Trionfo per I SOGNI SI RACCONTANO QUI'


Francesco Massi

23 Mar 2004 - Commenti live!

Secondo appuntamento per Sibillini Musica 2004. Uno spettacolo intenso e coinvolgente. Affascinante nella complessa costruzione scenica. Ricco di riferimenti simbolici. I sogni si raccontano qui , messo in scena dal gruppo Ladri di sogni-Kidsband ha catturato ampio consenso del pubblico che ha riempito totalmente il Teatro La Fenice di Amandola (AP) nelle 3 serate di programmazione. L'anima dello spettacolo, diretto da Michela Alessandrini e ideato dalla stessa insieme a Maddalena Alessandrini (regista del musical), è un concerto con le più famose e significative canzoni di Renato Zero, con quattro giovani interpreti e 17 musicisti, per una partecipazione totale di 59 persone. Esso si dilata in una rappresentazione dove intervengono altri tipi di arte, come la danza (con il corpo di danza della Scuola di Musica e Danza La Fenice diretto da Tiziana Bernardini), il teatro, le immagini, coinvolgendo sul palcoscenico molti altri giovani. Tutti frequentanti le attività dell'Associazione La Fenice. E' il personaggio dell'Arte, che stimola tutti a tirar fuori le proprie passioni e trasformarle in creatività , a fare da filo conduttore. Ogni canzone si trasforma in un'interpretazione ampia del significato. Così Il Maestro che riassume l'esperienza della crescita umana, con il contorno di giovani ballerine o Figaro con la mimica e la danza del cantastorie. Felici e Perdenti dove il mettersi in gioco nella vita è rappresentato dai personaggi degli scacchi e poi Cercami che traduce la capacità d'introversione con le maschere del carnevale veneziano. L'attenzione per gli ultimi in Tutti gli zero del Mondo prende forma visiva con la mimica di un barbone mentre in Amico si accomunano le diversità di vita e la scena è dominata dai ragazzi della Musicoterapia che danzano con un ballerino uscito da un baule. E avanti con Il Cielo come tetto a questo vortice d'emozioni e sentimenti, con le rappresentazioni di sole e luna con contorno di ballerine ed infine Più su per andare sempre oltre nella crescita umana. Si ritrovano sul palcoscenico i personaggi chiave delle canzoni che avevano partecipato al prologo dello spettacolo, dove questi, assieme ad artisti di strada ed un cavaliere a cavallo, avevano accompagnato il pubblico fino al teatro.
(Francesco Massi)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.