Marco Di Stefano ci racconta il Teatro della Comunità


a cura di Vincenzo Pasquali

7 Gen 2022 - Commenti teatro

In occasione dello spettacolo “Così vicino così lontano” – MacerAzione atto 18 presso il Teatro Don Bosco di Macerata, che ha visto sul palco 40 “attori” per una volta, abbiamo chiesto a Marco Di Stefano di audio-raccontarci l’esperienza del “Teatro della Comunità” da lui creata e portata in giro per il mondo da diversi decenni.

Dopo 14 serate per la costruzione dello spettacolo “Così vicino così lontano” – MacerAzione atto 18, i 40 protagonisti dell’esperienza si sono esibiti, il mese scorso, con successo e nonostante la pandemia, a Macerata, presso il Teatro Don Bosco.

Il Teatro della Comunità, una metodologia inclusiva e democratica di teatro popolare inventata e proposta in giro per il mondo da decenni dal regista e attore Marco Di Stefano insieme alla straordinaria sua moglie Tanya Khabarova, artista poliedrica e camaleontica, tra teatro danza e cinema, ancora una volta ha fatto centro, dando la possibilità ai partecipanti di esprimere sul palco i propri vissuti e desideri intessuti con le problematiche universali. Il tutto costruito in 14 giorni di intense relazioni e narrazioni.

Crediamo sia giusto citare tutti i loro nomi insieme ai nomi dei componenti il Coro di San Francesco diretto da Laura Corbelli. Attori: Jasmin Salsic, Marco Zamponi, Tatjana Kruia, Vittoria Bianchi, Nadia Alesi, Marilù Achienza, Marco Martinelli, Monia Ciminari, Michele Formiconi, Daniela Beccacece, Rossano Cacciamani, Luciana Rimini, Pierina Alessandroni, Robert Toscanelli, Mariella Luci, Baye, Stefano Bianchi, Maria Perillo. Soprani: Lucia Andrenelli, Raffaella Cinque, Angelica D’Arienzo, Elena Boccaccini. Contralti: Laura Corbelli, Valeria Bellucci, Elisabetta Pugliese. Tenori: Enzo Andrenelli, Antonio Pugliese. Bassi: Nicola Basilico, Riccardo Catalini, Massimo Cognini, Calogero Morgante.

Lo spettacolo è stato autoprodotto con piccoli contributi del Comune di Macerata e della Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata.

Di Stefano ci tiene a ringraziare anche l’Amministrazione comunale molto sensibile nella figura di Anna Menghi, l’ARCI, Max (Massimiliano) Sport Bianchini, Francesca d’Alessandro vicesindaco, Katiuscia Cassetta Assessore alla Cultura, Tommaso Corvatta con Idea Famiglia che ha collaborato anche per la realizzazione del Teatro della Comunità a Civitanova Marche nell’estate scorsa.

Lo spettacolo è stato dedicato Rodolfo Craia, in ricordo dell’attore, regista, direttore di scena morto nel 2020.

Potete ascoltare, qui sotto, l’audio-racconto di Marco Di Stefano che narra, con dovizia di particolari, l’esperienza del Teatro della Comunità a partire dalle 20 edizioni realizzate in Amandola (FM) nel contesto del Festival Internazionale di Teatro e Cinema.

WEB

Tag:, , ,

4 responses

  1. Stefano ha detto:

    Bravi, bravi e ancora bravi !! Viva il teatro della comunità ! Grazie Marco Di Stefano e Tanya Khabarova

    1. Marco Di Stefano ha detto:

      Grazie Stefano ..dillo in giro ..

  2. Robert ha detto:

    Marco di Stefano con la costruzione del Teatro della Comunita ha dato veramente a tutti di diventare attore e protagonista di noi stessi facendoci il regalo più bello proprio quello di essere non stessi in un mondo solamente digitalizzato!

  3. Marco Di Stefano ha detto:

    Grazie Robert Toscanelli ..di ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *