II edizione FESTIVAL DELLA COMUNICAZIONE


Redazione

9 Set 2015 - Altre Arti, Eventi e..., Festival, Letteratura, Varie

Logo Festival della Comunicazione Camogli 2015_MusiculturaonlineDopo il successo della prima edizione con 20.000 presenze di pubblico e un coinvolgimento ben più ampio sui social network, torna a Camogli da giovedì 10 a domenica 13 settembre 2015 il Festival della Comunicazione. La manifestazione, ideata e diretta da Rosangela Bonsignorio e Danco Singer, è promossa da Regione Liguria e dal Comune di Camogli.
Quattro giornate dedicate ad approfondire uno degli aspetti fondanti di ogni comunicazione, il linguaggio, vedranno la partecipazione di oltre 110 ospiti, che si alterneranno tra conferenze, tavole rotonde, laboratori, mostre, escursioni, spettacoli e un’installazione ambientale.
Gli interventi saranno suddivisi in quattro grandi aree: il linguaggio della cultura digitale; il linguaggio scientifico; il linguaggio delle arti e il linguaggio delle imprese. L’iniziativa si avvale ancora una volta della “guida” di Umberto Eco, la cui lectio magistralis “Tu, Lei, la memoria e l’insulto” chiuderà il festival.
Il mondo della musica e dei suoi linguaggi sarà esplorato attraverso incontri, reading e concerti.
La specialista del mondo classico Eleonora Rocconi venerdì 11 settembre spiegherà come “Comunicare la musica, comunicare in musica: la lezione degli antichi greci”. In tutte le lingue occidentali, la parola musica deriva dal greco. Nella civiltà degli antichi la parola poetica era indissolubilmente legata a ritmo e melodia, che le conferivano un potere comunicativo straordinario e, ancora oggi, per noi paradigmatico.
Domenica 13 settembre Uto Ughi, violinista italiano che ha suonato in tutto il mondo con le più rinomate istituzioni e i più grandi direttori d’orchestra, affronterà “Il linguaggio della musica”.
Con la scrittura, le melodie e la recitazione si possono realizzare infinite narrazioni. Sabato 12 settembre le scrittrici Angela e Julie Scipioni si esibiranno in “Donne che si raccontano: il nuovo femminismo”, reading musicale in cui riprenderanno il filo conduttore del loro libro Iris & Lily.
Il romanzo esplora i rapporti di famiglia, di amore ma è anche una storia di autorealizzazione, del superamento delle limitazioni, reali e immaginarie, imposte a due donne dalla loro provenienza, dai loro matrimoni, dalla società in cui vivono: la storia della liberazione del loro potenziale femminile.
Nel corso della presentazione Julie Scipioni canterà alcuni brani di Rick McKown, accompagnata dai musicisti Maurizio Cassinelli e Giorgio Usai.
Il romanziere e musicista Andrea De Carlo domenica 13 settembre leggerà estratti da alcuni tra i suoi diciotto romanzi nel reading musicale “Tra parole e musica”. A brani tratti da Treno di panna, Due di due e Cuore primitivo, si alterneranno musiche eseguite da lui stesso alla chitarra, in compagnia di amici musicisti alla batteria, al basso e alle tastiere. Un reading-concert che trasmetterà al pubblico le sensazioni e gli stati d’animo di un romanziere che da sempre ama confrontarsi con linguaggi diversi.
A chiudere le giornate ricche di conferenze, tavole rotonde, laboratori per grandi e bambini, escursioni, mostre, sono previsti tre spettacoli per esplorare il mondo della comunicazione, attraverso il linguaggio della musica.
Giovedì 10 settembre sarà in scena il concerto del fisarmonicista e compositore Gianni Coscia con il musicista jazz Gianluigi Trovesi
Giorgio Conte_Festival della Comunicazione_MusiculturaonlineIl cantautore Giorgio Conte si esibirà venerdì 11 settembre in “Cascina Piovanotto”, prosecuzione di un tour che lo porta, da più di vent’anni, a calcare i palcoscenici internazionali.
Chiamarlo concerto sarebbe riduttivo: è un mix tra le canzoni tratte dall’ultimo album “Giorgio Conte 2014 Cascina Piovanotto”, registrato e missato nella sua casa, e il suo immenso repertorio d’autore e da chansonnier affermato. Il tutto sarà accompagnato da aneddoti che coinvolgeranno e renderanno partecipe il pubblico. Lo spettacolo è all’insegna di quella classe, quell’ironia, quella leggerezza e voglia di vivere che lo contraddistinguono da sempre, da vero istrione che sa trasformare un concerto in un evento unico ed indimenticabile, facendolo definire dalla stampa “umorista che sa commuovere ed intellettuale che strizza l’occhio alle persone comuni”.
Domenica 13 settembre sarà la volta di “All you need is love! L’economia spiegata con i Beatles” di e con Federico Rampini per la regia di Angelo Generali, in collaborazione con il Comune di Cagli – Istituzione Teatro Comunale e Festival dell’economia di Trento 2014. I Beatles, cresciuti nella Liverpool povera degli anni Cinquanta, non solo hanno rivoluzionato la pop music, ma in alcuni brani hanno “intuito” drammi e sfide dell’economia contemporanea. Le loro canzoni, composte in un periodo di cambiamenti travolgenti, sono ricche di spunti per parlare di economia in modo semplice, divertente, provocatorio. “Taxman” prefigura le rivolte fiscali. “Get Back” nasce come una satira dei primi movimenti xenofobi e anti-immigrati. “When I’m 64” anticipa la crisi del Welfare State da shock demografico. “Eleanor Rigby” e “Lady Madonna” evocano la nuova povertà che è in mezzo a noi. “Across the universe” con il suo richiamo al viaggio in India dei Beatles, ricorda quell’ “orientalismo” che precedette la globalizzazione. Rampini, accompagnato sul palco da Roberta Giallo e Valentino Corvino, attraverso questi testi, e molti altri, propone una chiave di lettura innovativa per affrontare la crisi economica e immaginare un futuro migliore.
Alcuni degli ospiti di quest’edizione: il linguista Tullio De Mauro; l’architetto Massimiliano Fuksas; i registi Pupi Avati e Marco Tullio Giordana; il critico cinematografico Enrico Ghezzi; l’economista Lucrezia Reichlin; l’enigmista Stefano Bartezzaghi; gli storici Alessandro Barbero e Andrea Riccardi; i filosofi Maria Tilde Bettetini, Riccardo Fedriga, Maurizio Ferraris e Maria Teresa Fumagalli; lo storico dell’alimentazione Massimo Montanari; l’ex magistrato Gherardo Colombo e i magistrati Edmondo Bruti Liberati e Piercamillo Davigo; il ministro della difesa Roberta Pinotti; i blogger Matteo Bordone, Silvio Gulizia e Anna Venere e lo youtuber Daniele Doesn’t Matter; Luna Orlando di #TwitSofia; gli autori televisivi Piero Angela e Carlo Freccero; la presidente Rai Monica Maggioni; gli studiosi del mondo classico Maurizio Bettini e Ivano Dionigi; lo psicologo Giuseppe Maurizio Arduino; il matematico Claudio Bartocci; Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’IIT; il fisico Marco Delmastro; l’esperto di bioetica Gilberto Corbellini; il geologo Mario Tozzi; i giornalisti Natalia Aspesi, Corrado Augias, Pierluigi Battista, Mario Calabresi, Alessandro Cassinis, Aldo Cazzullo, Furio Colombo, Roberto Cotroneo, Ferruccio De Bortoli, Concita De Gregorio, Aldo Grasso, Gad Lerner, Carlo Rognoni, Massimo Russo, Beppe Severgnini e Marco Travaglio.
Per il mondo delle imprese: il presidente di Assicurazioni Generali Gabriele Galateri di Genola; il presidente di ERG Edoardo Garrone; l’amministratore delegato e direttore generale del gruppo Finmeccanica Mauro Moretti; l’AD di FS Italiane Michele Mario Elia; Federico Ghizzoni, amministratore delegato di Unicredit; il presidente di Iren Francesco Profumo; Luigi De Siervo, amministratore delegato Rai Com; il cofondatore di Storyfactory Andrea Fontana; Umberto Tombari, presidente del consiglio di amministrazione della Fondazione “Ente Cassa di Risparmio di Firenze”; il direttore comunicazione Rai Costanza Esclapon.
Oltre alle conferenze e alle tavole rotonde, il festival prevede laboratori studiati appositamente per le diverse fasce d’età.
Per ragazzi e adulti le proposte sono realizzate in collaborazione con l’IIT (Istituto Italiano di Tecnologia di Genova), Twitter Italia e Talent Garden. In collaborazione con Costa Edutainment sarà la “Degustazione sostenibile” con lo chef Alessandro Dentone.
Si arricchisce quest’anno il programma dedicato ai più piccoli, con diversi appuntamenti: “Lupi di mare al mare”, “Smidollato o vertebrato al microscopio”, “Coderdojo”, “Tra cielo e mare: atelier di pittura”, “Pesca il pesce giusto”, Robot plantomorfi e nuove tecnologie e “Eco Enigmistica”.
Oltre ai tre spettacoli musicali, salirà sul palcoscenico Marco Travaglio con “Slurp! Lecchini, cortigiani & penne alla bava. La stampa al servizio dei potenti che ci hanno rovinati”.
Quattro le mostre collaterali: “Danzando con la mente, ritratti di Leonardo Cendamo”; “Zoom – Fotografia Italiana dalla Collezione Remotti”, a cura di Francesca Pasini; “Cibo 2.0 e comunicazione” a cura della galleria P46; “Quei pesci che vengono da lontano”, di Carlo Rognoni.
In programma tre escursioni in mare nell’Area Marina Protetta del Promontorio di Portofino e quattro passeggiate sul Monte di Portofino.
Tutte le iniziative sono gratuite e aperte al pubblico fino ad esaurimento posti.

Per prenotare online l’accesso agli eventi: www.festivalcomunicazione.it

Tag:, , , , ,