Oberlunar presenta il video di “From Contrapunctus XIII of J.S.Bach”, brano estratto dall’opera “Destructured Bach”


a cura della Redazione

1 Feb 2022 - Commenti classica, Video

Esce oggi, 1 febbraio, From Contrapunctus XIII of J.S.Bach il singolo di Oberlunar estratto dall’opera Destructured Bach, musica creata da un’Intelligenza Artificiale che, invece di simulare Bach, l’ha destrutturato e disimparato.

La ricerca porta nello specifico ad una musica con emozioni contrastanti, mancanza di chiusure armoniche/melodiche, polifonie strane e fluttuanti. Nel complesso un esperimento molto interessante e sicuramente un primato nella storia della musica.

Oberlunar in questo video si presenta oltre che come compositore, anche come attore e regista.«L’idea dietro al video – spiega Oberlunar – è di associare il flusso della coscienza musicale artificiale con lo scorrere dell’acqua dal calmo e piatto al turbolento come dai ruscelli alle cascate, dai laghi ai fiumi in piena».

La seconda metafora nel video è quella di una scatola di metallo con dentro delle fave di cacao che viene considerata un calcolatore. Francis Oberlunar conta le fave di cacao come se fosse intento a creare algoritmi per la composizione. Dopodiché resta ad ascoltare e guardare cosa succede. Esprimendo in tal senso, il destino e l’attitudine del meta-autore (meta-compositore).

La terza immagine ricorrente nel video è la rappresentazione della rete neurale che riprende l’immagine di un ragazzo vestito di bianco puro. Poiché gli algoritmi creati dal compositore considerano le melodie di Bach specchiate, l’IA personificata cammina guardandosi allo specchio mentre diversi Diabolus in musica appaiono lungo il tragitto.

Infine i 4 fantasmi sono i quattro “cevelli artificiali” che interagiscono per generare le parti armonico/melodiche: note, intensità, tempo e durata. La scelta stilistica è un chiaro riferimento ad A scanner darkly un film del 2006 di Richard Linklater con Keanu Reeves.

«Un grazie speciale va alla mia ragazza Dolores Durante – conclude Oberlunar – che mi ha supportato nel processo creativo, nella regia e nelle riprese».

BIOGRAFIA

Francesco Bardozzo in arte Francis Oberlunar, è un giovane ricercatore universitario e compositore. Nel 2021, ha conseguito un dottorato di ricerca (PhD summa cum laude) in intelligenza artificiale. Durante la sua carriera accademica, nel 2018, incomincia a sviluppare intelligenze artificiali generative con l’intento di creare musica e studiare il sottile confine tra l’interpolazione delle macchine e la capacità di estrapolazione degli esseri umani. Il suo approccio alla musica ed alla composizione ha un’importante caratteristica sperimentale e scientifica. Nel suo primo lavoro/esperimento, pubblicato nel 2020, Adhal (“Ad hostibus alia” acronimo latino di “ciò che è diverso al nemico”), è messo in evidenza la sfida distopica tra l’intelligenza artificiale e l’uomo, come nella celebre partita a scacchi tra Garry Kasparov e Deep Blue. Grazie al suo primo lavoro, Oberlunar raggiunge il primato di primo compositore italiano ad utilizzare in modo estensivo tecniche di composizione generativa basata su IA. Nello stesso anno, Last.fm lo classifica tra i primi 12 “top experimental piano artists” al mondo e l’AI-ISIA dell’Università degli Studi di Firenze lo nomina responsabile scientifico nel settore musica e intelligenza artificiale. Nel 2021, rispetto ad altre AI commerciali, pubblica il suo secondo esperimento (Destructured Bach). In questo lavoro Oberlunar configura una rete neurale che cerca di destrutturare e disimparare Bach, cercando di renderlo quanto più anti-emozionale possibile. Per la prima volta, la rete neurale utilizzata per creare Destructured Bach ha duettato con un essere umano toccando un altro primato tutto italiano. All’evento, raccontato su La Reppublica, ha partecipato anche Marco Castoldi in arte Morgan.

Info, Social e Contatti

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.