È in pieno svolgimento la 35^ edizione del Camerino Festival


di Alberto Pellegrino

20 Ago 2021 - News altre arti, News live

Dal 16 al 28 agosto la 35^ edizione del “Camerino Festival”. Con artisti di assoluto valore il Festival entra nel cuore della città ferita dal terremoto. Il fil rouge di questa edizione è costituito dal tema della “trasversalità”.

Il Camerino Festival, nato nel 1987 come “Festival Internazionale di Musica da Camera”, ha attraversato in 35 anni diversi passaggi, mantenendo sempre un’altissima qualità testimoniata da programmi ricercati e artisti di fama internazionale nel campo della musica classica, del jazz, del balletto e del teatro in musica con la partecipazione di migliaia di spettatori, giunti da varie parti  d’Italia per assistere ai concerti in luoghi incantevoli come il Teatro Filippo Marchetti, la Chiesa di San Filippo, la Sala Consiliare del Palazzo Comunale, il Museo Civico, l’Oratorio di San Giovanni Decollato, la Sala della Muta del Palazzo Ducale, il Tempio di San Francesco, la Galleria dell’Antinori del Castello di Lanciano.

Dal 2020 la direzione artistica del Camerino Festival, che si svolge dal 16 al 28 agosto, è affidata ai responsabili di Adesso Musica, Gioventù Musicale d’Italia e Musicamdo: Vincenzo Correnti, Francesco Rosati e Daniele Massimi. La 35 ^ edizione entra nel cuore della città ferita dal terremoto, usando come luoghi deputati la Basilica di San Venanzio e le tre piazze Garibaldi, Cavour e Caio Mario, collocate lungo la via direttrice del centro storico.

Il cartellone vede la presenza artisti di grande valore e affermati sulla scena musicale internazionale, che hanno la spiccata capacità di muoversi tra i generi musicali, dalle composizioni classiche al jazz, dal pop alla world music: infatti il fil rouge di questa edizione è costituito dal tema della “trasversalità” per rompere i confini di genere e regalare emozioni mutuate dai linguaggi della musica colta e popolare. Fra gli artisti presenti spiccano i nomi di alcuni big internazionali come Avi Avital, Yamandu Costa, Richard Galliano, Danilo Rea, Giovanni Sollima, affiancati da giovani talenti emergenti quali il pianista russo Ivan Bessonov e il Quartetto Tchalik.

Saranno inoltre celebrate due importanti ricorrenze: i cento anni dalla nascita di Astor Piazzolla, rinnovatore del tango argentino, al quale renderà omaggio lo straordinario fisarmonicista francese Richard Galliano; il cinquantesimo anniversario della morte del grande compositore russo Igor Stravinskij, di cui sarà eseguita L’Histoire du soldat, un’opera da camera scritta nel 1918 con una partitura in linea al tema dell’edizione 2021, perché frutto di varie esperienze musicali alle quali si è ispirato il compositore: tango argentino, valzer, fanfare svizzere, ragtime, paso doble e jazz.

Nella cornice del Festival 2021 rientrano anche altri appuntamenti. Dal 18 al 20 agosto si svolge una masterclass per strumenti a fiato e pianoforte organizzata dall’Accademia della Musica “Franco Corelli” di Camerino e dall’associazione “Pianofriends” del M° Vincenzo Balzani, in collaborazione con il Conservatorio “Pergolesi” di Fermo. La manifestazione si concluderà con l’esibizione di giovani pianisti vincitori di premi internazionali affiancati da giovani strumentisti a fiato marchigiani che studiano presso l’istituto musicale Biondi di Camerino, i Conservatori di Fermo e Pesaro. Il 19 agosto è andata in scena la performance del ballerino Valerio Longo in dialogo con le opere di Ettore Frani e le musiche originali di Antonello Sabatini, Claudio Calari e la voce di Paola Feraiorni. Il progetto è nato dalla mostra Le dimore del pittore di Ettore Frani, realizzata sul tema dell’autoritratto interiore, sviluppando uno dei nodi centrali della poetica di Frani: la pratica della pittura come luogo di un’autentica e profonda esperienza spirituale.

Yamandu Costa

Questi i principali appuntamenti del Festival:

  • Venerdì 20 agosto – PIAZZA GARIBALDI, ore 21:30 Yamadu Costa. Chitarra a 7 corde con brani di musica classica e popolare
  • Domenica 22 Agosto2021 – PIAZZA GARIBALDI, ore 21:30 Ivan Bessonov al pianoforte esegue musiche di Čajkovskij, Rachmaninov e Prokofiev
  • Martedì 24 Agosto 2021 PIAZZA CAVOUR, ore 21:30 Richard Galliano interpreta musiche di Astor Piazzolla nel Centenario della nascita
  • Mercoledì 25 Agosto 2021 PIAZZA CAIO MARIO, ore 21:30 Il Quartetto Tchalik che esegue musiche di Mozart, Tishchenko e Dvorak
  • Giovedì 26 Agosto 2021 PIAZZA GARIBALDI, ore 21:30 L’Historie du soldat. Una storia da leggere, recitare e danzare con musica di Igor Stravinskij e libretto di Charles-Ferdinand Ramuz interpretata dall’attore, narratore regista e coreografo Simone Marzocchi con l’Ensemble Tempo Primo diretto da Jacopo Rivani
  • Venerdì 27 Agosto 2021 – PIAZZA CAVOUR, ore 21:30 Avi Avital (mandolino) e Giovanni Sollima (violoncello) interpretano Roots
  • Sabato 28 Agosto 2021 – PIAZZA CAVOUR, ore 21:30 Danilo Rea esegue al pianoforte Something in our way. Improvvisazioni dai Beatles ai Rolling Stones

INFO

tel. 331.223390

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *