“Materia Prima”: la stagione artistica del Teatro Palladium dell’Università Roma Tre


a cura di Federica Baioni

26 Ott 2022 - Festival

È in corso la nuova rassegna artistica del Teatro Palladium tra musica, cinema, teatro, danza e formazione. Tra gli artisti e gli eventi in cartellone: Ascanio Celestini, Sonia Bergamasco, la rassegna Audience Revolution, il festival Flautissimo con Emmanuel Pahud, Fabrizio Bentivoglio e Massimo Popolizio, la rassegna di danza Orbita con Balletto Civile e Virgilio Sieni, il festival Nuova Consonanza, gli appuntamenti dedicati a Pasolini e a Cerami.

In un periodo d’incertezza sulle forniture energetiche, il teatro, l’arte e la cultura sono probabilmente l’unica materia prima cui non possiamo davvero rinunciare: “materia prima” non solo per lo spirito, ma anche per la formazione e per la crescita individuale e collettiva. In questa prospettiva, coinvolgere gli spettatori – e in particolare le nuove generazioni – resta l’obiettivo principale della nuova stagione 2022/2023 del Teatro Palladium, lo storico teatro dell’Università Roma Tre situato nel cuore di Garbatella. In costante attività ed aperto alla sperimentazione, il Palladium esalta il valore della collaborazione e del network con enti, associazioni, festival, scuole e atenei, per offrire al pubblico proposte innovative, in movimento, ricercando stimoli e contenuti provenienti da tutto il territorio nazionale, e al tempo stesso saldando la connessione con l’VIII Municipio.

Una programmazione eclettica e continuativa, curata da Luca Aversano, Presidente della Fondazione Roma Tre Teatro Palladium in collaborazione con i consiglieri Silvia Carandini, Giandomenico Celata, Claudio Giovanardi e Simone Trecca.

Massimiliano Fiorucci, Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre:La nuova stagione artistica del Palladium costituisce un’occasione importante per riaffermare l’impegno culturale e sociale di Roma Tre nella promozione di un’idea di teatro concepita come la sintesi più alta e compiuta tra formazione, ricerca e promozione culturale. Il Teatro Palladium, attraverso un cartellone ricco di appuntamenti, che spaziano dalla prosa alla danza, passando dalla musica e dal cinema, si è infatti affermato con determinazione in questi anni come luogo privilegiato di creatività artistica, svolgendo così un’azione preziosa di sensibilizzazione del pubblico – e in particolare delle nuove generazioni – all’arte di qualità rappresentando un polo culturale di eccellenza per tutto il territorio cittadino.”

TEATRO

Audience Revolution: il progettodi formazione e partecipazione del giovane pubblico, promosso dallaFondazione Roma Tre Teatro Palladium e realizzato con il sostegno del FUS (MiC – Direzione Generale Spettacolo dal vivo), con la direzione artistica di Alessandra De Luca, che rappresenta in toto la mission della nuova stagione teatrale: rendere i giovani spettatori dei soggetti attivi e consapevoli, partecipi dell’esperienza teatrale come momento di costruzione di coscienza critica e di aggregazione sociale e culturale, stabilendo un rapporto di dialogo e fiducia tra il pubblico, l’istituzione teatrale e gli artisti, attraverso un percorso laboratoriale e di incontri articolato intorno ai quattro spettacoli in calendario: Apocalisse tascabile di Niccolò Fettarappa Sandri e Lorenzo Guerrieri, Gianni (26 ottobre) della Compagnia Baglioni/Bellani, Essere o non essere (18 novembre) di Teatro Koreja in collaborazione con Babilonia Teatri, Dall’altra parte | 2+2=? (18 dicembre) della compagnia Putéca Celidonia.

Tra gli altri spettacoli: il 5 novembre Il quaderno di SoniaAppunti lunari e canzoni terrestri con l’attrice Sonia Bergamasco che porta in scena un dialogo musicale con il compositore Fabrizio de Rossi Re, autore delle musiche che la accompagna al pianoforte, con la speciale partecipazione di Fabio Battistelli al clarinetto e al clarinetto basso.         
Il 24 febbraio 2023 arriva in teatro DISALLINEATO, ilpluripremiato testo di Hakim Djaziri con l’adattamento e la regia di Valentina Favella. La messa in scena sarà caratterizzata dall’apporto poetico di un’ingegneria sonora, in collaborazione con l’Università di Padova e l’azienda Audio Innova, che interagisce in tempo realecon le azioni dell’attore. Un progetto che, nelle giornate precedenti, coinvolgerà didatticamente alcuni studenti di Roma Tre.

Il 4 e 5 marzo andrà in scena Amleto take away, spettacolo dalle venature tragicomiche di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari; una produzione Compagnia Berardi Casolari/Teatro dell’Elfo con il sostegno di Fondazione Luzzati Teatro della Tosse, Emilia-Romagna Teatro Fondazione, Festival di Armunia Castiglioncello, Comune di Rimini-Teatro Novelli.

Il 22 e 23 aprile in scena I Macbeth, traduzione e riduzione di Francesco Niccolini dal Macbeth shakespeariano con Enzo Vetrano, Stefano Randisi, Giovanni Moschella e Raffaella D’Avella.

Il Teatro ospiterà infine laseconda edizione di Herencias – scritture di memoria e identità, che porta avanti l’esplorazione di forme di scrittura creativa di ambito ispanico attraversoincontri con autori e artisti accompagnati dalla mise en espace di alcuni dei testi tradotti in italiano, attività culturali, seminari e laboratori organizzati in collaborazione con il Dipartimento di Lingue Letterature e Culture Straniere dell’Università di Roma Tre con il coordinamento di Simone Trecca, e con la Real Academia de España a Roma.

MUSICA

Tra il 14 e il 15 ottobre si è tenuta la manifestazione Pietro Nardini 1722-2022, sostenuta dalla Direzione Generale Spettacolo del MiC e dedicata al celebre violinista e compositore settecentesco nel tricentenario della sua nascita, con il concerto dell’Ensemble Aurora diretto da Enrico Gatti e musiche rare dello stesso Nardini.          
Tanti poi gli appuntamenti della stagione concertistica della Roma Tre Orchestra, tra cui il concerto del 24 aprile con Ascanio Celestini.

Dal 23 ottobre nuovamente al Palladium il festival Flautissimo con la consueta due giorni di musica da camera (29 e 30 ottobre) in compagnia dei migliori flautisti al mondo come Emmanuel Pahud, Philippe Bernold, Jasmine Choi – e igrandissimi interpreti della Sezione Teatro & Musica come Massimo Popolizio, Fabrizio Bentivoglio, Maria Paiato.  

A Pier Paolo Pasolini, in occasione del Centenario della sua nascita, sono dedicati diversi eventi. Dopo Pasolini e la musica, curato dalla giornalista e docente di Letteratura italiana contemporaneapressoLa Sapienza Silvana Cirillo, con la partecipazione della pianista Cristiana Pegoraro, dell’attrice Melania Giglio, del critico cinematografico Piero Spila e con le proiezioni del fotografo Mino La Franca, sono quattro gli appuntamenti della rassegna Speciale Pasolini di Nuova Consonanza: 24 e 31 ottobre, 7 e 14 novembre.   
Domenica 13 novembre sempre per Nuova Consonanza andrà in scena Carmina Nuptialia, melologo in cinque quadri su testi di Gaio Valerio Catullo.

Torna il 6 e 7 dicembre il Workshop Nazionale della Musica Universitaria, che nella prima edizione 2021 ha coinvolto 10 città italiane, 12 università e oltre 250 studenti provenienti da tutta Italia. In collaborazione con l’ADUIM (Associazione fra Docenti Universitari Italiani di Musica) e con il sostegno del Ministero della Cultura – Direzione Spettacolo dal Vivo, il Workshop è fondato sugli obiettivi della Terza Missione, valorizzando le attività musicali e musicologiche che si svolgono all’interno delle università italiane.

Il 10 marzo 2023 è in programma l’evento Lo sguardo in ascolto: approcci multimediali alla produzione di Luciano Berio, nell’ambito della giornata su Luciano Berio e la multimedialità, organizzata in collaborazione con il Centro Studi Luciano Berio, con l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e con l’Istituto Storico Germanico di Roma. 

Dal 9 al 13 maggio si terrà la 2ª edizione del Dams Music Festival, ideato e diretto da Luca Aversano: concerti, incontri e workshop con artisti affermati, esperti e giovani promesse accanto a ricercatori e docenti provenienti dai diversi atenei italiani: un prezioso spazio di collegamento con l’ambito della formazione universitaria e il mondo delle istituzioni culturali e delle professioni musicali. Ad aprire il Festival, il 9 maggio, l’opera da camera Sogno (ma forse no) tratta dall’omonima commedia di Luigi Pirandello, con musica di Matteo D’Amico elibretto di Sandro Cappelletto.

Il 17 novembre si terrà un concerto promosso dalla Ambasciata della Repubblica Federale di Germania. Protagonista il Quartetto Shaborùz che eseguirà musica del compositore Luca Lombardi, scritta in memoria della Shoah, e di Ludwig van Beethoven. Un evento in collaborazione con la Comunità Ebraica di Roma e con la Scuola di Musica di Fiesole, dalla quale proviene il quartetto.

Quartetto Shaborùz

In programmazione anche l’evento Il Brasile incontra il quartiere Garbatella, espressione della ricca realtà lusofona romana, accompagnata da un workshop e una tavola rotonda. L’evento è organizzato con il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Straniere, a cura di Giorgio De Marchis, Gian Luigi De Rosa e Maddalena Pennacchia.

CINEMA

L’11ottobre si è tenuto uno speciale omaggio in memoria di Marco Maria Gazzano. Docente di Roma Tre, curatore e teorico dell’intermedialità, Gazzano è stato tra i più importanti studiosi di cinema e arti elettroniche, pioniere nella loro valorizzazione. Durante l’evento, dal titolo Comporre AudioVisioni. L’immaginazione critica di Marco Maria Gazzano, artisti, amici, colleghi e allievi si alterneranno sul palco per ricordarne la vita e l’opera, in una celebrazione collettiva tra parole, performance, musica e immagini.

Marco Maria Gazzano

Dal 4 novembre il Teatro ospiterà la 4ª edizione di #viteinmusica, rasse­gna di incontri e proiezioni sul biopic musicale, con la collaborazione di Enrico Carocci e Vito Zagarrio.           
Protagonista della nuova stagione anche il premio Movie to Music, che celebra il rapporto spesso simbiotico e indissolubile tra musica e cinema valorizzando i migliori film di argomento musicale. Un progetto nato da un’idea di Luca Aversano e Giandomenico Celata, in collaborazione con Vito Zagarrio, e con il sostegno della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della Cultura. Curato dalla critica e giornalista cinematografica Paola Casella con la partecipazione di un’autorevole giuria, il premio – unico nel suo genere – è dedicato a film di carattere musicale suddivisi in diverse categorie a seconda della durata (lungo o cortometraggio), del tipo di narrazione (finzione o documentario) e del tema musicale affrontato (musical, biografia, racconto di un mestiere, luogo o evento musicale).            

Tra il 28 novembre e il 3 dicembre si terrà la nuova edizione di CineMaOltre – Palladium Film Festival, rassegna di cultura cinematografica promossa e curata da Vito Zagarrio. Lo stesso Vito Zagarrio, in collaborazione con il Trinity College Rome Campus, curerà la seconda edizione di Rome on the Screen, progetto dedicato al rapporto tra il cinema e la città “caput mundi” e dedicato quest’anno ai miti reciproci tra cinema italiano e americano (Un americano a Roma, Hollywood sul Tevere, Sergio Leone, Il padrino III, To Rome with Love, ecc.), e le varie classi sociali di Roma nel cinema italiano, specie quello contemporaneo (dalle periferie di Non essere cattivo e Lo chiamavano Jeeg Robot ai ceti altoborghesi de La grande bellezza).

DANZA

Dal 10 gennaio al 17 maggio il Teatro ospita la 2ª edizione di Orbita, rassegna organizzata da Spellbound con la direzione artistica di Valentina Marini e in collaborazione con la Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, che intende mappare le realtà di punta nella scena nazionale e internazionale della danza contemporanea, mettendo in relazione talenti emergenti e artisti affermati, e ripensare i processi artistici in un momento di forte complessità.

EVENTI CULTURALI E DI AMBITO FORMATIVO

Il 14 dicembre si terrà il convegno dedicato a uno dei più pungenti e moderni scrittori del ‘900, scomparso cinquant’anni fa dopo una vita intensa e tormentata: Luciano Bianciardi. Un evento che rappresenta il culmine di un percorso di formazione e informazione volto a consegnare alle nuove generazioni i valori profondi del lavoro culturale, dell’impegno civico, dello studio e della ricerca in campo sociale di cui Bianciardi è tuttora uno dei massimi esponenti, attraverso un gruppo di lavoro composto da Maria Jatosti, scrittrice e sua ex compagna di vita, Maya Vetri Assessora alle politiche culturali del Municipio Roma VIII, il prof. Luca Aversano Presidente della Fondazione Teatro Palladium e giornalisti e scrittori quali Gianni Rivolta, Daniela Preziosi, Francesca Vitalini, Giancarlo Proietti, nonché figure di rilievo culturale nazionale quali Goffredo Fofi, Pino Corrias, Ricky Tognazzi, Giuliano Montaldo. Un progetto promosso dall’VIII Municipio di Roma.

Il 17 novembre mattina, in occasione dell’annuale Giornata Mondiale della Filosofia, si svolgerà Filosofia in dialogo, un’iniziativa del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo di Roma Tre in collaborazione con la Società Filosofica Romana: lezioni, conferenze e dibattiti condotti da docenti di Roma Tre e da personalità della cultura, destinati principalmente agli studenti delle scuole. 

Il 9 dicembre avrà luogo la IV edizione di un progetto rivolto agli istituti di istruzione superiore, realizzato dalla Fondazione Roma Tre Teatro Palladium con il contributo della Regione Lazio, che mira ad avvicinare gli studenti alle pratiche creative e ai linguaggi artistici contemporanei attraverso la loro interazione, nel teatro, con le discipline del curricolo scolastico. Il tema del 2022, Infiniti Mondi, volge lo sguardo alla pluralità di scenari, oltre i confini netti tra teatro, musica, danza e audiovisivo.

Nel mese di novembre è inoltre in previsione lo spettacolo Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso ma non avete mai osato chiedere a un essere umano (ma soltanto a internet), un evento della Compagnia teatrale del Dipartimento di Scienze della Formazione, a cura di Gilberto Scaramuzzo. Il 13 dicembre ritorna la rassegna T.E.H.R. (Thematic Exibitions on Human Rights), con Isabel Russinova.

Il 19 e 20 dicembre si terrà la restituzione pubblica degli esiti della residenza didattica Vestiti della vostra pelle, condotta da Andrea Cosentino nell’ambito del Progetto per un teatro necessario, promosso in collaborazione con Sapienza CREA-Nuovo Teatro Ateneo, Sapienza Università di Roma e Fondazione Roma Tre Teatro Palladium, rivolto ad artisti, gruppi teatrali, registi, musicisti, scenografi e tecnici, prevalentemente under 35.

In occasione del decennale dalla morte di Vincenzo Cerami – scrittore, sceneggiatore, paroliere -scomparso nell’estate del 2013, è in preparazione Mediamente Cerami, una rassegna di eventi a cura di Ugo Fracassa che – oltre a giornate di studio e di memoria organizzate presso il Dipartimento di Studi Umanistici e la Biblioteca Nazionale Centrale – prevede al Teatro Palladium una serata conclusiva di letture e canti di scena.

Il 19 e 20 maggio il Palladium sarà sede del 19° convegno internazionale dell’ICTM Study Group on Iconography of the Performing Arts dedicato all’iconografia musicale, promosso da Zdravko Blažeković, direttore del Research Center for Music Iconography – Graduate Center of the City University of New York.

BIGLIETTERIA PALLADIUM

  • Intero €18; ridotto €12; ridotto studenti €8
  • E-mail: biglietteria.palladium@uniroma3.it – Tel. 06 57332772
  • La biglietteria del Teatro apre due ore prima dell’inizio dello spettacolo.

INFO

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.