Grande appuntamento ad Ancona con Keith Jarrett


19 Lug 2003 - News live

Domenica arriva alle Muse Keith Jarrett, il mitico pianista intorno al quale non si contano leggende e aneddoti. Cominciamo dall'inizio ovvero dal titolo esatto della serata che, per scelta, riproduce il nome dei tre straordinari musicisti “KEITH JARRETT, GARY PEACOCK e JACK DEJHONETTE” nell'ordine standard pianoforte contrabbasso batteria. Con questo tour che ha già toccato Milano e Umbria Jazz, il longevo trio festeggia il suo ventennale (in origine si chiamava Standards Trio), nato per scelta di Jarrett nel 1983). Così come accade normalmente per le sue tournèe europee, Jarrett non risiederà ad Ancona ma si sposta con un aereo privato da Nizza dove dimora per tutto il periodo del tour e dove rientra immediatamente alla conclusione del concerto in teatro che raggiunge dall'aeroporto con due Mercedes. Pertanto il concerto alle Muse inizierà alle 21,00 in punto e nessun ritardatario potrà entrare durante l'esecuzione di un brano. Con Jarrett non c'è mai una “scaletta” del concerto. Jarrett può decidere di suonare standard rivisitati o improvvisazioni di taglio free-jazz, avvalendosi della grandissima intesa, musicale ed emotiva, con i suoi due partner preferiti. Spesso, dopo le prove del suono, decide nuove modifiche in base alle caratteristiche dello spazio che lo ospita e, addirittura, può decidere un fuori programma pochi secondi prima di salire sul palcoscenico. Gli ingredienti dell'evento ci sono tutti: attesa, sorpresa, alta qualità (resa ancora migliore all'interno di un teatro al chiuso come le Muse). Di fatto, da settimane si registra il tutto esaurito e una ostinata lista d'attesa che supera le cento persone.

(a cura di Maria Manganaro – Ufficio Stampa)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.