Conosciamo l’autore 2015


di Alberto Pellegrino

27 Lug 2015 - Commenti classica, Musica classica

Cinzia Pennesi MusiculturaonlineCinzia Pennesi, raffinata musicista e tenace operatrice culturale, nonché assessore alla cultura del Comune di Matelica (MC), continua a portare avanti tra mille difficoltà economiche Conosciamo l’autore, l’ultima iniziativa di alto livello culturale dell’entroterra maceratese. Giunta alla sua XXIV edizione, questa manifestazione “di nicchia”, che si svolge nella suggestiva cornice della Corte del Museo Piersanti di Matelica, coniuga felicemente musica classica e teatro, riuscendo a riunire ormai da anni un pubblico di appassionati cultori
Quest’anno è stato scelto come tema Omaggio a Chopin e nella prima serata del 18 luglio si è voluto creare un trait d’union tra il grande compositore polacco e il “nostro” Giacomo Leopardi, uniti da un Notturno come recita il sottotitolo dello spettacolo che è stato introdotto da Cinzia Pennesi e Roberto Falsetti, con le voci recitanti di Fabio Bonso e Francesco Mentonelli, mentre Cecilia Airaghi ha saputo conferire al pianoforte le giuste atmosfere “notturne” legate alle note di Chopin.
La serata del 19 luglio è stata invece dedicata a George Sand & Frederick Chopin, uno spettacolo ideato dal M° Andrea Sammartano per raccontare “un amore libero e divino” che al pianoforte ha fatto da controcanto alle parole della scrittrice francese con le note prodigiose del più grande compositore romantico. Questo musicista marchigiano, che insegna al Conservatorio di Parma,Andrea Sammartino Musiculturaonline si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio di Santa Cecilia con i maestri Carlo Bruno e Vincenzo Vitale; ha frequentato corsi in Italia e all’estero e ha conseguito l’alto perfezionamento presso l’Hochschule fur Lusik di Colonia e l’Ecole Normale de Musique di Strasburgo. Svolge attività concertistica come solista, con formazioni da camera e orchestrali.
La voce recitante dello spettacolo è stata Maria Letizia Gorga, attrice e cantante dalle notevoli qualità interpretative che ha saluto calarsi con grande sensibilità nelle vesti di George Sand (1804-1876), la scrittrice anticonformista vicina all’ideologia socialista e appassionata sostenitrice degli ideali universali di fratellanza e uguaglianza, della dignità e libertà della donna la cui condizione era soffocata da innumerevoli pregiudizi. La Sand ha avuto anche una movimentata vita sentimentale con diversi personaggi del tempo compreso appunto Chopin, al quale è stata legata per sette anni nel corso di una tempestosa relazione che ha visto alternarsi momenti di gioia ad altri di dolore dovuti anche alle gravi condizioni di salute dell’artista polacco. La Gorgo, basandosi su alcune pagine dell’Histoire de ma vie della Sand, ha tracciato le linee essenziali di un rapporto sentimentale visto con gli occhi e i sensi di una donna affascinata dallo straordinario talento musicale del giovane genio polacco. La Gorgo più che un copione ha seguito una partitura mentale strettamente legata alle musiche eseguite al pianoforte e ha conferito al personaggio i ritmi serrati, le giuste cadenze e intonazioni, riuscendo a trasmettere le sensazioni e le emozioni legate a una grande vicenda d’amore.
Maria Letizia Gorga Musiculturaonline
Maria Letizia Gorgo si è diplomata con Alessandro Fersen nella Scuola Internazionale dell’Attore di Roma e si è specializzata presso la Skola Dramaticeskogo Iskusstva di Mosca diretta da Anatolj Vassiliev e ha studiato canto con illustri maestri. Ha lavorato sull’interpretazione e diffusione della poesia con Achille Millo, Edoardo Sanguineti ed Elio Pecora; sotto la direzione d’importanti registi,
ha preso parte a diversi spettacoli di prosa fra cui La gatta Cenerentola di Roberto De Simone e La cantata dei pastori di Peppe Barra, Don Giovanni e le Memorie di Adriano di Maurizio Scaparro, L’opera da tre soldi con la regia di Tato Russo e Caligola con la regia di Pino Micol. Ha partecipato a serial televisivi di successo come Una donna per amico, Il bello delle donne, Un medico in famiglia, Provaci ancora prof., Furore, Il vento della speranza.

Tag:, ,