“Ordine e disordine”, il nuovo album del cantautore Eduardo De Felice


di Felice Capasso

27 Ott 2020 - Dischi

Vi presentiamo il nuovo album del cantautore Eduardo De Felice “Ordine e disordine” disponibile dal 30 ottobre. L’abbiamo ascoltato e recensito.

Fotografie Aldo De Felice

Copertina dell’album

Dal 30 ottobre è disponibile negli store ed in streaming, “Ordine e disordine” il nuovo album di Eduardo De Felice. A due anni dal precedente È Così, album che ha ricevuto buoni riscontri di critica e pubblico, De Felice rinnova il sodalizio artistico con Claudio “Gnut” Domestico e pubblica con l’etichetta Apogeo Records.

Eduardo De Felice con il suo “Ordine e disordine” ci propone una sorta di diario sonoro tanto toccante grazie a melodie dorate, grazie ad armonie vellutate, un disco che trasmette sensazioni ed emozioni in forma di onde sonore.

Il racconto musicale di Eduardo De Felice non si discosta tanto da altro pop cantautorale che gira di questi tempi, nei quali, in Italia sembra diventato uno dei generi musicali dominanti sia nei talent show che altrove.

Eduardo De Felice cerca di distinguersi soprattutto con le parole e con le sonorità, con un’opera intima e personale. Non solo. L’apporto di archi e fiati da quel sapore orchestrale forse è la vera forza di questo disco, quello che conferisce originalità innanzitutto ma anche completezza al sound.

Eduardo De Felice potrebbe essere ascoltato a Sanremo come pure in una saletta di un bar in un’atmosfera tanto intima. Non solo. Le sue canzoni sono come carezze che ci coccolano e ci fanno sentire al sicuro.

Viaggia ragazzina si discosta dalle altre per ritmo e sonorità sbarazzine, beffarde, una sorta di cabaret song molto teatrale, senza dubbio. Pure Nostalgia colpisce con i suoi climax sonori improvvisi e le sue variazioni jazzate. Pure Qualcosa in più ci porta quel quid di jazzato e questa influenza sonora è una delle finezze del disco in questione, quel qualcosa che come altro (già detto sopra) conferisce originalità e completezza.

Tanto elettrizzante ed orchestrale In fondo al buio, una canzone dai tappeti sonori ampi e distesi mentre la title-track Ordine e disordine sembra sfociare in una sorta di pop tanto dreamy e soffusa.

Eduardo De Felice ce la mette tutta per distinguersi dalle mode del momento e secondo noi ci riesce tanto bene con un prodotto musicale di alto livello ma soprattutto interessante e stimolante per il crogiolo di sonorità messe in campo, un intruglio congegnato tanto bene da parte di un artista che sicuramente è consapevole di quello che fa e dei suoi limiti e dei suoi pregi.

BIOGRAFIA

Il cantautore Eduardo De Felice è nato a Napoli nel 1981 e cresciuto con i dischi di Lucio Battisti e di altri artisti degli anni ’70 -’80. Si avvicina al pianoforte dall’età di 12 anni ed inizia la sua carriera musicale suonando come tastierista in diversi progetti. Nei primi anni 2000 comincia a scrivere le sue prime canzoni ma dopo una serie di demo e di partecipazioni ad alcuni concorsi, tra i quali Castrocaro (2006 e 2007) e SanRemoLab (semifinalista 2006), si allontana dalle scene musicali fino al 2014, anno in cui conosce Luigi Libra che lo sprona a rimettersi in gioco e ne produce l’EP di esordio “Viaggio di ritorno” per l’etichetta Halidon. Nel 2016 intraprende una campagna di crowdfunding su Musicraiser che lo porterà ad incidere il singolo “Succede così” ed a preparare il successivo disco. A gennaio del 2018 pubblica il singolo “Cosa posso farci” che anticipa l’uscita dell’album “È così” con l’etichetta Apogeo Records, realizzato in collaborazione e con la direzione artistica di Gnut. Da questo disco verranno successivamente estratti anche i singoli Al momento sbagliato e Amore ciao. Nel 2019 si rinnova il sodalizio artistico con Gnut che lo porta alla realizzazione di un nuovo album ”Ordine e disordine” in uscita il 30 ottobre. L’album viene anticipato dai singoli Viaggia ragazzina (19 giugno), Il dubbio e la certezza (23 settembre) e l’omonimo singolo Ordine e disordine (23 ottobre). Eduardo si dice ispirato da musicisti come Lucio Battisti, Lucio Dalla, Pino Daniele, Niccolò Fabi e Riccardo Sinigallia.

Credits – Ordine e disordine

  • Testi e musiche: Eduardo De Felice
  • Produzione artistica ed arrangiamenti: Gnut
  • Arrangiamenti archi e plettri: Michele Signore
  • Arrangiamenti fiati: Ciro Riccardi
  • Eduardo De Felice: voce, cori
  • Claudio “Gnut” Domestico: chitarra acustica, percussioni, cori
  • Gianluca Capurro: chitarra elettrica
  • Valerio Mola: contrabbasso
  • Marco Caligiuri: batteria e percussioni
  • Luca Caligiuri: basso
  • Michele Signore: mandolino, mandoloncello, violino, viola
  • Roberto Porzio: pianoforte, wurlitzer, rhodes, organo, clavinet
  • Ciro Riccardi: tromba, susafono, flicorno
  • Francesca Masciandaro: flauto traverso
  • Carlo Di Gennaro: percussioni
  • Sara Sgueglia: cori
  • Eduardo De Felice, Claudio Gnut, Michele Signore, Sara Sgueglia, Antonio Arte: “coro balcanico” in Viaggia ragazzina
  • Registrato al Kammermuzak” studio di Soccangeles (Napoli) tra ottobre e dicembre 2019 da Carlo Di Gennaro e Giuseppe Innaro.
  • Missato al Peppey Roads” studio (Pozzuoli) da Giuseppe Innaro;masterizzato presso Arte dei Rumori” studio di Napoli da Giovanni “Blob” Roma
  • Etichetta: Apogeo Records | Edizioni: Upside
  • Foto: Aldo De Felice

Contatti social:

Eduardo De Felice FB | Eduardo De Felice IG | Eduardo De Felice SpotifyApogeo Records sito web| Apogeo Records fb | Apogeo Records IG

Tag:, , ,

2 responses

  1. Renata ha detto:

    Ogni brano è unico ed emozionante
    Fa davvero piacere  sentire ancora qualcuno che abbia voglia di cantare così!

  2. Giuseppe ha detto:

    Davvero un bel viaggio musicale!
    Complimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *