Mostra fotografica “Anuda” di Marco Sanna al Calice d’Oro di Costa Paradiso


a cura di Vincenzo Pasquali

31 Mag 2022 - Arti Visive, Festival

Quarto appuntamento della Prima rassegna d’arte Il Calice d’Oro: dal 6 al 13 giugno il ristorante Il Calice d’Oro ospita l’esposizione fotografica personale Anuda di Marco Sanna-vernissage, con partecipazione dell’autore, il 6 giugno, ore 19.30.

Costa Paradiso (SS) – Dal 6 giugno (con inaugurazione alle ore 19.30) al 13 giugno i locali espositivi del ristorante Il Calice D’Oro ospiteranno la mostra fotografica Anuda del fotografo professionista – e fondatore dell’associazione fotografica Mastros de Lughe, di cui è attualmente presidente – Marco Sanna.

L’apertura della mostra sarà accompagnata dalle atmosfere sonore in instant composing del musicista e produttore Salvatore Papotto aka Berlin Babylon Project.

Anuda è nelle parole della giornalista Francesca Arca un lavoro creativo che dissigilla la parte più riposta del sé attraverso la visione della forma corporea. Entità duale, il corpo umano si mostra al tempo stesso oggetto e soggetto, inerme eppure potente davanti allo sguardo altro.

Al suo attivo Sanna, che da vent’anni si dedica anche alla docenza, ha una settantina di esposizioni fotografiche sia personali che collettive, tra le quali si segnalano, in particolare, due internazionali di fotografia svolte a Baghdad in occasione dell’undicesima e dodicesima edizione del Baghdad International Festival for photographic pictures.

È per noi un privilegio – racconta la curatrice della mostra Claudia Erba ospitare le fotografie di Marco Sanna, che da anni sembra avvertire la crucialità del nudo nella sua personale narrazione dell’essere umano e della società. L’estetica iperrealista pare coniugarsi ad una volontà di riscrittura eternizzante, annullando la tradizionale dicotomia carnalità/idealità a favore di una sintesi complessa, che si pone a valle di una travagliata ricerca etica ed espressiva. Sarà interessante “testare” la risposta della platea ad una contestualizzazione così particolare del progetto fotografico “Anuda”.

Il corpo umano come oggetto e soggetto nella poetica di Marco Sanna. Scritto critico di Francesca Arca (Giornalista, speaker e conduttrice radiofonica, Direttrice della rivista Ieri, Oggi, Domani)

Anuda di Marco Sanna è un lavoro creativo che dissigilla la parte più riposta del sé attraverso la visione della forma corporea. Entità duale, il corpo umano si mostra al tempo stesso oggetto e soggetto, inerme eppure potente davanti allo sguardo altro.

L’utilizzo magistrale degli equilibri di luce amplifica la sinuosa dolcezza delle curve in una fusione sfumata di etereo e carnale. L’occhio si abbandona a una dimensione alternativa che si propone di essere sia fisica che spirituale. La dinamicità delle linee e l’armonia delle forme contribuiscono a modellare un sentimento di umana intimità con l’altro da sé.

L’utilizzo del bianco e nero, ben lontano dall’eliminare la complessità del colore, la amplifica, disegnando un frammento di spazio pieno e definito, quasi uterino e per questo viscerale, vitale e più forte di qualsiasi gamma cromatica. La fluidità della transizione delle ombre sperimenta la parte di realtà che agisce sull’osservatore a livello cosciente. Il corpo è spogliato di ogni retorica artificiosa e raccontato con vigore nella forza e nella verità della propria nitidezza. Bello perché fragile, forte perché umano.

Anuda rappresenta una esperienza percettiva in cui la maestria artistica risiede non solo nella scelta e nel racconto del soggetto fotografato ma soprattutto nella capacità di descrivere colui che è chiamato a osservare. Guardare noi stessi nell’atto di “sentire” un corpo altrui è l’obiettivo che l’artista riesce a farci raggiungere. Attraverso la macchina fotografica diventa irrimediabilmente reale quella struttura corporea che acquista un senso oltrepassando le leggi della percezione.

Marco Sanna (foto di Francesca Cola)

Note biografiche su Marco Sanna

Fotografo professionista dal 1995, specializzato in fotografia di cronaca, reportage sociale e ritrattistica, ha collaborato con giornali, riviste e agenzie pubblicitarie italiane e straniere.

Da sempre attento alle problematiche politiche e sociali, ha realizzato servizi e reportage in paesi come il Kurdistan turco, l’Iraq, la Palestina e Israele.

È autore di diverse pubblicazioni e servizi fotografici su giornali, riviste e agenzie pubblicitarie, sia in Italia che all’estero (tra gli altri, ha collaborato con The Sun international newspaper, Italia!! English magazine e National Geographic USA).

Nel 2007 ha fondato l’associazione fotografica Mastros de Lughe, di cui è attualmente presidente, attraverso la quale ha organizzato numerose mostre fotografiche personali e collettive in Sardegna e da 20 anni insegna fotografia con uno sguardo attento alla dimensione umana e sociale.

Al suo attivo ha una settantina di esposizioni fotografiche sia personali che collettive, tra le quali si segnalano, in particolare, due internazionali di fotografia svolte a Baghdad in occasione dell’undicesima e dodicesima edizione del Baghdad International Festival for photographic pictures.

Esposizioni fotografiche:

  • 2016 ottobre – Esposizione fotografica personale Inside, inserita nel circuito Immagini d’Autore Sassari, Italia
  • 2015 ottobre – Esposizione fotografica personale Inside, Nuoro, Italia
  • 2015 agosto – Esposizione artistica collettiva La nuda vita, Sassari, Italia
  • 2015 luglio – Esposizione fotografica collettiva del concorso nazionale per fotografi di scena CliCiak, Festival del cinema di Tavolara, Olbia, Italia
  • 2015 aprile – Esposizione fotografica collettiva del concorso nazionale per fotografi di scena CliCiak, Cesena, Italia
  • 2015 giugno – Esposizione artistica collettiva La cultura dei diritti, ex ospedale psichiatrico di Rizzeddu, Sassari, Italia
  • 2015 luglio – Esposizione fotografica personale inserita nel circuito Abanda/Menotrentuno, Il popolo, immagini dal Kurdistan turco, sala espositiva Coco Loco Cafè, Sassari, Italia
  • 2014 aprile – Esposizione fotografica personale inserita in Secart, Inside, Alghero, Italia
  • 2010 maggio – Esposizione fotografica personale Il popolo invisibile, viaggio nel Kurdistan turco, sala espositiva Mulino di via Frigaglia, Sassari, Italia
  • 2009 agosto – Esposizione fotografica collettiva Il confine, l’alternativa sostenibile, Osilo, Italia
  • 2007 novembre – Esposizione fotografica personale Anuda, via Usai Gallery, La notte bianca, Sassari, Italia
  • 2007 maggio – Esposizione fotografica personale Anudo, S’Umbra Photographic Gallery, Cagliari, Italia
  • 2006 novembre – Esposizione fotografica personale Messi a Nudo, Sassari, Italia
  • 2004 dicembre – Esposizione fotografica personale L’estasi della follia, Nuoro, Italia
  • 2002 aprile – Esposizione fotografica collettiva internazionale 12th Baghdad International Festival for Photographic Pictures, Baghdad, Iraq
  • 2002 febbraioEsposizione fotografica personale Dar all – Islam, Centro espositivo, Sassari, Italia
  • 2001 aprile – Esposizione fotografica collettiva internazionale 11th Baghdad International Festival for Photographic Pictures, Baghdad, Iraq
  • 2000 dicembre – Esposizione artistica collettiva Nistagmo, Borderline Cultural Centre, Sassari, Italia
  • 1999 dicembre – Esposizione fotografica personale Natura e Cavalli, Hotel Club del Golfo, Sassari, Italia
  • 1999 febbraio – Esposizione fotografica personale Ricerche d’Identità. Osilo, tra festa e quotidiano, Chiesa del Rosario, Osilo, Italia
  • 1998 giugno – Esposizione fotografica personale La città invisibile, Bottega d’ arte N. Pintus, Sassari, Italia
  • 1997 dicembre – Esposizione fotografica collettiva Il Segno, Il Tempo, La Solidarietà, Palazzo della Provincia,
  • Sassari, Italia
  • 1997 agosto – Esposizione fotografica personale Paesaggi di Sardegna, Residence Euro Village, Budoni, Italia
  • 1997 aprile – Esposizione fotografica personale Clinica psichiatrica di Rizzeddu, Sassari, Italia
  • 1992 aprile – Esposizione fotografica collettiva, Padiglione dell’ Artigianato Tavolara, Sassari, Italia

La rassegna è corredata da un catalogo d’arte, a cura di Irene Franchi con note biografiche degli artisti e contributi critici illustri, disponibile gratuitamente nei locali espositivi de Il Calice d’Oro.

Il logo della rassegna è stato realizzato dallo scultore e pittore Franco Mauro Franchi.

La realizzazione e la stampa dei cataloghi sono state rese possibili anche grazie al supporto degli sponsor Costa Paradiso Resort, Li padulazzi Resort, Lola comunicazione e Re/max Mistral Costa Paradiso.

La promozione della rassegna è curata da Verbatim Ufficio Stampa. Media Partners della rassegna sono Musiculturaonline di Vincenzo Pasquali, Nerospinto di Indira Fassioni, SOund36 Magazine di Cultura Musicale, Arti e Spettacolo di Annalisa Nicastro e SpettacoloMusicaSport di Francesca Monti.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.