Recanati (MC): Premio Città di Recanati 2002


18 Mag 2002 - News live

Le serate conclusive della XIII edizione del Premio Recanati si svolgeranno, in diretta su RADIO RAI 1 e su STREAM TV (canale Stream One, fruibile da tutti i possessori di antenna parabolica) nei giorni 30, 31 maggio e 1 giugno. Per la conduzione, si è cercata una presenza che avesse una funzione di traghettatore dell'intelligenza, della disinvoltura e dell'ironia: Piero Chiambretti. Con lui opereranno Massimo Cotto, nella veste di esperto e critico musicale, Gegè Telesforo nel back stage per la TV ed Ernesto Bassignano dalla postazione Radio.

LA FASE FINALE DEL CONCORSO

La finalità prima della XIII edizione del Premio Recanati – creare un'attenzione più ampia e popolare sulla canzone di qualità è stata già raggiunta. La fase polimediale del concorso, che ha coinvolto RADIO 1 RAI, STREAM e INTERNET nella proposta delle sedici canzoni finaliste, ha fatto registrare un numero incredibile di voti (200.000 su RADIO 1 RAI, oltre 150.000 su STREAM, 100.000 dagli utenti internet). La collaborazione con questi tre soggetti ha consentito di affiancare al tradizionale, prezioso e confermato strumento del Comitato Artistico di Garanzia, altri pubblici (radiofonico, televisivo, della rete), espressione di modalità variegate di approccio alla musica. Le sedici proposte che si sono confrontate con tanto seguito per oltre due mesi sono state raccolte in un CD prodotto da MUSICULTURA, il cui editing e la cui distribuzione sono stati affidati alla AMIATA RECORDS.

Otto sono gli artisti che accedono ora alle serate finali del Premio, dove si contenderanno le cinque borse di studio: al vincitore assoluto andrà una borsa di studio di 20.658,00 Euro; saranno inoltre assegnate una targa della critica di 5.165,00 Euro e tre borse di studio di 2.532,00 Euro ciascuna, rispettivamente per la miglior parte letteraria, offerta dal Premio Grinzane Cavour in base alle indicazioni di una giuria di studenti delle varie facoltà dell'Università degli studi di Camerino, per la migliore interpretazione, offerta dall'Imaie e per la migliore musica.

Ed ecco le 8 nomination, con la segnalazione del percorso che le ha selezionate:

Candida Nieri e Suddando (Radio 1 Rai ); Stefano Ferrari e M.I.G.(Stream TV); Dinamika e Suddando (Internet); Eugenio Balzani, Patrizia Laquidara e Luca Maggiore (Comitato Artistico).

Essendo i Suddando stati selezionati sia in Radio che in Intenet, come da regolamento, Musicultura ha provveduto a rispettare il numero di otto nomination inserendo Eugenio Balzani, risultato tra l'altro terzo nelle scelte del Comitato Artistico, quest'anno così composto:
Antonella Anedda, Paola Angeli, Claudio Baglioni, Edoardo Bennato, Samuele Bersani, Umberto Bindi, Angelo Branduardi, Silvia Caratti, Carmen Consoli, Lucio Dalla, Max Gazzè, Enrico Erriquez Greppi dei Bandabardò, Vivian Lamarque, Gino Paoli, Piero Pelù, Fernanda Pivano, Vasco Rossi, Manlio Sgalambro, Daniele Silvestri, Ornella Vanoni.

Le otto proposte si esibiranno a Recanati con le modalità seguenti: quattro giovedì 30 maggio, quattro venerdì 31 maggio; le due più votate di ciascuna serata si contenderanno l'assegnazione della borsa di studio più consistente e della targa della critica nella serata finale di sabato 1 giugno. Nonostante di gara si tratti, l'esibizione delle nuove proposte si svolgerà secondo lo stile del Premio Recanati. Ciascuno avrà a disposizione più di un brano e, se vorrà , potrà presentare e spiegare al pubblico il suo lavoro. In linea con la formula polimediale del concorso, i pubblici radiofonici, televisivi e della rete saranno confermati nella scelta del vincitore assoluto, affiancati dal pubblico presente in sala a Recanati.

L'APPUNTAMENTO POMERIDIANO

Giovedì 30 maggio, presso l'Aula Magna del Comune di Recanati, verrà inaugurata la XIII edizione con un omaggio al poeta Giorgio Caproni, primo firmatario insieme a Fabrizio De Andrè del Comitato Artistico di Garanzia della prima edizione del Premio. Un omaggio dovuto e voluto da Musicultura, che prevede la presentazione del cortometraggio inedito Giorgio Caproni – Il seme del piangere , realizzato dalla poetessa Gabriella Sica con la produzione di Rai Educational. Assieme all'autrice, ricorderanno il poeta i figli Attilio Mauro e Silvana Caproni, gli editori Gian Maria Piccioli (per la Garzanti) e Giorgio Devoto, la poetessa Vivian Lamarque che leggerà alcune poesie di Caproni; sono previsti affettuosi interventi di Gino Paoli e di Vincenzo Cerami.

GLI OSPITI DELLE SERATE FINALI

Protagoniste indiscusse della tre-giorni recanatese saranno la musica, la parola, la voce, per uno spettacolo in bilico tra ricerca e tradizione, aperto alla contaminazione di codici espressivi diversi.

LA PAROLA – IL Premio Recanati intende in questa edizione creare uno spazio più grande e più agibile per le proposte di natura letteraria. Fernanda Pivano offrirà alla platea di Recanati un reading tratto dall' Antologia di Spoon River di cui ha sapientemente tradotto l'edizione italiana; nella trama di questi versi si inseriranno le soffuse, avvolgenti armonizzazioni di Gegè Telesforo e della sua band. Le poetesse Antonella Anedda, Silvia Caratti e il poeta Umberto Piersanti si intersecheranno con un tessuto musicale appositamente creato dal grande percussionista e creatore di suoni Peppe Consolmagno.

LA MUSICA Un sottile vento lusitano soffierà sull'ermo colle. Il fado sublimato dei Madredeus e quello carnale di Argentina Santos, accompagnata dai fidi musicisti Josè Manuel Neto e Jorge Fernando e dalla chitarra portoghese di Marco Poeta, creeranno uno spazio all'interno del quale potranno aggiungersi e coabitare diversi ospiti inattesi. Nella veste di musicista, con un set acustico inusuale, interverrà Alex Britti.

LA VOCE In un paese che tende a sottovalutare la cruciale importanza dell'interpretazione, il Premio renderà omaggio a una grande lettrice dei sentimenti della canzone d'autore, Ornella Vanoni, che proporrà alla platea recanatese una performance studiata ad hoc. Graditissima presenza sarà quella di Gabriella Ferri, che porterà a Recanati la sua forza di interprete beffarda e tragica di una canzone d'autore influenzata dal folk e dalla letteratura popolare. Lucio Dalla, artista come pochi capace di avvertire e interpretare le mutazioni che il mondo sta attraversando, interverrà con un'esibizione della quale si sa poco, se non che è bene attendersi sorprese. Dopo tanti anni di assenza dalle scene italiane, il Premio riproporrà alla platea nazionale un'artista che ha venduto 70 milioni di dischi nel mondo: Adamo. Accompagnato dal suo gruppo, il cantautore italo-belga dal carattere estremamente sensibile e schivo, ha accettato l'invito al festival, dove porterà alcune delle canzoni più famose del suo repertorio, così peculiare per capacità di privilegiare con lineare semplicità i temi del sentimento in una chiave dolce e malinconica

Non mancherà infine l'intervento a sorpresa di qualche altro grande ospite e, come sempre a Recanati, a saranno favorite e sollecitate le collaborazioni inedite tra gli artisti sul palco.

I CREDITI

Tra mille difficoltà ben note a tutti coloro che operano nel settore della musica popolare, il Premio Città di Recanati vive per il sostegno del Comune di Recanati in prima fila, della Regione Marche, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Provincia di Macerata. Altri sostenitori che in misura diversa permettono la realizzazione del Premio sono l'Imaie e la Camera di Commercio di Macerata. Confermato il prezioso sostegno dello sponsor tecnico ABC srl, di Massimo Ferranti. Una nuova e inconsueta collaborazione nasce infine da quest'anno con l'Università degli Studi di Camerino, con la quale sono in fase di studio progetti che vedranno sempre più le due realtà a stretto contatto.

Info:
musicultura@musicultura.it

(a cura dell'Ufficio Stampa)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.