Bologna: L'Incoronazione di Poppea e Manon Lescaut (da Febbraio ad Aprile)


1 Feb 2002 - News classica

L'INCORONAZIONE DI POPPEA
OPERA IN UN PROLOGO E TRE ATTI DI GIAN FRANCESCO BUSENELLO
MUSICA DI CLAUDIO MONTEVERDI
Trascrizione e adattamento di Rinaldo Alessandrini

ALLESTIMENTO TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA
*******************************************************
ORCHESTRA DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA
Ottone SONIA PRINA
Nerone DEBORA BERONESI
Poppea ANGELES BLANCAS GULIN
Ottavia MONICA BACELLI
Seneca GIORGIO SURIAN
Drusilla / Quarto amore MARIA COSTANZA NOCENTINI
La Virtù / Pallade / Damigella / Secondo amore PATRIZIA BICCIRà
Amore / Un valletto GEMMA BERTAGNOLLI
Arnalta ROBERTO BALCONI
Fortuna /Venere / Terzo amore PATRIZIA CIGNA
Lucano / Primo soldatoPrimo familiare / Primo Console LUCA DORDOLO
Mercurio / Littore / Primo Tribuno SERGIO FORESTI
Secondo soldato / Secondo Console / Secondo familiare LUIGI PETRONI
Nutrice / Liberto MAX RENà COSOTTI
Terzo familiare / Secondo Tribuno LUCIANO LEONI

TIZIANO BAGNATI, JOACHIM HELDtiorbe – IGNAZIO SCHIFANI cembalo
LOREDANA GINTOLI arpa – LUCA PEVERINI violoncello
Maestro concertatore e direttore RINALDO ALESSANDRINI
Regia GRAHAM VICK
Ripresa della regia FRANCO RIPA DI MEANA e JACOPO SPIREI
Scene e costumi PAUL BROWN
Luci GIOVANNI OLIVA

Sarà Rinaldo Alessandrini, tra i più fini conoscitori della musica barocca in campo internazionale e interprete di riferimento per la musica di Monteverdi, a dirigere L'incoronazione di Poppea venerdì 15 febbraio 2002 (ore 19.30, turno Prime ).
Prestigiosi premi hanno sottolineato il rilievo internazionale della attività discografica di Alessandrini sull'opera di Monteverdi: tra i tanti, il Secondo, Quarto, Quinto, Sesto e Ottavo libro de' madrigali di Claudio Monteverdi (Prix Caecilia 1993, Grammophone Award 1994 e 1998, Deutscher Schallplattenpreis 1994, Diapason d'or 1993 e 1994, Grand Prix de l'Acadèmie Charles Cros 1995, Grand Prix de l'Acadèmie du Disque Lyrique 1995). Fra i suoi più recenti successi discografici si segnalano Il combattimento di Tancredi e Clorinda e Il ballo delle ingrate di Monteverdi, i due Stabat Mater di Pergolesi e Alessandro Scarlatti, il Gloria RV589 e il Magnificat RV611 di Vivaldi.
L'incoronazione di Poppea, dramma per musica in un prologo e tre atti di Gian Francesco Busenello e su musiche di Claudio Monteverdi, è liberamente tratto da fonti storiche romane – principalmente Tacito e Seneca – ed è per la produzione bolognese trascritto e adattato dallo stesso Alessandrini. La regia è di Graham Vick, uno dei nomi del teatro più importanti del momento, che ripropone la produzione andata in scena al Teatro Comunale nove anni fa con uno strepitoso successo. Tra i solisti, tutti di notevole prestigio, figurano nomi quali Angeles Blancas Gulin al debutto nel ruolo del titolo, Debora Beronesi (Nerone), Monica Bacelli (Ottavia), Sonia Prina (Ottone), Giorgio Surian (Seneca).

Questo titolo di Monteverdi, capolavoro del barocco, è considerata tra le pietre miliari della storia dell'opera ai suoi albori. La prima rappresentazione della Coronatione di Poppea, questo il vero titolo dell'opera, si tenne presso il teatro San Giovanni e Paolo a Venezia in occasione del Carnevale dell'anno 1643. Secondo e ultimo grande lavoro teatrale della maturità compositiva del musicista cremonese (Monteverdi morì lo stesso anno), apre la strada alla scuola operistica veneziana.

Le altre rappresentazioni si terranno nei giorni 17 (ore 15.30 Domenica ), 19 (ore 19.00 Sera 3 ), 20 (ore 19.30 Sera 1 ), 22 (ore 19.00 Sera 2 ), 24 (ore 15.30 fuori abbonamento 1), 26 (ore 17.00 Pomeriggio ).

Biglietti presso la Biglietteria del teatro (tel.051529999)
On line www.comunalebologna.it oppure www.charta.it

(A cura dell'Ufficio Stampa Francesca Parisini)
_______________________________________________________

BMANON LESCAUT
DRAMMA LIRICO IN QUATTRO ATTI
Musica di GIACOMO PUCCINI
(Ed. Ricordi, Milano)

ALLESTIMENTO OPà RA NATIONAL, PARIS VLAAMSE OPERA, ANTWERPEN
ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO COMUNALE DI BOLOGNA
cast:
Manon Lescaut FIORENZA CEDOLINS (28 marzo, 3, 5 aprile) ISABELLE KABATU
Lescaut, sergente delle guardie del Re ROBERTO SERVILE
Il Cavaliere Renato Des Grieux, studente FRANCO FARINA (28 marzo, 3, 5 aprile) STEPHEN O'MARA
Geronte di Ravoir, tesoriere generale ALESSANDRO SVAB
Edmondo, studente FRANCESCO PICCOLI
L'oste GIANLUCA RICCI
Il Maestro di ballo FRANCESCO PICCOLI
Un musico ROMINA BASSO (3, 5 aprile) DAMIANA PINTI
Un sergente degli Arcieri GIUSEPPE ZECCHILLO
Un lampionaio FRANCESCO PICCOLI
Un comandate di marina LUCIANO LEONI
Un parrucchiere, Fanciulle, borghesi, popolane, studenti, musici, vecchi signori abati, cortigiane, arcieri, soldati di marina, marinai.

Maestro concertatore e direttore DANIELE GATTI
Regia ROBERT CARSEN
Ripresa della regia EMMANUELLE BASTET
Scene e costumi ANTHONY WARD
Luci DAVY CUNNINGHAM
Maestro del coro PIERO MONTI

Daniele Gatti, Direttore Musicale del Teatro Comunale di Bologna, dopo La bohème e Turandot torna a Giacomo Puccini con Manon Lescaut, dramma lirico in quattro atti in scena da sabato 23 marzo 2002 (ore 20.30 turno Prime ) nel teatro bolognese. Prodotto dall'Opèra National di Parigi in collaborazione con la Vlaamse Opera di Anversa, l'allestimento vede per la prima volta a Bologna Robert Carsen che ne cura la regia. Canadese di nascita ma svizzero d'adozione, Carsen ha lavorato nei principali teatri del mondo tra cui Ginevra, Parigi, Vienna, Anversa e New York dove ha portato in scena Rosencrantz e Guildenstern sono morti di Tom Stoppard. Debutto bolognese anche per un astro nascente della lirica: Fiorenza Cedolins nel ruolo del titolo. A lei si alternerà nello stesso ruolo una giovane promessa del canto, Isabelle Kabatu. Franco Farina sarà , invece, Lescaut, sergente delle guardie del re.
Tratto dal libretto di un anonimo ma ispirato al romanzo Histoire du Chevalier Des Grieux de Manon Lescaut di Franà ois-Antoine Prèvost, l'opera che racconta di una storia d'amore disperata e struggente andò in scena per la prima volta al Teatro Regio di Torino nel febbraio del 1893. Un manipolo di collaboratori si avvicendò insieme a Puccini attorno al libretto; tra essi, per primo, Ruggero Leoncavallo poi il commediografo scapigliato Marco Praga, quindi Domenico Oliva come verseggiatore, Giuseppe Giacosa e persino Giulio Ricordi.
Le scene e i costumi sono di Anthony Ward.
Piero Monti dirige il Coro del Teatro Comunale di Bologna.

Le altre rappresentazioni sono martedì 26 marzo (ore 20, Fuori abbonamento 1 ), giovedì 28 marzo (ore 20, Sera 3 ), sabato 30 (ore 18, Sera 2 ), martedì 2 aprile (ore 20, Fuori abbonamento 2 ), mercoledì 3 aprile (ore 20.30, Sera 1 ), venerdì 5 aprile (ore 18, Pomeriggio ) e domenica 7 (ore 15.30, Domenica ).

Biglietti presso la Biglietteria del teatro (tel.051529999)
On line www.comunalebologna.it oppure www.charta.it

(a cura dell'Ufficio Stampa Francesca Parisini)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.