Camerino (MC): grande edizione del “Camerino Festival 2002”


9 Lug 2002 - News classica

Nato nel 1987 per iniziativa del prof. George Edelman dell'Università di New York, il Camerino Festival ha accolto per anni soprattutto grandi musicisti provenienti dall'Unione Sovietica. A partire dal 1995, sotto la direzione del prof. Francesco Rosati, Camerino Festival ha cambiato volto aprendo le porte a musicisti provenienti da ogni parte del mondo, a grandi solisti internazionali, a celebri formazioni da camera e al teatro da camera rappresentato soprattutto dal balletto e dalla miniopera. La manifestazione si avvale di due sedi prestigiose: il Teatro Comunale Filippo Marchetti, gioiello dell'architettura teatrale progettato nel 1856 dal marchigiano Vincenzo Ghinelli; la Chiesa di S. Filippo, capolavoro dell'architettura barocca, che accoglie una prestigiosa pala d'altare del Tiepolo. In questi anni a Camerino sono passati solisti illustri come Salvatore Accardo, Uto Ughi, Michele Campanella, Bruno Canino. Si sono ascoltati complessi da camera di alto profilo e specializzati nella musica barocca come il Trio di Parma, il Giardino Armonico, l'Europa Galante, l'Arte dell'Arco, I Suonatori de la Gioiosa Marca. Sono stati eseguiti celebri balletti da parte di grandi compagnie di danza ed è sufficiente ricordare i Catulli Carmina e la Romeo e Giulietta della Compagnia di Danza del Teatro di Torino, il Don Giovanni e Mediterraneo del Balletto di Toscana, Apollon musagète dell'Aterballetto. Nel settore dell'opera da camera sono stati eseguiti l'Histoire du soldat di Stravinskij, Maria de Buenos Aires di Piazzolla, Pierino e il lupo di Prokof'ev. Con questo patrimonio alle spalle il Festival si è via via conquistato un pubblico sempre più competente e numeroso, richiamato dalla qualità dei programmi e degli interpreti.

L'edizione 2002 promette di essere all'altezza delle precedenti, poichè si apre al Teatro Marchetti il 29 luglio con un concerto dei Solisti veneti, diretti da Claudio Scimone, dedicato al virtuosismo italiano del Settecento e primo Ottocento con musiche di Tartini, Vivaldi, Paganini e Rossini. I Solisti sono una delle più prestigiose orchestre italiane con una solida fama conquistata anche all'estero, con al proprio attivo oltre 300 incisioni musicali e operistiche. La direzione di un musicista di grande valore come Claudio Scimone, che tenuto concerti in tutti i continenti e diretto registrazioni eccezionali di musiche del Sette Ottocento, assicura la assoluta qualità del concerto di apertura.
Seguirà il 2 agosto il concerto del complesso ungherese Quartetto Auer, che giunge a Camerino carico di riconoscimenti e di premi internazionali. Attesissimo per il 4 agosto è il ritorno a Camerino di Salvatore Accardo, che quest'anno si esibirà come solista accompagnato al pianoforte da Giorgia Tommasi con un programma che comprende Schumann, Debussy e Ravel. L'8 agosto si svolgerà il concerto del grande pianista viennese Paul Badura-Skoda, che un critico ha definito capace di comunicare qualcosa che è raro trovare nei migliori musicisti: egli ama davvero la musica con ogni parte del suo essere . Il concertista dimostrerà l'ampiezza e la qualità del suo repertorio, eseguendo musiche di Mozart, Schubert, Martin e Brahms.
Altro appuntamento di straordinaria importanza si avrà il 12 agosto con il trio composto da Markus Stockhausen (tromba), Tara Bouman (clarinetto e corno di bassetto), Fabrizio Ottaviucci (pianoforte). Stockhausen deve essere considerato la più grande tromba classica vivente ed è particolarmente versato nel repertorio contemporaneo. Egli è anche un valente compositore di brani per questo particolare strumento e a Camerino saranno eseguite diverse sue composizioni, oltre a musiche di Honneger, Enescu, Debussy, Hindemith e Tesei.
Il 10 e l'11 agosto il Festival si sposterà nel suggestivo e coinvolgente contenitore barocco della Chiesa di S. Filippo per due concerti che si annunciano di grande interesse, anche perchè il programma annunciato si coniuga perfettamente con le armoniose strutture della chiesa, creando quelle particolari emozioni per quanti sanno cogliere le correlazioni fra diverse e nello stesso complementari forme d'arte come la musica e l'architettura. Il primo concerto sarà tenuto dal complesso Tripla Concordia costituito dal soprano Monica Piccinini, che è specializzato nel canto barocco ed ha alle spalle una solida formazione musicale con studi di violino e canto, nonchè una serie notevole di corsi di perfezionamento. Gli altri componenti sono Lorenzo Cavesani (flauto dolce), Caroline Boersma (violoncello) e Sergio Ciomei (clavicembalo). Questa particolare formazione di strumenti e voce eseguirà brani di Vivaldi, Bach, Teleman e Handel. L'altro complesso sarà l' Ensamble J. M. Anciuti, che prende il nome dal grande costruttore di strumenti a fiato del Settecento. Si tratta di una formazione specializzata nell'esecuzione di musica settecentesca su strumenti d'epoca, che è guidata da Paolo Pollastri, primo oboe solista dell'Accademia Nazionale di S. Cecilia, vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali, primo oboe presso diverse orchestre italiane. Saranno eseguite composizioni di Platti, Handel, Quantz, Linike e Teleman.
L'edizione di quest'anno di Camerino Festival si chiuderà al Teatro Marchetti con un avvenimento di rilevanza nazionale, poichè sarà presentato in prima assoluta dalla Compagnia Zappalà Danza il balletto Quartett Groove del compositore Nello Toscano, coprodotto da Camerino Festival ed eseguito, per la parte musicale, dal complesso I Virtuosi Italiani. Il programma della serata prevede anche l'esecuzione del balletto Les Noces di Stravinskij. Questa Compagnia di danza è stata fondata a Catania nel 1989 dal coreografo Roberto Zappalà , che ha al suo attivo un numero veramente notevole di coreografie messe a punto per questa e per altre compagnie di danza.

Alberto Pellegrino
_______________________________________________________

Informazioni, vendita biglietti e abbonamenti presso la Segreteria del Camerino Festival (dal 1 luglio)
Tel. Fax 0737/636041 orario: 10.00/13.00 – 17.30/19.30
gmicamerino @ libero.it
www.camerino.com/camerinofestival


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.