Le International Master Classes dell’Accademia Maria Malibran


Redazione

25 Ago 2015 - Altre Arti, Eventi e..., Corsi & Concorsi

Continuano anche a settembre e ottobre le International Master Classes di Perfezionamento Professionale Musicale dell’Accademia Maria Malibran di Altidona che coinvolgono docenti di altissimo livello e si presenta ricco e nutrito, spaziando dal classico al Jazz fino ad arrivare al Rock Pop.
Al termine di ogni Master Class si terrà il Concerto Finale dei migliori Corsisti.

SETTEMBRE
MASTER CLASS CHITARRA JAZZ
M° FABIO ZEPPETELLA
18 – 20 settembre 2015

FABIO ZEPPETELLA
zeppetella_MusiculturaonlineFabio Zeppetella è uno tra i migliori chitarristi e compositori italiani affermatosi nell’attuale scena jazz nazionale ed europea. Dotato di una tecnica ineccepibile e di grande sensibilità musicale, si avvale di un linguaggio unico e molto personale, frutto di uno studio sempre votato alla ricerca di uno stile che negli anni ha reso proprio. È arrivato all’elaborazione di un suono del tutto originale passando dalla tradizione e dalla musica di maestri come Charlie Cristian e Wes Montgomery all’evocazione del be-bop e dell’hard-bop degli anni sessanta. Nel suo fraseggio si scoprono gli aspetti dominanti di un linguaggio mai scontato, a volte virtuoso a volte dolce ma sempre essenziale, dimostrando una particolare attenzione al significato delle singole note e delle “linee in movimento” che da esse vengono prodotte. Le sue caratteristiche dominanti sono costituite dalla freschezza e dalla forza insite nel modo originale di interpretare la musica, e da un particolare lirismo nel quale appare evidente la volontà di ricercare un legame tra poesia e musica. Il suo dinamismo e la sua poliedricità si concretizzano nell’adesione a numerosi progetti musicali che vanno dal jazz puro alle contaminazioni con il Funk e l’R&B.
Numerose le collaborazioni con Kenny Wheeler (cd Moving lines 1995 DDQ), Lee Konitz, Tom Harrell (cd The Auditorium session 2008 PdM), Enrico Rava (cd Spirit, energy, presence 2005 Braveartrecords) , Paolo Fresu (cd Greetings from Pozzuoli 1998 Challenge), Aldo Romano e Danilo Rea (cd Jobim variations 2009 Universal Emarcy), Emmanuel Bex e Roberto Gatto ( cd A tribute to Wes Montgomery 1998 Philology e cd No clue 2010 Braveartrecords), Steve Grossman, Javier Girotto, Nicola Stilo, Stefano Bollani, Rosario Giuliani, Fabrizio Bosso, Gegè Telesforo (cd Love and other contraddiction 2007 Groovemasteredition), Stefano Di Battista, Maurizio Giammarco, Gianluca Petrella, Fabrizio Sferra, Ares Tavolazzi, Ramberto Ciammarughi, Heyn Van De Geyn, Aaron Goldberg Greg Hutchinson Matt Penman (cd “Handmade” 2014 Jandomusic) e molti altri.
Quota di partecipazione € 180,00
Scadenza iscrizioni 8 settembre 2015


MASTER CLASS DI CHITARRA
M° THOMAS MUELLER PERING
21 – 26  settembre 2015

THOMAS MUELLER PERING
Thomas Müller–Pering è nato nel 1958 a Colonia, in Germania e già all’età di tredici anni frequenta il suo primo corso di chitarra. Ha studiato presso l’Accademia Musicale di Aachen con il maestro Tadashi Sasaki e nel 1980 ha conseguito la Laurea Magistrale in Discipline della Musica e dello Spettacolo.thomas-mueller-pering_musiculturaonline
Durante questo periodo partecipa inoltre a numerose International Master Classes tenute da luminari quali Siegfrid Behrend, José Tomas Oscar Ghiglia e John Williams.
Thomas è uno dei pochi fortunati chitarristi che ha vinto il Premio presso il prestigioso Concorso di Musica Classica istituito dalla televisione tedesca ARD a Monaco di Baviera.
Nel 1983 ha vinto il primo premio al Concurso Internacional de Musica a Vina del Mar (Cile) e il Premio per Giovani Artisti di Nordrhein-Westfalen in Germania.
Müller-Pering si è esibito come solista in numerose tournée in tutto il mondo, dall’Europa all’America e ha inciso un due CD in Giappone e nel 1988 è uno tra i primi chitarristi produrre un video recital della durata di 60 minuti. Suona anche in diversi Ensembles di Musica da Camera insieme  all flautista Wally Hase e al violinista Friedemann Eichhorn.
Nel 1991 registra per la EMI le Danzas Espanolas di Enrique Granados in collaborazione con Manuel Barrueco. Dal 1980 Thomas Müller-Pering insegna presso l’Accademia Musicale di Aachen  e nel 1997 è stato nominato Professore di chitarra presso la Hochschule für Musik Franz Liszt di Weimar, Germania. Egli viene spesso invitato in qualità di professore a corsi, seminari, congressi e in qualità di giudice a concorsi nazionali ed internazionali.
Tra il 2003 e il 2005 è stato membro del rinomato ensemble di chitarre W.G.E, oggi chiamato United Guitars. Nel 2006 riceve il “German Record Critic’s Award” e nel 2007 il premio Leopold.
Quota di partecipazione € 250,00
Scadenza iscrizioni 31 agosto 2015

 

OTTOBRE
MASTER CLASS DI CANTO
M° LUCIANA D’INTINO
5 – 10  ottobre 2015

LUCIANA D’INTINO
luciana-d-intino_MusiculturaonlineUna delle migliori e più apprezzate voci di mezzosoprano dei nostri tempi, dopo il memorabile successo in Aida al Covent Garden fu definita dal Sunday Times come «un glorioso mezzosoprano […] la cantante più entusiasmante nel suo ruolo emersa dall’Italia degli ultimi anni». Particolarmente apprezzata nel repertorio italiano e francese, Luciana D’Intino è regolare ospite dei teatri quali: Teatro alla Scala, Metropolitan di New York, Covent Garden, Wiener Staatsoper, Staatsoper unter den Linden di Berlino, Bayerische Staatsoper a Monaco, Opernhaus di Zurigo, Teatro Municipal di Santiago del Chile, Maggio Musicale Fiorentino, La Fenice di Venezia, Teatro Comunale di Bologna, Opera di Roma, San Carlo di Napoli, Regio di Parma e Rossini Opera Festival, collaborando con direttori d’orchestra quali Accardo, Baremboim, Bychkov, Chung, Davis, Gatti, Levine, Maazel, Mehta, Muti e Prêtre.
Quota di partecipazione € 350,00 comprensiva di pianista accompagnatore
Scadenza iscrizioni 14 settembre 2015


MASTER CLASS DI CANTO
M° DANIELA DESSÌ
20 – 23 ottobre 2015

DANIELA DESSÌ
dessi_Musiculturaonline
Daniela Dessì è oggi considerata uno dei soprani più importanti al mondo, interprete di riferimento per il repertorio verdiano, pucciniano e verista. La sua bellissima voce, la tecnica impeccabile e uno straordinario istinto drammatico le hanno permesso di spaziare da Monteverdi a Prokof’ev e di affrontare più di settanta titoli operistici, come testimonia la motivazione di “soprano assoluto” con cui le è stato conferito il Premio Belcanto “Celletti” nel 2011.
Nata a Genova, si è diplomata in canto e pianoforte al Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, specializzandosi più tardi in canto da camera all’Accademia Chigiana di Siena. Il suo debutto nella città natale con La serva padrona di Pergolesi, al Teatro dell’Opera Giocosa, segna l’inizio di una carriera luminosa. Richiesta nei
eatri e nei festival più importanti del mondo, ha collaborato con i più autorevoli direttori d’orchestra, tra cui Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Daniele Gatti, Gianluigi Gelmetti, Carlo Maria Giulini, Carlos Kleiber, James Levine, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli e con registi del calibro di Roberto De Simone, Pier Luigi Pizzi, Luca Ronconi, Giorgio Strehler, Franco Zeffirelli.
È degna di nota la vastità del suo repertorio: dal barocco e dal Settecento musicale – spiccano le grandi interpretazioni mozartiane di Don Giovanni, Le nozze di Figaro, Così fan tutte e La clemenza di Tito eseguite sotto la direzione di Riccardo Muti – attraversa l’Ottocento con i capolavori di Rossini, Bellini, Donizetti e Verdi, e approda al primo ’900.
Assecondando l’evoluzione della propria vocalità, Daniela Dessì è diventata quindi punto di riferimento nel panorama lirico internazionale del repertorio verdiano, pucciniano e verista, come testimoniano alcuni eventi significativi: è stata ad esempio la prima cantante italiana ad aver interpretato in Italia e nella stessa sera i tre ruoli del Trittico di Puccini (Giorgetta, Suor Angelica e Lauretta) e la prima e unica interprete occidentale a portare Madama Butterfly a Nagasaki, in Giappone, con una tournée del Festival Pucciniano di Torre del Lago.
Tra i suoi maggiori recenti successi vanno menzionati Tosca a Firenze, dove ha eseguito il bis di “Vissi d’arte”, a 52 anni di distanza dall’ultimo bis di un’aria concesso da Renata Tebaldi; Madama Butterfly a Roma e a Palermo, Adriana Lecouvreur a Barcellona, Tosca ad Atene e a Berlino, i concerti a San Paolo in Brasile in duo con Fabio Armiliato, suo compagno nella vita e nell’arte, La forza del destino a Liegi, Aida all’Arena di Verona, il Galà verdiano al Teatro Madlenianum di Belgrado sempre con Fabio Armiliato. Il ritorno al ruolo di Mimì nella Bohème con la regia di Ettore Scola andata in scena al 60° Festival Pucciniano di Torre del Lago è stato un nuovo, straordinario successo di pubblico e di critica.
Negli ultimi anni Daniela Dessì ha aggiunto al suo già vasto repertorio alcuni ruoli importanti, molto diversi tra loro, dando così ulteriore prova di versatilità e grande perizia tecnica.
Il debutto a Bologna in Norma, nel 2008, le è valso il Premio Abbiati, prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana. Nel 2011 ha interpretato per la prima volta La Gioconda di Amilcare Ponchielli al Teatro
Massimo di Palermo e i Vier letzte Lieder di Richard Strauss con l’Orchestra Sinfonica di Roma. L’anno successivo, a Marsiglia, ha debuttato nel ruolo di Paolina nel Poliuto di Donizetti e, a distanza di un mese, è stata Turandot nell’omonima opera di Giacomo Puccini al Teatro Carlo Felice di Genova, riscuotendo sempre unanime consenso di pubblico e di critica.
Un altro trionfale debutto, nel 2013, è quello nel ruolo di Santuzza in Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni al Taormina Festival.
Un’ulteriore sfida ha aperto il 2014 e segnato una nuova tappa della sua straordinaria carriera: dopo il recital di arie da camera e operistiche al Teatro Petruzzelli di Bari, Daniela Dessì è tornata al Teatro Carlo Felice di Genova nel doppio ruolo di interprete e, per la prima volta, di regista della Madama Butterfly di Puccini.
Il calore con cui il pubblico genovese ha applaudito la sua intensa interpretazione ha decretato il successo di questa nuova esperienza.
Tra i prossimi impegni vi sono Fedora al Teatro Carlo Felice di Genova e Tosca al Festival Pucciniano di Torre del Lago.
Daniela Dessì riserva inoltre un’attenzione costante al repertorio cameristico e a quello sacro: il suo recital Novecento Italiano Rarities è stato presentato con grande successo al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 2012, e poi ripreso all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma.
Da un recente progetto, interamente dedicato a brani di tutte le epoche che mettono in musica il testo dell’Ave Maria, nascono una serie di concerti e il CD Ave Maria prodotto da Decca. Unica nel suo genere, questa incisione va ad aggiungersi alla già ampia discografia di Daniela Dessì, che annovera titoli per le maggiori etichette discografiche (oltre a Decca, con la quale ha da anni un consolidato rapporto, EMI, Deutsche Grammophon, Philips, SoloVoce, Universal per citarne solo alcune).
Daniela Dessì dedica parte del suo tempo all’insegnamento e ha partecipato a diversi programmi televisivi per la divulgazione dell’opera lirica.
Accanto al Premio Belcanto “Celletti” e al Premio Abbiati, nel corso della sua carriera ha ricevuto altri importantissimi premi; tra i più recenti si possono menzionare l’International Opera Award – Oscar della lirica 2013, il Premio Giacomo Puccini a Torre del Lago nel 2001, il Premio Zenatello dell’Arena di Verona nel 2000 e, di recente, il Premio Donne Eccellenti 2013, il Premio Donna Leader assegnatole dall’EWMD e il Pavarotti d’Oro 2014.
Quota di partecipazione € 400,00 comprensiva di pianista accompagnatore
Scadenza iscrizioni 29 settembre 2015


MASTER CLASS DIREZIONE D’ORCHESTRA – REPERTORIO LIRICO CON CANTANTI IN RESIDENCE E ORCHESTRA DEL ’700 ITALIANO
M° ALFREDO SORICHETTI
28 ottobre – 1 novembre 2015

ALFREDO SORICHETTI
sorichetti_MusiculturaonlineAlfredo Sorichetti svolge una prestigiosa attività di direttore d’orchestra in vari paesi del mondo. Il suo debutto nella Sala d’Oro del Musikverein di Vienna con la Bohuslav Martinu Philharmonic Orchestra è stato salutato con una standing ovation dal pubblico viennese.
Su invito di John Axelrod ha diretto una serie di concerti in varie città della Francia con l’Orchestre National des Pays de la Loire.
Con grande successo ha diretto nella 50° Stagione Lirica (2014) del Macerata Opera Festival allo Sferisterio.
In Corea del Sud, invitato dalla Daejeon Philharmonic Orchestra, ha diretto un programma comprendente la Sinfonia n. 5 di Shostakovich. A Città del Messico e Toluca ha diretto con grande successo di critica la Sinfonia n. 6 “Patetica” di Cajkovskij con l’Orquesta Sinfonica del Estado de Mexico. A Yerevan in Armenia, alla Khachaturian Concert Hall, ha diretto il Concerto per violino e orchestra di Berg e la Sinfonia “Italiana” di Mendelsshon con l’Armenian Philharmonic Orchestra. A Praga nella Smetana Hall e nella Dvorak Hall Rudolfinum si è esibito varie volte dirigendo tra l’altro opere di Dvorak (Sinfonia “Dal nuovo mondo”) e Smetana (La Moldava) con orchestre ceche quali la North Czech Philharmonic, la Czech Chamber Philharmonic e la Hradek Kralové Philharmonic. In Germania, alla Herkulessaal di Monaco, ha diretto l’Orchestra Dacapo Kammerphilharmonie München con in programma la Sinfonia “Eroica” di Beethoven e il Doppio Concerto di Brahms. Al Teatro di Trier ha diretto Das Philharmonische Orchester con un programma di opera italiana in collaborazione col Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno. In Spagna ha diretto con grande successo la prima esecuzione spagnola del Concerto per marimba, tromba e orchestra di Ignatowicz con l’Orquesta Sinfonica de Cuidad de Elche.
Alfredo Sorichetti ha inoltre diretto negli Stati Uniti d’America la Chattanooga Symphony, in Russia la Saint Petersburg Academic Orchestra, a Sofia la Sofia National Philharmonic, in Thailandia al Music and Dance Festival di Bangkok e in Cina nelle concert hall di Pechino, Shanghai, Hefei, Xuzhou e Zhongshan.
In Italia si è esibito a Milano nella Sala Verdi del Conservatorio dove ha diretto l’Orchestra UECO e l’Orchestra Guido Cantelli con i solisti dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano Simonide Braconi e Giuseppe Ettorre; sempre nella Sala Verdi ha diretto un programma comprendente composizioni per chitarra e orchestra di M.Arnold e J.Francaix col chitarrista Emanuele Segre.
A Roma al Festival di Nuova Consonanza è stato invitato a dirigere un programma di musica contemporanea registrando per RAI3.
Ha diretto inoltre l’Orchestra Internazionale d’Italia, l’Orchestra Regionale delle Marche (FORM), dell’Orchestra della Magna Grecia e dell’Orchestra Sinfonica di Sanremo.
Nel 2009 ha fondato l’Orchestra e Coro del ‘700 Italiano della quale è Direttore Musicale e con la quale si è esibito, tra l’altro, a Jesi per la Fondazione Pergolesi Spontini nel Concerto Celebrativo del III centenario della nascita di Pergolesi, nella Basilica Superiore di Assisi, al Teatro dell’Aquila di Fermo registrando il Requiem di Mozart in dvd.
Alfredo Sorichetti è attivo sia in ambito sinfonico che operistico; ha diretto La traviata e La bohème al Teatro Marrucino di Chieti, Evgenio Onegin al Celjakinsk Opera House e Rigoletto al Ceboxsary Opera House (Russia), Madama Butterfly al Teatro D’Annunzio di Pescara, Il barbiere di Siviglia e Il signor Bruschino di Rossini al Civitanova Festival, una selezione de Die Zauberflöte al Teatro dell’Aquila di Fermo e molti concerti d’opera collaborando tra gli altri con Raina Kabaivanska, Inès Salazar, Sonia Ganassi, Susanna Branchini, Maria Pia Piscitelli, Riccardo Zanellato e Iano Tamar.
Particolarmente attento alla valorizzazione delle nuove generazioni di cantanti, è fondatore e direttore artistico del Concorso Lirico Internazionale “Anita Cerquetti” e dell’omonima Accademia.
Già nei primi anni della sua attività (1990-2000) ha sviluppato una importante esperienza come direttore ospite di storiche orchestre della Russia (San Pietroburgo, Mosca, Ulianovsk, Kislovodsk), Romania (Bucarest, Bacau, Ploiesti), Moldavia (Kishinau, Orchestra Filarmonia Nazionale e Orchestra della Radiotelevisione) e Ucraina dove al Teatro dell’Opera di Kiev ha diretto l’Ukranian Symphony Orchestra e la Radio and Television National Symphony Orchestra of Ukraine (NRCU).
Nel 2004 ha vinto l’Orchestra Favorite Award al Concorso Internazionale per Direttori d’Orchestra “Vahtang Jordania” di Kharkov; a seguito di questo premio è stato nominato Principale Direttore Ospite dell’Orchestra Filarmonica di Kharkov dal 2005 al 2007.
Alfredo Sorichetti è anche un raffinato pianista; si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro con Giovanni Valentini e ha frequentato delle masterclass con Sergio Fiorentino. Ha vinto il Secondo Premio al Concorso Pianistico di Ravenna (1985) e il Terzo Premio al Concorso Pianistico di Roma (1991). Suona regolarmente in vari gruppi cameristici e in recital pianistici.
Le sue direzioni sono state oggetto di entusiastici consensi da parte della critica: “Il Maestro Sorichetti evoca col suo temperamento una perfetta armonia tra solisti, orchestra e direttore” (Badener Zeitung); “Alfredo Sorichetti, artista di spicco nell’ambito della direzione d’orchestra, ha saputo creare un’atmosfera suggestiva di chiaroscuri musicali in una dinamica incalzante …” (Avvenire).
I suoi prossimi impegni prevedono, nella stagione 2014-2015, la direzione di concerti con l’Orchestra Sinfonica di Grosseto, con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo e con l’Orchestra Mitteleuropa del Friuli Venezia Giulia; con l’Orchestra e Coro del ’700 Italiano dirigerà a Loreto la XXII edizione del Concerto di Mezza Estate. Tornerà inoltre in Cina e a Praga nella Smetana Hall con la North Czech Philharmonic Orchestra.
Nato nel 1966, ha studiato Composizione con Cesare Celsi e Direzione d’Orchestra all’Accademia Musicale Pescarese con Donato Renzetti e successivamente all’Accademia Chigiana di Siena con Ilya Musin e Myung-Whun Chung.
Nel dicembre 2014 il comune della sua città lo ha insignito del titolo “Civitanovese nel Mondo” per la sua prestigiosa carriera internazionale di direttore d’orchestra.
Quota di partecipazione €350,00
La quota di partecipazione è comprensiva del pianista accompagnatore per la direzione al pianoforte e per le prove musicali insieme ai cantanti
Scadenza iscrizioni 7 ottobre 2015

Tag:, , , , , , ,