Alia Musica 2004


21 Lug 2004 - News classica

Ha preso il via alla Corte di Giarola, domenica 20 giugno, l'Ottava Edizione della Rassegna Alia Musica 2004 Musica antica nei luoghi della Via Francigena , che presenta quest'anno un ricco carnet di ben venti appuntamenti che si snoderanno lungo tutto l'arco dell'estate, sino a metà ottobre, in diverse sedi collocate sul tratto dello storico percorso che attraversa le province di Parma e di Piacenza.
Ideata ed organizzata dal Centro di Educazione Musicale LIRA di Parma, la Rassegna gode del patrocinio del Ministero per i Beni culturali, è stata inserita negli accordi triennali tra Regione Emilia-Romagna e Provincia di Parma, e vive grazie al sostegno dei diversi comuni che ospitano le manifestazioni, e che nel corso degli anni hanno dimostrato di credere al progetto culturale che Alia Musica cerca strenuamente di portare avanti.
La Rassegna è stata presentata alla stampa giovedì 17 giugno, nell'Aia piccola della Corte di Giarola, alla presenza di numerose amministratori e rappresentanti dei diversi enti pubblici e territoriali che hanno contribuito alla sua realizzazione: erano presenti, tra gli altri, l'Assessore della Provincia di Parma dott.ssa Manuela Amoretti; il sindaco di Sala Baganza, dott. Ferdinando Cigala; il neo eletto sindaco di Fontevivo, dott. Massimiliano Grassi; e molti altri, assessori e funzionari dei molti comuni attraversati dalla Rassegna. Dopo l'introduzione del dott. Mauro Conti, che in qualità di Presidente del Parco Regionale del Taro, che è proprietario della splendida sede della Corte di Giarola, ha fatto gli onori di casa, ed ha tracciato una breve storia della Corte, le cui tracce risalgono abbondantemente a prima dell'anno Mille, ha preso la parola il m Franco Sgrignoli, direttore della Rassegna, per illustrare nel dettaglio i diversi appuntamenti e le molte novità di quest'anno.
Si è incominciato il 20 di giugno alla Corte di Giarola, con la riproposta di quella Festa medioevale che cinque anni fa aveva segnato l'apertura della Corte ad iniziative culturali e di spettacolo, e che molti ancora ricordano come una delle manifestazioni più suggestive ed affascinanti organizzate da Alia Musica. Ci sono state le bancarelle di un antico mercato, con arti, mestieri e mercanzie del milletrecento; e ci sono stati musici, giocolieri, popolani, e persino un falconiere con il suo spettacolare animale. Chi non era presente a Giarola, d'altra parte, ha avuto comunque altre occasioni per partecipare ad una Festa medioevale, dato che quest'anno Alia Musica ne organizza addirittura quattro, ognuna con caratteristiche diverse: dopo Giarola ci sarà infatti la Rocca di Vigoleno il 5 di settembre (con una festa caratterizzata dalla ricostruzione dell'ambiente delle antiche Milizie comunali ), poi la Reggia di Colorno il 26 settembre, e infine la piazza del Duomo di Fidenza per i tradizionali festeggiamenti di San Donnino il 9 di ottobre. E insieme ai figuranti della Festa, naturalmente, ci sarà ogni volta la musica del Medioevo, che resta come sempre il collante fondamentale di tutta la Rassegna.
Anche nel nuovo filone che quest'anno Alia Musica ha inaugurato, quello degli appuntamenti eno-gastronomici, la musica è stata e sarà sempre presente, per lo meno come co-protagonista . Si tratta di una serie di occasioni molto diverse, che hanno però in comune la volontà di puntare l'attenzione sulla cultura del cibo, nel passato come nella tradizione a noi più vicina: Alia Musica, che ha contribuito in questi anni a portare avanti un'azione di recupero, di riscoperta e di valorizzazione sia della musica antica, sia dei contenitori storici sparsi sul percorso dell'antica Via Francigena, cerca da oggi di far qualcosa di analogo anche nei confronti della cultura del mangiare e del bere, che per una volta può mettere d'accordo gli interessi degli storici della vita quotidiana, e le attenzioni degli operatori economici più sensibili del nostro territorio. Tra gli appuntamenti di questo nuovo filone: due cene (il 17 luglio a Fontevivo e il 28 agosto a Fontanellato) appartenenti al circuito Ricordanze di Sapori organizzato dall'Associazione Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, durante le quali Alia Musica si occuperà nello specifico della parte musicale, dando ancor maggiore dignità alla valenza culturali delle due serate (e si tratta dell'inizio di una collaborazione, tra Alia Musica e l'Associazione dei Castelli, che si spera possa proseguire ed approfondirsi negli anni futuri). Tre originali appuntamenti, poi, alla Corte di Giarola, il 30 di giugno, il 7 e il 14 di luglio, tre cene guidate con musica dedicate ad altrettanti aspetti della cucina tradizionale parmigiana: il coordinamento gastronomico e il commento puntuale sono stati a cura del prof. Giovanni Ballarini, apprezzato ed esperto sia nel ruolo di studioso sia in quello di intrattenitore; e l'irrinunciabile presenza della musica è stata affidata alla tastiera di uno dei più amati fisarmonicisti della nostra provincia, Corrado Medioli. Il 17 ottobre, infine, proprio a conclusione della Rassegna, nella Rocca di Sala Baganza si svolgerà una manifestazione interamente dedicata al vino: un concerto-spettacolo dal titolo In vino veritas? , che affronterà alcuni aspetti alcolici del repertorio musicale e letterario del Rinascimento, ed una conferenza-degustazione, condotta ancora una volta dal prof. Ballarini, che si avvarrà del gentile sostegno fornito dal Consorzio Tutela Vini Colli di Parma.
Tra feste e banchetti, però, non vanno dimenticati i concerti, che costituiscono ovviamente il nucleo caratterizzante della Rassegna, con una serie di appuntamenti di altissimo livello, a testimonianza dello sforzo di innalzare continuamente l'interesse e la qualità musicale offerte da Alia Musica: a Fidenza: il 25 giugno l'Ensemble BandAntica la Pifaresca (un complesso di recente formazione, ma che raccoglie un numero impressionante di esperti veterani della musica antica in Italia); il 2 luglio l'ensemble svizzero Lucidarium, ha proposto un programma dedicato a Trovatori, Trovieri e Minnesà nger; e il 10 di luglio, con la straordinaria presenza del gruppo internazionale Oni Wytars, le cui rare apparizioni in Italia sono sempre accompagnate da un eccezionale successo di pubblico (e dovrebbe ricordarsene proprio il pubblico fidentino, che alcuni anni fa aveva acclamato la loro esibizione in una piazza Duomo letteralmente straripante di gente).
Ma gli appuntamenti musicali non si sono fermati certo a Fidenza. Il 18 luglio, a Castell'Arquato, si è esibito l'Ensemble Cantimbanco, con uno spettacolo a metà strada tra musica e recitazione; il 31 luglio l'Ensemble Dolce Vista proporrà un raffinato ed affascinante programma vocale, dedicato alle primissime testimonianze polifoniche dell'Occidente, nella spettacolare cornice della Badia Cavana di Lesignano; il 2 agosto, nel Chiostro dell'Annunziata di Parma, si svolgerà un concerto dell'Ensemble laReverdie, con un programma nato in occasione del settimo centenario petrarchesco, nel quale si alterneranno letture di poeti del Dolce Stil Novo ed esecuzioni musicali di compositori dell' Ars Nova ; il 19 agosto, a Fontevivo, torneranno a grande richiesta i Giullari dell'Allegra Brigata; e il 22 agosto, al Castello di Torrechiara, sarà infine la volta del Consort Veneto, con un concerto dedicato alle battaglie rinascimentali, che sarà preceduto come lo scorso anno da una visita guidata del Castello, accompagnati nelle splendide sale affrescate da Pier Maria Rossi in persona, e cioè dall'attore Cosimo Gigante che interpreterà un testo scritto appositamente da Francesco Barocelli.
E ancora il programma non è completo. Vanno infatti ancora citati due appuntamenti, collegati ai corsi di musica antica e di danza storica che si sono svolti con regolarità quest'inverno, e che sono giunti a conclusione proprio durante l'estate con due veri e propri spettacoli nei quali gli allievi hanno presentato al pubblico gli esiti del loro lavoro. Il 4 di luglio, a Fidenza, si sono esibiti gli allievi del Corso di Danza storica, tenuto da Lucio Paolo Testi; e l'11 di agosto, a Villa Soragna di Collecchio, si svolgerà il concerto conclusivo del Corso di musica antica tenuto dall'Ensemble laReverdie, con un interessantissimo programma musicale dedicato a Hildegard von Bingen e ai Motetti della Scuola di Notre Dame.

Info:
Alia Musica 2004
Ideazione, organizzazione e coordinamento:
MUSA srl Centro di Educazione musicale LIRA
Viale Solferino, 25 43100 Parma
Tel. 0521 255826 Fax 0521 255846
e-mail: info@aliamusica.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.