In uscita sabato 28 novembre per la Stanza Nascosta Records l’album di Sambiglion “Tu eri lì”


a cura della Redazione

26 Nov 2020 - Dischi

In uscita sabato 28 novembre su tutte le piattaforme digitali l’album di esordio del cantautore di Vigevano Ruben Caparrotta, in arte Sambiglion, “Tu eri lì”, distribuito da La Stanza Nascosta Records del musicista e produttore Salvatore Papotto e che sarà disponibile anche in vinile. L’album era stato preceduto dal singolo Lunatica, che abbiamo presentato, con video, su questo Magazine.

“Ho voluto dare all’album – racconta Sambiglion,al secolo Ruben Caparrotta – un sound senza data di scadenza, o perlomeno io e Diego Antonucci ci abbiamo provato. Quando ascolto i dischi di De André, Conte, Gaetano… per quanto gli arrangiamenti possano sembrare legati ad un’epoca precisa, il suono è sempre abbastanza contemporaneo rispetto a chi impiega synth o distorsori vari, maggiormente suscettibili di risultare anacronistici. Voglio dire… una chitarra classica suonerà da chitarra classica anche tra qualche decennio, spero.”

L’album è stato anticipato dal singolo Lunatica, dal 14 novembre in radio e su tutti i digital-stores, accompagnato dal videoclip ufficiale realizzato da Teaseng (ne abbiamo parlato qui: https://www.musiculturaonline.it/in-radio-e-sulle-piattaforme-digitali-il-singolo-di-sambiglion-lunatica/ n.d.r.).

“Le mie canzoni – spiega Sambiglion – raccontano quasi sempre delle storie che – lette su un’ottava più alta – hanno anche un altro significato. Ognuno può interpretare come meglio sente. Racconto di prostitute (Tu eri lì), di minatori (Mastro Misciu), di banche (L’Etrusco), di donne… ma dietro, quasi sempre, ci sono risvolti e riflessioni più profonde.”

Anarcoide, irridente, capace di scrivere, con apparente leggerezza, pagine caustiche di satira sociale e di dischiudere, appena al di sotto di un sostrato materico, alchimie spirituali (si ascolti, a tal proposito, La più bella), Sambiglion ci consegna con “Tu eri lì”, dalla veste prevalentemente unplugged, un ventaglio di storie dissidentianimate da una forte intenzionalità polisemica.

Gli arrangiamenti, volutamente minimali, sono strettamente funzionali alla narrazione.

Canzone d’autore, con richiami alla tradizione degli chansonniers francesi e dellascuola genovese, echi gaetaniani e pop rock con inserti di ritmiche di origine popolare si alternano in un album pensato per durare nel tempo.

Bio

Ruben Caparrotta nasce a Vigevano (PV) il 3 aprile 1989. Ha all’attivo il singolo Anche le mosche indossano i Ray-ban (2009, autoprodotto). Nel 2018 è finalista di Emergenza Festival. “Tu eri lì”, distribuito da La Stanza Nascosta Records, è il suo album di esordio.

Tracklist:

  1. Lunatica
  2. Ritmo di vita
  3. Troppo spesso
  4. Mastro Misciu
  5. Tu eri lì
  6. L’Etrusco
  7. Usa
  8. La più bella

Credits

  • Testi e musica: Ruben Caparrotta
  • Arrangiamenti: Ruben Caparrotta, Gabriele Loffredo, Diego Antonucci, Fabio Capalbo, Salvatore Papotto
  • Chitarre: Diego Antonucci
  • Basso: Simone Tiraboschi
  • Batteria: Fabio Capalbo
  • Tastiere e Archi: Fabio Capalbo, Salvatore Papotto, Gabriele Nicu
  • Registrato presso: Laroom e Musical Box
  • Missato da: Fabio Capalbo e Salvatore Papotto
  • Mastering: Salvatore Papotto, Gabriele Nicu (Lunatica)

Link social:

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *