RICORDO DI DE ANDRE' A DUE ANNI DALLA SCOMPARSA – AMANDOLA (AP)


9 Gen 2001 - News live

Non solo un concerto ma anche e soprattutto un profondo ed affascinante viaggio nel mondo interiore ed artistico del grande Fabrizio. Questo vuole essere lo spettacolo Caro De Andrè che si terrà venerdì 12 alle 21.00 nella sala del Cinema Europa di Amandola in Prima Nazionale, per celebrare il secondo anniversario della morte del cantautore (11 gennaio '99). Già dal titolo si capisce che esso è non solo un omaggio al grande cantautore, ma un più profondo atto di affetto verso chi ci ha regalato tante canzoni di formidabile bellezza stilistica e di contenuti. E'uno spettacolo dalle diverse forme artistico-espressive che si integrano fra loro ruotando tutte intorno alla vita, alla filosofia dell'esistenza, alla creatività , alla poesia del cantautore genovese. Un' esplorazione artistica del personaggio e del prezioso patrimonio culturale che ci ha lasciato con le sue canzoni. Una selezione accurata di queste ultime, che comprende le più belle e significative, sarà eseguita dall'Orchestra Intermusic. E' questa un'importante realtà musicale dei Sibillini, nata da pochi anni ma già affermata a livello nazionale, di cui fanno parte musicisti provenienti da varie località ed esperienze professionali. Una formazione di ben undici componenti comprendente musicisti, voce solista (Carlo Bonanni) e due coriste. La struttura portante dello spettacolo sarà costituita dai suoi celebri motivi(da Il Testamento di Tito e la Canzone dell'amore perduto fino all'ultimo lavoro Anime Salve , passando per Un giudice , La canzone di Marinella , Bocca di Rosa , l'immancabile Pescatore e molto altro ancora). Intorno ad esse sono stati costruiti momenti che suscitano riflessioni culturali sull'opera del cantautore genovese, al fine di trarne ulteriori interessanti stimoli. Saranno inseriti alcuni motivi musicali che interpretano le origini che hanno ispirato l'artista. Poi ci saranno quattro interventi recitati da Federica Marconi che sottolineano i temi ed i passaggi più significativi dell'opera di questo personaggio ( da: Ave Maria, La ballata degli Impiccati, le riflessioni di Bonanni, Morire per delle idee). Una serie d'immagini video (tratte anche da spezzoni di film famosi) saranno proiettate in un pannello sullo sfondo del palcoscenico. Immagini che creano associazioni con i contenuti delle canzoni e danno un'interpretazione visiva dei significati dei testi. Una scenografia essenziale e simbolica: un fondale nero con una striscia bianca dove vengono proiettate le immagini. Fasce di luce rossa che s'intersecano. Il bianco e nero rappresenta la serietà e l'impegno, il rigore e la lucidità di analisi nell'opera di De Andrè. Il rosso è la passione ed il convincimento con cui sono affrontati gli argomenti nelle sue canzoni. Lo spettacolo si svolge nell'ambito della rassegna Sibillini Musica e dopo la Prima verrà portato in tournèe per l'Italia dove lo attendono diverse repliche già richieste. La regia è firmata da Vincenzo Pasquali, che ha diretto già altri spettacoli che incrociano musica e teatro, di cui il più recente Anime Maledette con protagonista l'attore Ugo Pagliai. L'organizzazione è dell'Associazione La Fenice (che ha prodotto e creato lo spettacolo), Pro Loco, Comune di Amandola.
Si possono prenotare i biglietti presso la tabaccheria Cappelletti di Amandola allo 0736/847815.
Infoline: Associazione La Fenice 0736/848323-845500.
Internet: www.fenice.org; www.musicult.it.

UFFICIO STAMPA
(FRANCESCO MASSI TEL.0380/7058693-0734/79273)
(E-mail: francescomassi@libero.it)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.