Un privilegio vedere Giuliana De Sio e Isa Danieli in “Le signorine”


di Roberta Rocchetti

7 Mar 2022 - Commenti teatro

La stagione teatrale del Teatro la Nuova Fenice di Osimo chiude con il bellissimo spettacolo “Le signorine” di Gianni Clementi, diretto da Pierpaolo Sepe. Applausi a non finire per le protagoniste Isa Danieli e Giuliana De Sio.

(Foto di Noemi Ardesi)

Isa Danieli e Giuliana De Sio

Siamo tornati la sera di sabato 5 marzo con molto piacere al Teatro la Nuova Fenice di Osimo per assistere all’ultimo titolo previsto per la stagione di prosa 2021/2022.

“Le signorine” testo di Gianni Clementi portato in scena da Pierpaolo Sepe che ha scelto come protagoniste due degli astri più brillanti del palcoscenico non solo partenopeo.

Cominciamo con Isa Danieli, signora del teatro diretta in passato da autori come Eduardo De Filippo e Roberto De Simone di cui ricordiamo il bellissimo “Mistero Napolitano” nel quale la Danieli protagonista interpreta il ruolo della contraddittoria figura di Ciulla della Pignasecca, quasi una personificazione di Napoli. Tra le innumerevoli interpretazioni che costellano la sua carriera ci piace ricordare il ruolo di Leonarda Cianciulli in “Amore e magia nella cucina di mamma” di Lina Wertmüller, ruolo pensato per lei e su di lei e quello della Baronessa Clotilde nell’inquietante e bellissimo “Ferdinando” di Annibale Ruccello. Ma per il pubblico televisivo Isa Danieli è soprattutto Reginella, la cuoca di Villa Isabella tra i protagonisti della serie “Capri” andata in onda tra il 2006 e il 2010.

Giuliana De Sio è l’altra protagonista e anche lei necessita di poche presentazioni, carriera partita subito alla grande sul grande schermo nientemeno che con figure come Massimo Troisi che la sceglie come coprotagonista per “Scusate il ritardo” prosegue con Francesco Nuti con il quale gira l’indimenticato “Io Chiara e lo scuro” che le vale il David di Donatello e il Nastro d’Argento e il sequel “Casablanca Casablanca”. Anche De Sio alterna il cinema con il teatro e la tv, anche lei interprete di serie rimaste nella storia della Rai e che la rendono indimenticabile al grande pubblico come “Il bello delle donne” andata in onda dal 2000 al 2003 e anche lei protagonista nel 2014 di una pièce teatrale del geniale Annibale Ruccello “Notturno di donna con ospiti”.

Ci scuseranno le artiste in questione se abbiamo scelto solo una piccolissima porzione della loro eclettica e prestigiosa carriera, ma ci sentiamo di consigliare, a chi non dovesse conoscerli, questi gioielli di recitazione, certi che poi sarà il lettore stesso a cercare altro di queste interpreti uniche.

Ma veniamo a “Le Signorine”.

Addolorata (Giuliana De Sio) e Rosaria (Isa Danieli) sono due attempate sorelle colpite entrambe dalla poliomielite, malanno che però non impedisce loro di gestire una storica e piccola merceria ormai tampinata da esercizi commerciali etnici. La convivenza tra le due sorelle si snoda tra battibecchi e una complicità quasi involontaria.

Addolorata più giovane e che conserva ancora una fiammella di spirito vitale soffre dell’avarizia e durezza della sorella maggiore che non ha il coraggio di contrastare davvero, affoga quindi le sue frustrazioni tra telenovelas, televendite e si affida ai maghi in tv, la voce di Sergio Rubini offre un’esilarante interpretazione del sedicente mago con accento pugliese al quale Addolorata confessa i suoi desideri di nascosto la notte attraverso il telefono.

L’occasione di un matrimonio in famiglia scatena l’ennesima lite tra le sorelle, Addolorata la vede come un’occasione di svago e leggerezza, Rosaria come un contrattempo causa di spese inutili, sarà invece l’evento che cambierà le carte in tavola trasformando la monotona quotidianità di due donne invisibili in una sorta di versione partenopea di “Che fine ha fatto Baby Jane?”

Lasciamo l’ultima parte dello spettacolo nel mistero, dal momento che la tournée prosegue e non vogliamo svelare tutto ai prossimi spettatori, diciamo però che questo spettacolo è divertente e straniante ad un tempo, inquietante e rassicurante, e pensiamo che il messaggio più profondo che comunichi, come spesso succede quando si parla di Napoli sia contraddittorio ma illuminante e ci dice che il bene e il male non sono concetti contrapposti, come spesso ci piace pensare per non dover affrontare l’inquietudine di una realtà ben più complessa, ma vivono ognuno dell’altro.

Osimo ha accolto il privilegio di poter vedere Le Signorine con un teatro pieno e un lungo, partecipato, applauso finale.

“Le Signorine” di Gianni Clementi

  • Con: Isa Danieli, Giuliana De Sio
  • Regia: Pierpaolo Sepe
  • Voce del mago: Sergio Rubini
  • Scene: Carmelo Giammello
  • Costumi: Chiara Aversano
  • Luci: Luigi Biondi
Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.