Roma: nomi stratosferici per i Wiener nel 2003 e 2004


19 Nov 2002 - News classica

Mancano solo due giorni all'avvio della prima edizione del Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra con l'attesissimo ritorno dei Wiener Philharmoniker, ma l'attenzione dei musicofili si appunta sull'annuncio dei nomi che dirigeranno i musicisti viennesi , orchestra residente del Festival per cinque anni, nel 2003 e nel 2004.
Per l'anno prossimo toccherà a Nikolaus Harnoncourt, il direttore d'orchestra tedesco che è tra i più richiesti in questi anni e che non è mai stato molto presente in Italia. Harnoncourt è stato tra i primi promotori della lettura filologica della musica antica e barocca attraverso l'esecuzione con gli strumenti originali, e ha un intenso feeling con i Wiener Philharmoniker tanto da aver già diretto il Concerto di Capodanno e da apprestarsi a dirigerlo anche il prossimo 1 Gennaio.
E nel 2004 sarà il Riccardo Muti a salire sul podio del Festival. D'altro canto Muti è tra i direttori più amati dai Wiener Philharmoniker, e questo è sicuro preludio ad una grande performance.
Come se non bastasse, nel programma del 2003 è entrato anche lo Hilliard Ensemble, il più famoso complesso vocale per l'esecuzione della musica polifonica.
Una modifica, invece, riguarda il concerto di giovedì: il soprano Luba Orgonasova ha dovuto rinunciare per motivi di salute e verrà sostituita dall'italo americana Angela Maria Blasi, uno dei più richiesti soprani lirici del mondo. Tra le sue collaborazioni da segnalare quelle con l'Opera Nazionale di Monaco di Baviera e con la Scala di Milano.
Segnaliamo, infine, che ha dato il suo alto patrocinio al Festival anche il Presidente della Repubblica Federale Austriaca Thomas Klestil.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.