Fermo (AP): OIDI in Oriente


22 Set 2001 - News classica

Inizia una nuova grande esperienza estera dell'Orchestra Internazionale d'Italia, che intraprende una tournèe concertistica dalle caratteristiche eccezionali, senza precedenti nella sua storia decennale.
Il periodo interessato è di un mese ed i paesi che verranno visitati dall'Orchestra Internazionali sono: la Cina Popolare con concerti a Dalian e a Pechino, la Regione Autonoma di Macao, la Repubblica di Taiwan, la Malesia, la Thailandia, ed in fine la Corea del Sud.
Si tratta di un notevole sforzo produttivo ed artistico della Orchestra fermana che è stata invitata ad esibirsi nella bellissima regione di Dalian, nel nord della Cina, dove in questi giorni si tiene una Settimana della Cultura Italiana, nel contesto della quale l'Orchestra terrà tre concerti, il 16, il 17 e il 18 settembre. Segue poi un importante concerto nella capitale Pechino presso il Teatro Nazionale, il giorno 21 settembre.
Quindi l'Orchestra partecipa al XV Festival Internazionale della Musica di Macao, dove si sarà portavoce della grande musica italiana esibendosi nella Traviata di Giuseppe Verdi, il 28, 29 e 30 settembre e il 1 ottobre, ed ancora il 2 ottobre in un concerto sinfonico su musiche di Verdi, Respighi, Mercadante e Mozart.
Il giorno 5 ottobre terrà un importante concerto lirico-sinfonico basato su arie e sinfonie dell'opera italiana, a Taipei, capitale della Repubblica di Taiwan, per trasferirsi poi in Malesia, dove terrà un concerto il giorno 8 ottobre a Kuala Lumpur, capitale del paese, e quindi in Thailandia, nella cui capitale Bangkok terrà un concerto la sera del 10 ottobre.
L'ultima tappa sarà quindi Seoul, capitale della Corea, dove l'Orchestra si esibirà il giorno 12 ottobre.
Un totale di tredici concerti che coinvolgono direttori e solisti, giovani e già famosi, come Diego Dini Ciacci, Andrea Griminelli, Dante Milozzi, Michele Antonelli, Elio Orciuolo, e cantanti come Min Peng, Warren Mok, Angelo Marenzi, Larraine Jones.
La tournèe, che tocca cinque nazioni dell'estremo oriente, attraversate con circa 15 passaggi aerei, per qualcosa come 45.000 chilometri di voli, pari alla circonferenza della terra, è stata realizzata grazie al patrocinio del Governo Italiano – Ministero dei Beni Culturali Dipartimento dello Spettacolo, e con la preziosa collaborazione degli Istituti di Cultura delle Ambasciate d'Italia di Pechino, di Kuala Lumpur e di Seoul, a cui va il sentito ringraziamento dell'Orchestra Internazionale d'Italia.

(Comunicato Stampa)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.