16° Premio Andrea Parodi 2023, il bando


a cura della Redazione

9 Mag 2023 - Corsi & Concorsi

World Music: è on line il bando del 16° Premio Andrea Parodi, per artisti di tutto il mondo. La scadenza è fissata al 31 maggio 2023. Le finali della nuova edizione a Cagliari dal 12 al 14 ottobre 2023.

Sono ancora aperte le iscrizioni alla 16ª edizione del Premio Andrea Parodi, uno dei più importanti contest europei dedicato alla world music, le cui finali si terranno a Cagliari dal 12 al 14 ottobre 2023.

Per il vincitore e per alcuni dei finalisti sono previsti importanti premi e bonus, a partire da una serie di concerti e di partecipazioni ad alcuni dei principali festival italiani di musica di qualità.

Il Premio è nato per rendere omaggio a Andrea Parodi, musicista sardo di grande rilievo prima con i Tazenda e poi nell’ambito della world music. È realizzato dall’omonima Fondazione con la direzione artistica di Elena Ledda ed ogni anno omaggia il musicista scomparso nel 2006 attraverso sue canzoni proposte dai finalisti e dagli ospiti. Quelle dell’ultima edizione sono disponibili sul canale YouTube della Fondazione, insieme a quelle degli artisti stessi.

Sullo stesso canale inoltre è da pochi giorni disponibile il videoclip di In mézu ô mo’ di Matteo Leone, vincitore dell’edizione 2021

Il video, prodotto dalla Fondazione stessa con Efficio Lucem, anticipa il nuovo album di Leone, “Raixe”, prodotto da Michele Palmas per S’ardmusic e Egea.

Dovranno contenere:

  • 2 brani, di cui uno in concorso (2 file mp3, provini o registrazioni live o realizzazioni definitive, anche già edite; indicare con quale dei due brani si intende gareggiare); i brani non possono essere solo strumentali e devono essere identificativi di un intero progetto artistico legato alla world music;
  • testi ed eventuali traduzioni in italiano dei due brani;
  • curriculum artistico del concorrente (singolo o gruppo).

La scadenza è fissata al 31 maggio 2023.

Per la passata edizione 2022 sono giunte circa 300 iscrizioni, di cui quasi metà provenienti dall’estero.

Anche per il 2023 tra tutti gli iscritti una commissione artistica scelta dall’organizzazione selezionerà, in maniera anonima, i finalisti, che si esibiranno dal vivo nella fase finale davanti ad ampie giurie composte da autorevoli addetti ai lavori, come cantanti, autori, musicisti, responsabili di festival, manager, discografici, uffici stampa, giornalisti, critici musicali, sia italiani che internazionali.

Il vincitore assoluto avrà diritto ad una borsa di studio di € 2.500, oltre alla possibilità di esibirsi in alcuni festival partner del Parodi nel 2024, come l’European Jazz Expo (Sardegna) e Folkest (Friuli), oltre che nello stesso Premio Andrea Parodi.

Il contest darà diritto a un contributo di 10mila euro per effettuare un tour di sei concerti grazie al sostegno di NuovoImaie (con i fondi dell’art.7 L. 93/92) e riservato al vincitore o, in mancanza dei requisiti richiesti dal NuovoImaie, a uno degli altri finalisti.

Il vincitore del Premio della Critica potrà invece realizzare un videoclip professionale di un brano, prodotto dalla Fondazione Andrea Parodi.

Per alcuni dei finalisti del Premio ci sarà inoltre la possibilità di essere invitati da alcuni dei festival partner (come Mare e Miniere, Premio Bianca d’Aponte, Premio Città di Loano per la musica tradizionale italiana, Mo’l’estate Spirit Festival, Musiconnect-italy).

Le precedenti edizioni del Premio sono state vinte: nel 2022 da Ual-la (Catalogna, Spagna), nel 2021 da Matteo Leone (Sardegna), nel 2020 da Still Life (Sicilia/Portogallo), nel 2019 da Fanfara Station (Tunisia, Stati Uniti, Piemonte), nel 2018 da La Maschera (Campania), nel 2017 da Daniela Pes (Sardegna), nel 2016 dai Pupi di Surfaro (Sicilia), nel 2015 da Giuliano Gabriele Ensemble (Lazio), nel 2014 da Flo (Campania), nel 2013 da Unavantaluna (Sicilia), nel 2012 da Elsa Martin (Friuli), nel 2011 da Elva Lutza (Sardegna), nel 2010 dalla Compagnia Triskele (Sicilia), nel 2009 da Francesco Sossio (Puglia).

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.