Un week end alla riscoperta del liutaio Giuseppe Guarneri del Gesù


Redazione

10 Apr 2015 - Musica classica, News classica

Cremona – Sabato 11 e domenica 12 aprile il Museo del Violino di Cremona invita tutti gli appassionati alla riscoperta di Giuseppe Guarneri del Gesù, il solo liutaio la cui fama e il cui talento eguagliano quelli di Antonio Stradivari, dedicandogli un incontro e uno straordinario concerto.
Guarneri, nato a Cremona nel 1698, fu detto “del Gesù” per l’abitudine di firmare i suoi strumenti all’interno della cassa armonica con il cristogramma IHS. Nel corso della sua attività, pur rimanendo fedele ai principi della scuola classica cremonese, Guarneri del Gesù sperimenta innovazioni tecniche e stilistiche e i suoi strumenti, inizialmente poco valutati, sono apprezzati dai grandi interpreti romantici, a cominciare da Paganini, che ne consacrano il mito.

Sabato 11 aprile (ore 11, ingresso libero), Gregg Alf, storico della liuteria e componente del Comitato Scientifico del Museo del Violino, tratteggerà la figura del Maestro cremonese, fra cenni biografici e letture tecniche degli strumenti.

EdoardoZosi_MusiculturaonlineDomenica 12 aprile (ore 11, ingresso 10 euro) salirà sul palco dell’Auditorium Giovanni Arvedi Edoardo Zosi, giovane violinista definito da Salvatore Accardo “uno dei più grandi talenti che io abbia conosciuto”, per un concerto che lo vedrà esibirsi con un violino Guarneri del 1742, appartenente alla Collezione di Stato della federazione Russa. Il prezioso strumento è ora esposto a Cremona nell’ambito del progetto “friends of Stradivari”, la rete mondiale tra collezionisti, musicisti, ricercatori o semplici appassionati di liuteria cremonese.
Zosi è nato a Milano nel 1988, cominciando lo studio del violino all’età di tre anni dapprima con il violinista russo Sergej Krilov e successivamente con Pierre Amoyal. Si perfeziona in seguito con il Maestro Salvatore Accardo presso l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona e l’Accademia Musicale Chigiana di Siena ricevendo il Diploma d’Onore. Nel 2003 vince il Concorso Internazionale per violino e orchestra “Valsesia Musica” dove era il più giovane concorrente. È regolarmente invitato da importanti orchestre quali Stuttgarter Philharmoniker, Nuerberger Symphoniker, Berliner Symphoniker, Orchestra della Svizzera Italiana, Orchestra Sinfonica di Lucerna, Sinfonie Orchester di Wuppertal, Südwestdeutsche Philharmonie di Konstanz, NWD Philarmonie, Prague Chamber Orchestra, Orchestre National de Montpellier, RTE Symphony Orchestra di Dublino, Orchestra Nazionale “Santa Cecilia”, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestra del Teatro San Carlo di Napoli, Orchestra Sinfonica Siciliana e collabora con grandi direttori quali Alan Buribayev, Enrique Diemecque, Gabriel Feltz, Hannu Lintu, Dmitri Sitkovetsky, Muhai Tang, Alexander Vedernikov. Si esibisce regolarmente nelle più importanti stagioni concertistiche italiane con artisti quali Salvatore Accardo, Pierre Amoyal, Paul Badura-Skoda, Bruno Canino, Rocco Filippini, Bruno Giuranna, Igor Levit, Aleksandar Madzar, Plamena Mangova, Antonio Meneses, Stefania Redaelli, Fazil Say, Anatol Ugorski. Insegna violino al Conservato¬rio “Puccini” di La Spezia.
Il concerto prevede l’esecuzione de La Ciaccona, quinto e ultimo movimento della Partita in Re minore per violino solo BWV 1004 di Johann Sebastian Bach, oltre a Poème op. 25 di Ernest Chausson, ispirata al racconto La canzone del trionfo d’amore di Turgenev, e a Notturno e Tarantella op.28 di Karol Szymanowski, dove ritmi andalusi e atmosfere italiane sono descritte con colori tonali di impronta impressionista.
Al fianco di Zosi, al pianoforte, ci sarà anche Stefania Redaelli, che si è diplomata presso il conservatorio Giuseppe Verdi con il massimo dei voti. Suoi insegnanti sono stati Ernesto Esposito, Bruno Canino e Murray Perahia per il pianoforte e Paolo Borciani, Corrado Roma¬no e Norbert Brainin per la musica da camera. Ha collaborato con artisti quali, fra gli altri, Salvatore Accardo, Massimo Quarta, Bruno Giuranna, Mario Brunello, Alan Meunier, Cecilia Bartoli, suonando in importanti sedi concertistiche: Wigmore Hall a Londra, Boston Symphony Hall, Schauspielhaus a Berlino, Cemat Resit ad Istambul, festival di Stresa, Teatro San Carlo di Napoli…ha effettuato tournée in Sud America, Cina, Stati Uniti ed in molte città europee. Ha inciso per Warner Fonit Cetra, Brilliant, Stradivarius, Ricordi, ASdisc. Insegna musica da camera presso il conservatorio di Vicenza.

Per maggiori informazioni e prevendita dei biglietti: Museo del Violino (0372.080.809 –
Biglietteriamdv@teatroponchielli.it)

Tag:, , , , , , ,