lavoro in studio del gruppo dopo l’ep “Motivi per litigare”(Autoprodotto, 2018).

In Niente di speciale rock, hip-hop e funk si intrecciano in un gioco serrato di incastri e digressioni sonore, vestendo un manifesto quasi eretico, irriverente e disallineato.

Volevamo che il primo singolo fosse un pezzo facile all’ascolto dal punto di vista musicale, ma che contenesse comunque un messaggio per chi lo ascolta. Ecco perché suona “fresh”, nonostante la tematica sia decisamente più importante – raccontano gli autori. – Il titolo dell’album in cui il singolo confluirà è invece “Nuovi fossili”: abbiamo voluto giocare sulla lentezza cronica che caratterizza la nostra scrittura/produzione, nonché sul carattere apparentemente derivativo della proposta, che è vecchia di almeno vent’anni ma che vogliamo provare a declinare in modo assolutamente inedito.

Prima della realizzazione del videoclip – racconta Fregonese, che lo ha scritto e diretto – i ragazzi mi hanno espressamente chiesto un lavoro semplice, che li rappresentasse in modo immediato e autentico, mostrando la band al completo. Abbiamo scelto quindi di fare le riprese nel loro “habitat naturale” senza volutamente cambiare una virgola rispetto a quella che è la quotidianità del gruppo, impegnato nelle consuete prove serali.

Testo 

  
 Dimmi cosa resta per noi
 Se l’anima non esiste la mente la concepisce
 La religione divide ciò che la ragione unisce
 Dimmi cosa resta per noi
 Dimmi cosa resta, dimmi cosa resta
 Dimmi cosa resta, dimmi dimmi
  
 La sola cosa certa
 È che resta solo ciò che avanza
 Nel banchetto degli ignavi
 Non esiste la miglior pietanza
 Che se tutti se ne fregano
 Di chi sarà la colpa?
 Ma di chi sarà la colpa?
 Non ha importanza
  
 Hai presente le preghiere?
 Hai presente le cose vere?
 Le leggi di un Dio lontano contro un Dio denaro
 Di certo non hanno alcun potere
 Con i soldi non ti compri la santità
 Ma di sicuro un sacco di altre belle cose
 Che a porger l’altra guancia c’è chi ci penserà
 Ma le persone in fondo sono tutte bellicose
  
 Dimmi cosa resta per noi
 Se l’anima non esiste la mente la concepisce
 La religione divide ciò che la ragione unisce
 Dimmi cosa resta per noi
 Dimmi cosa resta, dimmi cosa resta
 Dimmi cosa resta, dimmi dimmi
  
 Se guardo su non vedo ciò che vedi tu
 Vedo colori, vedo poesia, vedo costellazioni
 Non vedo e non sento nulla, zero assoluto
 Se non l’infinito stesso e molteplici emozioni
 Se guardi tra le nuvole non ci vedrai l’onnipotente
 Vedrai materie gassose alternarsi alla pioggia imminente
 Se è vero che ci sente mi chiedo ancora perché sia assente
 Che poi pregare non è che sia sbagliato
 Se prego alla gente di non rompermi il cazzo
 Ma se prego un Dio che non ha mai ascoltato
 La sola cosa certa è lo spreco di fiato
 Non ci vedo nulla di male
 Nel desiderare la roba degli altri se serve anche a te
 All’uomo piace inventare regole ad arte
 Ma nella mia mente mi chiedo perché
  
 Dimmi cosa resta per noi
 Se l’anima non esiste la mente la concepisce
 La religione divide ciò che la ragione unisce
 Dimmi cosa resta per noi
 Dimmi cosa resta, dimmi cosa resta
 Dimmi cosa resta, dimmi dimmi
  
 L’idea di credere in qualcosa di incredibile
 Rende la stessa idea qualcosa di insostenibile
 Se Dio esiste, non è di certo simile
 A voi che lo credete a vostra immagine: è inconcepibile
 Non confondere la religione coi valori
 Una si basa su credenze, gli altri sulle emozioni
 Giuro, sbagliato, definizione
 Di scelte dettate dall’immaginazione
  
 Ma dimmi cosa resta
 Se non il vuoto più totale
 Usa meglio la tua testa
 Qui non c’è niente di morale
 Che se l’idea che hai di Dio
 È forse un po’ banale
 Renditi conto che per lui
 Tu non sei niente di speciale

BIO

Il progetto Motivi Per Litigare nasce a metà 2017 come band di accompagnamento del rapper Modo che – dopo 15 anni di esperienza solista – sentiva la necessità di nuovi stimoli. Già dalla prima prova l’idea di base è stata accantonata e i Motivi per litigare hanno iniziato a jammare e comporre materiale completamente nuovo.

Ad oggi, dopo qualche aggiustamento di formazione, i Motivi Per Litigare sono: Roberto Modolo alla voce, Francesco Bidoia alla chitarra, Alberto Buzzi al basso, Gian Marco Rosso alla batteria e Giovanni Demetrio Verardo alle percussioni.

È in programma l’ingresso nella line up di un secondo chitarrista. 

Il nome Motivi per litigare fa scherzosamente (ma non troppo) riferimento alla difficoltà di conciliare individualità diverse e ben definite, sia in ragione delle eterogeneità anagrafiche (si va dai 19 ai 35 anni) che del differente background musicale dei componenti (che spazia dal rap al metal, dal funky all’hard rock, passando per l’elettronica e il reggae).

Del 2018 è l’ep Motivi per litigare, totalmente autoprodotto, scritto e registrato nella totale urgenza di presentarsi.

“Nuovi fossili” è il loro secondo lavoro in studio, di prossima uscita su etichetta La Stanza Nascosta Records.

CREDITS VIDEO:

  • Scritto e diretto da: Federico Fregonese (https://bit.ly/3wbwYCc)
  • Registrato presso: “R Studio” di Oderzo (TV)

CREDITS SINGOLO:

  • Scritto e suonato da: MPL (Roberto Modolo, Francesco Bidoia, Alberto Buzzi, Gian Marco
  • Rosso, Giovanni Demetrio Verardo)
  • Registrato e mixato da: Cristiano Verardo presso “R Studio” di Oderzo (TV) (https://bit.ly/3w8Y4di)
  • Prodotto da: Roberto Modolo, Francesco Bidoia, Alberto Buzzi, Gian Marco Rosso, Giovanni Demetrio Verardo, Cristiano Verardo
  • Master: Marco Andretta (https://bit.ly/3k1Suol)

WEB

Etichetta: La Stanza Nascosta Records 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *