Moncalieri (TO): risultati del Concorso Lirico


Valter Carignano

31 Gen 2002 - Commenti classica

Si è svolto nei giorni 8 e 9 dicembre 2001, presso la Scuola Civica di Musica “Sen. P. Canonica” di Moncalieri (TO) il Primo Concorso Internazionale di Canto Lirico e da Camera “Nino Carta”, realizzato dall'associazione torinese “L'Opera Rinata” in collaborazione con l'associazione “Pietro Canonica” e con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Moncalieri.
La scelta di dedicare la manifestazione al baritono Nino Carta, recentemente scomparso, è stata dettata dal desiderio di onorarne la memoria e dal tentativo di ricambiare in qualche modo la sua grande generosità .
Io ho purtroppo conosciuto il maestro Nino Carta pochi anni prima della sua scomparsa, nell'ambito della sua attività di insegnante: oltre a possedere i cosiddetti “segreti” della scuola italiano del Bel Canto (quelli di cui facevano uso – pur con le differenze inevitabili dovute alla propria vocalità e sensibilità – artisti inarrivabili come Renata Tebaldi, Mario Del Monaco, Maria Callas, Cesare Siepi, Renato Bruson e tanti altri che sarebbe impossibile ricordare in poche righe) ed a tentare di divulgarli il più possibile; la sua conoscenza come uomo mi ha lasciato nel cuore un ricordo che il tempo non potrà cancellare. La sua generosità ed allegria (ed anche la sua voce, ancora possente e dagli acuti luminosissimi), la capacità di spronare gli allievi, la sua voglia di aiutare i giovani e l'onestà del suo animo ci hanno ispirato l'idea di tentare di “costruire” qualcosa. I giovani per i giovani, si potrebbe allora dire, al di là e a dispetto di convenzioni ormai non più valide e di manifestazioni musicali dallo svolgimento non sempre limpido, nel tentativo di permettere a giovani cantanti(giovani di studio, non necessariamente d'anagrafe) di esprimersi anche senza agenzie o “appoggi” di varia natura ma solo in nome dell'amore per la musica fatta bene.
Venendo al concorso vero e proprio, hanno partecipato 78 concorrenti provenienti da Italia, Albania, Paesi dell'Est, Polonia, Corea del Sud, Giappone, Spagna, America del Sud.
Purtroppo, difetto comune a diversi concorrenti (al di là delle caratteristiche vocali dei singoli) è stata una certa ignoranza del repertorio e della tradizione interpretativa, con possibili conseguenze negative sulla loro salute vocale ed in ogni caso impedendo loro di manifestare al meglio le proprie doti. Solo grandissimi ed inimitabili artisti possono passare, se tenori, dal Rigoletto all'Andrea Chenier al Barbiere di Siviglia; oppure, se soprani, da Norma a Carmen a Tosca (naturalmente parliamo di esecuzioni dal vivo, perchè ormai in sala di incisione, con le tecniche digitale e computerizzate moderne, si può fare davvero quasi tutto). Molti hanno mostrato di non conoscere affatto il repertorio adatto alle proprie caratteristiche tecniche e timbriche, passando da esecuzioni ottime ad altre insufficienti nel giro di pochi istanti: un'aria ma sopratutto un ruolo devono avere anche un timbro che le renda credibili. Ad esempio, un soprano lirico-leggero dal timbro dolce, etereo ed un poco melanconico sarà sicuramente più adatta (e quindi potrà far valere meglio le proprie doti) in un repertorio belliniano o belcantistico anzichè nel repertorio buffo, a meno che non abbia una grandissima abilità e duttilità interpretativa.
I vincitori ed i concorrenti ritenuti idonei saranno chiamati nel corso del 2002 ad interpretare ruoli e concerti nelle produzioni della associazione “L'Opera Rinata” o di altri soggetti cui sono stati segnalati finalisti e vincitori.
Il premio speciale al miglior baritono del concorso è stato assegnato dalla signore Carta Palmieri, intervenuta alla finale e protagonista di un toccante ricordo del marito scomparso.

I PREMIATI

Sezione Opera

Primo Premio:
Nadiya Petrenko, mezzosoprano
Kim Jae Chan, basso

Secondo Premio:
Sandra Balducci, soprano
Desaret Lika, basso
Jung Ku-Youl, baritono

Terzo Premio:
Selma Pasternak, soprano
Gabrielle Mouhlen, soprano
Lee Jae Wook, tenore

Migliore Interpretazione:
Annunziata Menna, mezzosoprano
Eiko Kakizawa, mezzosoprano

Sezione Musica da Camera

Primo Premio:
non assegnato

Secondo Premio:
Karin Selva, soprano
Simone Del Savio, baritono

Terzo Premio:
Akiko Miyahara, soprano
Tsutomu Wakabayashi, basso

Migliore Interpretazione:
Karin Selva, soprano

Targa Offerta dalla Sig.ra
Carta Palmieri
al Miglior Baritono del Concorso
Simone Del Savio

Diploma d'onore al più giovane finalista
Giovanni Guagliardo

Borse di Studio
(frequenza gratuita alla V edizione dei Corsi di Perfezionamento Vocale e Scenico, estate 2002)
Selma Pasternak
Annunziata Menna
Karin Selva
Katarzyna Holub
(Valter Carignano)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.