GRANARA FESTIVAL: l’unico festival italiano a “impatto positivo”


Redazione

7 Lug 2015 - Altre Arti, Eventi e..., Corsi & Concorsi

granarafestival_MusiculturaonlineSono aperte le iscrizioni ai laboratori per la XIII edizione del Granara Festival che dal 3 al 9 agosto si terranno nella splendida cornice del Villaggio Ecologico di Granara a Valmozzola (PR), abbandonato negli anni ’60 e ripopolato negli anni ’90, diventato oggi un cantiere di sperimentazioni. Il villaggio è in parte abitato e in parte sede di numerose associazioni che si occupano di teatro, educazione ambientale, tecnologie appropriate, nonviolenza, agricoltura. In questo contesto nasce il Granara Festival: un luogo d’incontro di linguaggi, strumenti e modi di stare insieme.
Particolarità di questo festival è la sua totale eco-sostenibilità che, oltre a promuovere una cultura del risparmio energetico, utilizza tecnologie da fonti rinnovabili, rendendo questo evento il primo in Italia a “impatto positivo”, in quanto il villaggio che lo ospita è in grado di produrre maggiore energia di quanto sia utile alla sua realizzazione.
Tra gli appuntamenti in programma i laboratori di formazione per attori e non a cura di Mimmo Sorrentino, Saverio La Ruina, la speciale presenza di Gabriella Salvaterra, attrice e creatrice degli spazi e dei labirinti sensoriali del Teatro de los Sentidos, che presenterà un laboratorio finalizzato alla creazione di un percorso sensoriale visitabile dal pubblico in conclusione Festival.
Da segnalare inoltre il laboratorio/progetto di “danzatori in rete” coordinato da Maria Carpaneto che vuole unire artisti di diversa formazione come Daina Pignatti e Daniele Albanese nel comune denominatore di uno spazio: il bosco. Anche questo lavoro vedrà coinvolti gli allievi in un incontro con il pubblico al termine del percorso.
Per gli amanti del canto, la splendida presenza di Camilla Barbarito, già ospite come performer in altre edizioni del Festival che proporrà una due giorni di lavoro sulla voce.
Tra i laboratori artistici è inconsueta la presenza di Ippolita.net, un gruppo di ricercatori che si occupa di “tecnologie del dominio” e che proporrà un percorso di autodifesa digitale per adulti ma anche per ragazzi dagli 11 anni in su.

ELENCO LABORATORI a cui è possibile iscriversi sul sito granara.org:
– Esperienze poetiche nella natura – Laboratorio di teatro sensoriale (1-9 agosto) a cura di Gabriella Salvaterra
– Sono tutto/a innamorato/a – Laboratorio di scrittura teatrale e messa in scena condotto da Mimmo Sorrentino (4-7 agosto)
– Dipende dal tramonto – Laboratorio di danza (4-7 agosto) con performance finale ideato e coordinato da Maria Carpaneto con Daina Pignatti e Daniele Albanese
– Autodifesa digitale – Laboratorio di comunicazione ecologica per ragazzi e adulti (4-6 agosto)
– Canti Del Mondo – Laboratorio di canto con Camilla Barbarito (4-5 agosto)
– Scrivere il testo e incarnare la parola – Laboratorio di teatro (4-6 agosto) a cura di Saverio La Ruina – attore, drammaturgo, regista teatrale.
– Ti vedo! Ti vedo! – Laboratorio per ragazzi condotto dall’Associazione Centopassi (4-7 agosto)

Tutte le sere spettacoli, performance e concerti, ma anche tavole rotonde, conferenze e incontri sui temi del festival: sostanze, digitale, fonti fossili e relazioni. L’edizione 2015 girerà al pubblico attraverso contributi artistici e scientifici le domande che il villaggio ha affrontato nell’elaborazione di questo inverno: Siamo liberi di scegliere se dipendere o meno, se interdipendere da ciò che ci sta attorno? Esistono dipendenze buone o cattive? Le dipendenze della società coincidono con le dipendenze personali?

Il Granara Festival, è frutto di una collaborazione tra diverse associazioni che operano presso il Villaggio Ecologico di Granara: Teatro Granara, che organizza residenze, spettacoli e laboratori, Centopassi, che promuove l’educazione ambientale per bambini e ragazzi, il Granaio, responsabile dell’ospitalità e degli approvvigionamenti con i produttori del territorio e la Granèra, gruppo rurale di produzione biologica e fattoria didattica. Confermata anche quest’anno la collaborazione con La Schighèra di Milano che curerà il menù del Festival. Durante tutto il periodo la libreria Libri e Formiche di Parma sarà presente con il bookshop ufficiale del festival.

Per approfondimenti e prenotazioni visitare la pagina www.granara.org, scrivere a teatro@granara.org o chiamare il numero +39.328.4449981.

Tag:, ,