Il Villa Celimontana Jazz Image di Roma con stelle di prima grandezza


29 Mag 2004 - News live

di Federica Baioni

Roma, 28 maggio 2004. E 'stata presentata in Campidoglio lXI edizione del festival jazz di Villa Celimontana, uno degli appuntamenti clou dell'estate romana che dopo 10 anni di successi conferma un cartellone ricco di appuntamenti legati al mondo della musica afroamericana, all'enogastronomia multietnica e alle mostre fotografiche, all'interno di una rassegna che rivolgerà particolare attenzione quest'anno alla ricerca e alla musica di confine. Più di 70 artisti provenienti dalla tradizione jazz italiana ed internazionale, 3 mesi di programmazione no stop che il 4 giugno inaugura con un tributo musicale al grande attore recentemente scomparso: Alberto Sordi in una rivisitazione jazz delle colonne sonore più celebri del grande mattatore arrangiate dal maestro Piero Piccioni. E poi ancora musica arte e cultura presentate a Roma al cospetto di ben 5 realtà diplomatiche internazionali che si alterneranno a suon di jazz nello scenario unico di Villa Celimontana a due passi dal parco del Celio per una manifestazione che registrerà come ogni anno il tutto esaurito e che dai pronostici del patron Giampiero Rubei e dalle numerose presenze registrate in sede di conferenza stampa conferma anche quest'anno il suo successo di critica e pubblico. Da Miriam Makeba a Macy Gray fino a Brad Meldhau, Michael Brecker ed ai Manhattan Transfer tre mesi fitti di appuntamenti unici per il mondo del jazz capitolino che vedranno alternarsi sul palco formazioni europee ed italiane frutto della migliore selezione del jazz degli ultimi anni. Inoltre musica e gastronomia in un connubio unico allieteranno le sere estive dei romani con la sperimentata tecnica di sviluppare settimane tematiche dedicate a vari paesi tra cui:Sudafrica, Olanda, Israele, Australia e Polonia. Infine, novità unica di quest'anno, la parte dedicata alle nuove realtà emergenti in ambito jazz nazionale, con un premio organizzato dalla Provincia di Roma e dal Saint Louis College of Music una delle scuole più celebri in ambito capitolino per la didattica del jazz.

(di Federica Baioni)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.