Avi Avital e l’orchestra “Il Demetrio”


Redazione

26 Mar 2015 - Musica classica, News classica

Avi-Avital_universal_MusiculturaonlineMercoledì 1 aprile 2015 (ore 21) si esibirà al Teatro Fraschini di Pavia, accompagnato dall’Orchestra da camera Il Demetrio, Avi Avital, star emergente della scena internazionale e virtuoso del mandolino tra i più applauditi.
Straordinario mandolinista nominato ai Classical Grammy Awards come “Miglior solista strumentale 2010”, riesce a emozionare il pubblico attraverso le sue interpretazioni virtuose nell’ universo musicale. Nato in Israele, si è diplomato all’Accademia Musicale di Gerusalemme e al Conservatorio Cesare Pollini di Padova, dove ha studiato il repertorio originale per mandolino con Ugo Orlandi.
Artista dall’indiscussa verve comunicativa, capace di spaziare dall’esecuzione filologica all’improvvisazione jazzistica e alle sperimentazioni della produzione contemporanea, il giovane musicista israeliano dividerà la scena con il direttore Maurizio Schiavo e l’orchestra da camera Il Demetrio.
L’Orchestra Il Demetrio trae il suo nome dalla prima opera (del boemo Josef Myslivecek ) che nel 1773 inaugurò il Teatro Fraschini, fondando la sua ricerca musicale sulla riscoperta e la valorizzazione del patrimonio musicale di Pavia e della sua provincia, presentando in prima esecuzione moderna numerose importanti composizioni, pagine rare o inedite di autori del Sei-Settecento.
Per questo evento i due musicisti hanno confezionato un programma variegato e divertente che accosta celebri pagine del Barocco a brani di ispirazione popolare rivisitati in chiave colta.

PROGRAMMA
A.Vivaldi – Sinfonia in sol magg. RV 149 per archi

A.Vivaldi – Concerto in re magg. per mandolino e archi (trascrizione del concerto per liuto RV 93)

A.Vivaldi – Concerto in do magg. RV 425 per mandolino e archi

A.Vivaldi – Concerto in sol min. RV 531 per 2 violoncelli e archi
Solisti: Antonio papetti, Manuel Zigante

A.Vivaldi – Concerto in sol min. “L’Estate” per mandolino e archi (trascrizione del concerto per violino RV 315)

Ernest Bloch: Nigun, da Baal Shem

Eliodoro Sollima: Divertimento su temi popolari siciliani per orchestra d’archi e pianoforte
Solista: Donatella Sollima

Sulkhan Tsintsadze: 6 Miniature, su canti popolari della Georgia (Shepherd’s Dance, Suliko, Indi-Mindi, Lied, Satchidao, Dance Tune) per mandolino e archi

Bela Bartok: Danze popolari Rumene per mandolino e archi

 

I biglietti del concerto sono in vendita al Teatro Fraschini (0382.371214) dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19 (da lunedì a sabato). Tutti i prezzi sono pubblicati sul sito www.teatrofraschini.org.

Tag:, , , ,