Duets and solos: una nuova formula per una serata riuscitissima


di Elena Bartolucci

19 Lug 2022 - Commenti danza

Musica e danza si fondono insieme regalando momenti intensi per il terzo appuntamento di Civitanova Danza.

Civitanova Marche – Venerdì 15 luglio, presso la consueta cornice del Teatro Rossini, si è svolto il terzo appuntamento in cartellone per l’edizione 2022 di Civitanova Danza. Prima dell’inizio, è stata data brevemente la parola a Daniele Cipriani, che è l’ideatore e il curatore di Duets and solos, un nuovo concept (in prima assoluta) in cui viene dato spazio alle eccellenze sia del campo musicale che del balletto.

Si tratta infatti di uno spettacolo di musica e danza con Davide Dato e Sergio Bernal, stelle internazionali, che si sono esibiti in una serie di assoli e passi a due, eseguendo diverse coreografie firmate da nomi celebri (tra i coreografi spiccano infatti Fokine e celebri autori del ‘900 oppure di epoca contemporanea).

La serata ha però avuto inizio con l’eccellente esecuzione da parte di Silvia Chiesa al violoncello e Maurizio Baglini al pianoforte di una romanza senza parole per violoncello e pianoforte op. 109 di Felix Mendelssohn Bartholdy.

Silvia Chiesa e Maurizio Baglini

A seguire è arrivato il momento della danza con Hyo Jung Kang (già Prima ballerina allo Stuttgart Ballet e attualmente Prima Ballerina dell’Opera di Stato di Vienna) e Davide Dato (primo ballerino dell’Opera di Stato di Vienna) nella coreografia di Other dances firmata da Jerome Robbins su musica di Frédéric Chopin: una serie di balli tradizionali riarrangiati in veste di danza classica, in cui la leggiadria, la pura grazia e la sincronia tra movimenti e musica sono stati le caratteristiche principali di questo momento.

Come intramezzo musicale prima della successiva esibizione, è stata eseguita una polacca brillante op. 3 per violoncello e pianoforte di Frédéric Chopin.

È arrivato poi il momento più vibrante della serata ossia la moderna e incantevole Morte del Cigno al maschile (coreografia di Ricardo Cue e musica di Camille Saint-Saëns) interpretata da Sergio Bernal (ballerino del Ballet Nacional de España e unico danzatore al mondo a saper dare il meglio di sé sia in campo classico che moderno), il quale ha incantato tutti i presenti con la sua intensità espressiva, la sua indiscutibile elasticità nei movimenti e al contempo la sua potenza marmorea.

Il pubblico ha poi potuto subito mettere a confronto questa strabiliante esibizione con il balletto tradizionale di Michel Fokine interpretato da Hio-Jung Kang sulle celebri note di Saint-Saëns. Nonostante l’incredibile prova tecnica data dalla ballerina in uno dei capisaldi della danza classica, l’incisività e l’espressività encomiabile dell’esibizione maschile precedente ha sicuramente lasciato il segno offuscandone tutta la sua bellezza.

Successivamente, Silvia Chiesa e Maurizio Baglini hanno eseguito l’Andante dalla Sonata per violoncello e pianoforte op. 19 di Sergej Rachmaninov, un momento intenso e delicato al tempo stesso.

Su diverse musiche al violoncello di Johann Sebastian Bach, è arrivato poi l’assolo di Davide Dato che ha eseguito A suite of dances (balletto originariamente creato per Mikhail Baryshnikov), una serie di giocose e moderne performance che hanno fatto da contraltare al seguente balletto di Bernal sulle famose note del Bolero di Ravel (un cambio di programma dell’ultimo minuto che non ha disatteso le aspettative), in cui la sensualità del ballerino è esplosa in un flamenco a dir poco infuocato mandando in visibilio tutti i presenti.

Come ultimo intramezzo musicale è stata eseguita La campanella di Paganini – Liszt, in cui Baglini ha potuto dare ulteriore prova della sua bravura tecnica al piano.

Al termine della serata è stata poi portata in scena la coreografia Folia de caballeros firmata da Joaquin de Luz con protagonisti i due performer maschili sulle musiche di Arcangelo Corelli. Un breve ma intenso confronto delle due fisicità e capacità espressive di queste due stelle che hanno davvero brillato all’interno di una serata riuscitissima accanto a musicisti di altissimo livello.

Tag:, , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.