Successo per “Smarrimento”, con Lucia Mascino, ad Ascoli Piceno


di Fiorella Bonfigli

19 Ott 2020 - Commenti teatro

Partita la Stagione di prosa al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno con “Smarrimento”di Lucia Calamaro. Successo per l’interprete Lucia Mascino.

È ripartita la stagione di prosa, sabato 10 ottobre, nella cornice del bellissimo teatro ascolano Ventidio Basso, con un monologo divertente ed esilarante condotto con maestria dalla simpatica attrice marchigiana Lucia Mascino. “SMARRIMENTO” scritto proprio per lei dalla scrittrice Lucia Calamaro, una delle più brave e premiate drammaturghe italiane, narra proprio la storia di una scrittrice che riesce ad iniziare un nuovo libro ma che, per mancanza di idee, o per blocchi mentali, psicologici o personali, non riesce più ad andare avanti. Ma d’altronde, come diceva Pitagora, “chi ben comincia è a metà dell’opera”; infatti l’importante è cominciare, celebrare un nuovo inizio, quando una persona, una cosa, o un fatto, appare, si rapporta con noi e prende forma. L’inizio porta con sé una grande gioia ed entusiasmo; poi il resto…non ha importanza! La sua casa editrice le organizza dei Reading in giro per l’Italia, per far conoscere i suoi libri, almeno quelli terminati. Così la protagonista racconta i suoi personaggi, in particolare Paolo e sua moglie Anna, in modo molto personale, quasi confidenziale. Si identifica con loro e si rapporta con il pubblico.

Lucia Mascino: la cui carriera spazia dal teatro alla televisione, al cinema sia d’autore che popolare, ha ottenuto riconoscimenti prestigiosi come il Premio Vittorio Mezzogiorno per il teatro, due candidature ai Nastri d’Argento come Miglior Attrice Protagonista e ha vinto il Premio Anna Magnani per il cinema nel 2018. Il suo ultimo film è stato Odio l’estate, di Aldo, Giovanni e Giacomo; in tv, invece, la rivedremo nella nuova serie de I delitti del Bar Lume. Il pubblico, distanziato per le norme COVID, attento e divertito, ha riscaldato il teatro con i lunghi applausi alla bravissima e bella Mascino.

Tag:,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *