Belinda Davids for Whitney Houston al Symphony Pop Festival


di Roberta Rocchetti

4 Lug 2022 - Commenti live!

Rara maestria e controllo della voce per la sudafricana Belinda Davids che, alla Rocca Malatestiana di Fano, incanta il pubblico, in un concerto dedicato alla compianta Whitney Houston. La Davids si è esibita con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini diretta da Roberto Molinelli.

(Le foto sono di Luigi Angelucci)

Whitney Houston è stata attrice, tutti ricordano il suo The Body guard con Kevin Kostner, produttrice, ma soprattutto una delle cantanti di maggior successo di tutti i tempi. Con numeri da record in vendite, hit in classifica e riconoscimenti di prestigio internazionale, il suo è stato forse un destino segnato nel bene e nel male.

Figlia di Cissy Houston, celebre cantante gospel e nipote di Dionne Warwick, voce eletta di Burt Bacharach, ha iniziato ad esibirsi sul palcoscenico bambina e subito il dono di una voce e di un carisma fuori del comune sono emersi prepotentemente. Il successo planetario è arrivato quasi senza fatica con l’album che porta il suo nome nel 1985 e da lì partì un’ascesa che è sembrata senza freni finché nella sua vita non si sono affacciati i due ostacoli che trasformeranno la sua vita da sogno ad incubo: la droga e Bobby Brown, cantante di Rhythm and Blues che diventerà suo marito.

Sposare Brown e rimanere avviluppati senza possibilità di redenzione nella dipendenza da diverse droghe è stato tutt’uno, nonostante la nascita della loro figlia nel 1993 sono continuati senza sosta sia i maltrattamenti da parte di Brown che l’uso indiscriminato di sostanze stupefacenti da parte di entrambi, questo ovviamente ha segnato la carriera e la magnifica voce di Whitney, ha segnato la sua vita e ha messo fine a tutto in una vasca da bagno di Beverly Hills nel febbraio 2012 dove Whitney è stata trovata senza vita; tre anni dopo seguirà lo stesso identico destino la figlia Bobby Kristina a soli 22 anni.

Belinda Davids, cantante sudafricana, si è messa in luce nel talent inglese “Even Better Than the Real Thing” nel 2020 proprio cantando delle cover di Whitney Houston e subito è emerso quanto la sua voce fosse affine a quella della grande cantante pur non mancando di personalità propria, ed è proprio volendo mettere in luce questo talento emergente che a Fano è andata in scena sul palco della Rocca Malatestiana la seconda serata del Symphony Pop Festival.

Il direttore Roberto Molinelli con l’ausilio della talentuosissima e versatile Orchestra Sinfonica G. Rossini ha fatto da supporto al talento della Davids regalando al pubblico brani vulcanici come I will I know,  I wanna dance with somebody, Million dollar bill  e ballate più morbide come Didn’t almost have it all, One moment in time e la celeberrima I will always love you che Belinda ha cantato davvero con rara maestria e controllo della voce facendole guadagnare la standing ovation di un pubblico sinceramente ammirato. Più di un’ora di energia elargita senza soluzione di continuità, in un connubio di generosità e talento nel piacevole tepore dell’estate fanese.

Il prossimo appuntamento con il Symphony Pop Festival sarà sabato 9 luglio, sempre alla Rocca Malatestiana, con il tributo alla band degli U2 In the name of love, viaggio tra musica e spiritualità con le voci soliste di Clarissa Vichi e Filippo Malatesta e la narrazione di Marco Foschi.

BOTTEGHINO TEATRO DELLA FORTUNA

Piazza XX Settembre, 1, Fano – Tel. 0721.800750

Orari di apertura:

  • Dal mercoledì al sabato 17.30-19.30
  • Il mercoledì e il sabato anche 10.30-12.30
  • Nel giorno di spettacolo aperto 10.30 – 12.30 e 17.30-19.30
Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.