Torino: al via Settembre Musica 2002


2 Set 2002 - News classica

Martedì 3 settembre, alle ore 21 al Teatro Regio, Lingotto si inaugura la XXV edizione di Torino Settembre Musica, con la London Sinfonietta diretta da HK Gruber.
In programma di Kurt Weill (1900-1950) Mahagonny, Songspiel, testi di Bertold Brecht, curati da David Drew. Rievocazione della prima esecuzione avvenuta a Baden Baden nel 1927 con proiezione di bozzetti di Caspar Neher; libera ricostruzione e cura di Gottfried Wagner e Canzoni da Happy End. Testi originali in tedesco di Bertold Brecht nella
traduzione inglese di Michael Feingold; ordine di esecuzione di David Drew
<b<Jessie Linda Kitchen, soprano
Bessie Susan Bickley, mezzosoprano
Charlie Ian Caley, tenore
Billy Christopher Gillett, tenore
Bobby Karl Daymond, baritono
Jimmy Stephen Richardson, basso
Descritta da The Independent come il campione pre-eminente della musica d'avanguardia , la London Sinfonietta si è dedicata all'esecuzione ai massimi livelli della musica contemporanea. Formatasi nel 1968, ha eseguito lavori di compositori emergenti accanto ad altri di nomi ormai consolidati: una rosa di titoli che esige un alto grado di flessibilità .
Negli ultimi tre anni, sotto la guida di Oliver Knussen e Gillian Moore, l'ensemble ha partecipato ai più significativi eventi musicali che si sono concretizzati attorno alle figure di autori quali Louis Andriessen, Mauricio Kagel, Elliott Carter, Pierre Boulez, Steve Reich, Toru Takemitsu e altri. Una delle attività fondamentali della London Sinfonietta è quella di fornire delle opportunità ai compositori emergenti ed ai giovani: punto chiave di questa politica è lo State of the Nation, un
appuntamento annuale che dura un fine settimana di performances e workshops, ribalta di prestigio per i nuovi talenti della composizione. La collaborazione con altre forme artistiche include lavori con la Akram Dance Company e una co-produzione con Braunarts per la creazione di un evento tridimensionale. I progetti recenti hanno visto la realizzazione di Tavener in Pentonville, realizzato con i carcerati su apposita commissione di Sir John Tavener, e di Where the wild things are di Oliver Knussen con in bambini delle scuole.
H.K. Gruber, nato a Vienna nel 1943, ha studiato composizione con Erwin Ratz e contrabbasso con Ludwig Streicher, strumento questo che ha suonato in orchestra per alcuni anni. Si è poi dedicato alla composizione e alla direzione d'orchestra, anche se spesso si esibisce nelle vesti di cantante e chansonnier nel MOB art and tone ART ensemble, da lui
fondato con Kurt Schwertsik e Otto Zykan, e in altre opere di risonanza internazionale come Frankenstein!! (di cui è stato il primo interprete con Simon Rattle e la Royal Liverpoool Philharmonic Orchestra), Pierrot lunaire di Schà nberg, Eight songs for a mad kid di Maxwell Davies. Come compositore è particolarmente conosciuto per i suoi concerti, fra cui ricordiamo quello per violoncello scritto per Yo-Yo Ma e premiato a Tanglewood nel 1989, mentre dei suoi lavori
drammatici citiamo l'opera apocalittica Gomorra, rappresentata alla Volksoper di Vienna nel 1993. La sua stretta collaborazione con l'Ensemble Modern di Francoforte l'ha visto sul podio con successo in una serie di concerti, opere e registrazioni, ed è sempre più richiesto come direttore ospite da orchestre e complessi di tutto il mondo.

Alle ore 17 al Teatro Gobetti incontro con Salvatore Sciarrino, compositore a cui è dedicato il consueto cammeo sulla musica contemporanea del festival. Partecipano all'incontro Enzo Restagno e Roman Vlad e l'ingresso è gratuito.

Nato a Palermo nel 1947, Salvatore Sciarrino è autore di più di 160 opere strumentali, vocali, solistiche, orchestrali e teatrali, ed è considerato fra le personalità più interessanti nel panorama europeo della musica contemporanea, tanto che il Festival d'Automne di Parigi gli ha già dedicato una retrospettiva. Essenzialmente autodidatta, si è formato
studiando le opere dei grandi maestri del passato e dei più importanti compositori contemporanei. Ha incominciato a comporre all'età di dodici anni, ma considera i lavori scritti prima del 1966 semplici esperimenti facenti parte del suo apprendistato. Ha insegnato composizione presso i Conservatori di Milano, di Perugia e di Firenze. à stato direttore
artistico del Teatro Comunale di Bologna dal 1977 al 1980, e ha vinto numerosi concorsi fra cui Dallapiccola , Abbiati , Premio Italia , Psacaropulos . Tra i suoi lavori più recenti l'opera Luci mie traditrici, creata a Schwetzingen nel 1998, è stata messa in scena nel marzo 2001 all'Opèra Royal de la Monnaie di Bruxelles.

Per il concerto serale sono disponibili posti numerati a euro 20 in vendita dalle ore 20.15 presso la
biglietteria del Teatro Regio.

Per informazioni: tel. 011/442.4703 fax 011/443.4427
e-mail: settembre.musica@comune.torino.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.