Bologna: i Momix al Comunale


3 Dic 2001 - News classica

Che cosa ci fa un lucertolone sul palcoscenico del Teatro Comunale di Bologna? E' una delle creature interpretate dalla compagnia dei Momix, ospite della stagione lirica del teatro bolognese che per il secondo anno consecutivo ha riaperto il proprio cartellone al balletto. I dieci ballerini atleti diretti dal coreografo Moses Pendletonmetteranno in scena il 28 dicembre 2001 (ore 20, Sera 2 ) il loro ultimo lavoro dal titolo Opus Cactus.
Presentata per la prima volta al Teatro Joyce di New York nello scorso febbraio, ora arriva anche a Bologna la nuova coreografia dell'autore di successi come Passion (il lavoro tratto dalla colonna sonora che Peter Gabriel scrisse per il film di Scorsese L'ultima tentazione di Cristo ), Baseball e Supermomix, già conosciuti anche al pubblico italiano. Il tema ispiratore è quello del deserto dell'Arizona – il lavoro, infatti, fu commissionato dall'Arizona Ballet per poi ampliarsi a quelli del Gobi e del Sahara. A trasformare i ballerini in creature desertiche saranno i costumi di Phoebe Katzin, mentre le atmosfere di quei paesaggi lontani saranno riprodotte grazie all'abile gioco di luci di Joshua Starbuck.
Nata dalla mente geniale di Pendleton nel 1980, la compagnia è famosa nei teatri di mezzo mondo per il fatto di unire la tradizione classica della danza a grandi capacità ginniche. Non a caso, del resto, visto che il sogno nel cassetto di Pendleton da ragazzino era quello di diventare un campione dello sci. Il mio desiderio era di diventare famoso e bravo come il vostro Tomba racconta questo ex giovanotto del Vermont -. Poi mi feci male a un ginocchio; fu allora che cominciai a prendere lezioni di danza a scopo terapeutico. E' da qui che ha inizio tutto: quando cercai di trasformare l'atletica in estetica .
Sul palcoscenico ci saranno Danielle Arico, Suzanne Lampl, Kori Darling, Anthony Heinl, Michael Holdsworth, Eric Jeffers, Pi Keohavong, Kara Oculato, Penny Saunders, Brian Simerson. Le musiche su cui balleranno i Momix spaziano da Bach a Brian Eno, passando per le antiche danze tribali degli Indiani d'America.

Le altre rappresentazioni sono il 29 (ore 15.30, Pomeriggio e ore 20 Sera 3 ), 30 (ore 15.30 fuori abbonamento), 31 (ore ore 20 fuori abbonamento) dicembre.

A chi per le feste preferisce un viaggio ideale a uno fatto di code in aeroporto e valige smarrite, il Teatro Comunale di Bologna offre per la notte del 31 dicembre 2001 una avventura nel deserto grazie alla coreografia Opus Cactus ideata da Moses Pendleton per i suoi Momix su una colonna sonora di musiche tribali e non solo. Lo spettacolo inzia alle ore 20 per terminare poco dopo le ore 22. Per gli spettatori che dopo teatro vogliono proseguire con il cenone, il Ristorante Palazzo Malvezzi (Via Zamboni, 24/ F – per prenotazioni tel. 051 233739) offrirà il gratuitamente il brindisi di mezzanotte; basta presentare il biglietto utilizzato per assistere allo spettacolo.

Biglietti presso la Biglietteria del teatro (tel.051529999)
On line www.comunalebologna.it oppure www.charta.it

(Francesca Parisini Ufficio Stampa)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.