“Carlo Moretti vetro e design” di Rosa Chiesa presentato a Venezia


di Andrea Zepponi

25 Ott 2021 - Libri

Il 14 ottobre è stato presentato, presso l’Ateneo Veneto, il libro di Rosa Chiesa Moretti vetro e design, edito da Marsilio. Sono intervenuti, oltre all’autrice, Margherita Tirelli, Fiorella Bulegato e Giandomenico Romanelli.

A Venezia il 14 ottobre alle ore 18 è avvenuta la presentazione del volume Carlo Moretti vetro e design di Rosa Chiesa presso l’Ateneo Veneto in San Marco 1897 in Campo San Fantin. I saluti istituzionali fatti da Margherita Tirelli,presidente del Comitato Vetri di Laguna, hanno introdotto con sensibile competenza la pubblicazione fondamentale e definitiva di cui si sentiva l’assenza da troppo tempo sulla insigne opera dei Moretti. Gli interventi, in presenza dell’autrice, di Fiorella Bulegato,docente alla Iuav e di Giandomenico Romanelli, già direttore della Fondazione dei Musei Civici di Venezia, hanno dato ragione della esigenza di raccontare la storia, ampiamente documentata, della ditta Carlo Moretti che assume il significato di trascrizione, attraverso i materiali d’archivio di una epopea aziendale, corale, di uomini e imprenditori, di progettisti e di maestranze, e riveste pertanto l’occasione per parlare di alcuni aspetti legati all’innovazione, al design e alla strategia d’impresa. L’evento di presentazione del libro di Rosa Chiesa, promosso dal Comitato Vetri di Laguna, è correlato, secondo la Bulegato, a una “riscossa del vetro” dopo un prolungato periodo di fragilità del settore in un ritrovato momento di rivitalizzare una delle manifatture veneziane-muranesi più antiche e conosciute internazionalmente rivalutando, inoltre, la produzione vetraria sia in chiave storica sia contemporanea.

Il libro della Chiesa in effetti ripercorre le vicende e le occasioni felici che hanno costellato la vita imprenditoriale della Carlo Moretti e parlano soprattutto di originalità e innovazione in una economia di distretto come quella muranese, di strategie di comunicazione e di investimento in cultura come leva in grado di accrescere la credibilità e la visibilità aziendale. Questo è quanto si legge nella sezione programmatica del volume pubblicato dalla Marsilio Editori e scritto da Rosa Chiesa, architetto, insignita del dottorato di ricerca in Scienze del Design presso lo Iuav di Venezia dove è inoltre docente universitaria. E ancora: privilegiando l’aspetto della cultura del progetto, tra disegni preparatori e fotografie dell’oggetto finito, dall’iconico vaso Cartoccio alla serie di bicchieri e calici Ottagonali, si valorizza “ l’intuito di design” che ha portato i fratelli Moretti ad allontanarsi dal  modello a conduzione familiare per aprirsi alle collaborazioni esterne, senza mai rinunciare alla propria identità, costruita pazientemente seguendo un progetto ben chiaro, ancora oggi leggibile e riconoscibile nello stile della produzione industriale.  La presentazione del volume ha avuto una nutrita partecipazione di pubblico e un ampio consenso connesso al preciso ricordo della ditta Moretti e della sua ben nota produzione ma anche al rinnovato interesse per il vetro e per il grande artefice che fu Carlo Moretti di cui la Chiesa evidenzia in un in suo motto una plausibile chiave di lettura di tutta la sua opera: “Del fare artistico mi ha sempre affascinato il processo stesso della creazione e soprattutto quella fase che, in poesia, viene detta labor limae”.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *