A San Lazzaro ancora lirica e musica classica


a cura della Redazione

24 Ott 2022 - News classica

Ancora per due domeniche la lirica e la musica classica saranno di casa alla Mediateca di San Lazzaro di Savena (BO).

Il 16 ottobre 2022 una riduzione della Carmen di Bizet ha inaugurato la quinta edizione della fortunata rassegna, promossa dall’Associazione bolognese Sol Omnibus Lucet APS col sostegno del Comune di San Lazzaro di Savena (BO), dal titolo “Un’ora all’Opera”. Come ogni anno, verranno presentate al pubblico tre opere o operette…in pillole, per consentire ad ogni tipologia di target di apprezzare il mondo dell’opera, avvicinandovisi sentendosi protagonista e assaporando i momenti musicali più salienti di grandi capolavori.

Come si è detto, domenica 16 ottobre è stata la volta di Carmen: il 30 ottobre ed il 13 novembre, alle 17.00 in punto e come tutti gli anni presso la Sala Clorindo Grandi della Mediateca di San Lazzaro, in via Caselle 22 (altra costante è che l’ingresso è rigorosamente libero), toccherà rispettivamente a Porgy e Bess di Gershwin e Orfeo all’Inferno di Offenbach.

Tutte le precedenti edizioni di “Un’ora all’Opera” avevano un tema, quello scelto per il 2022 è “Cavalli di battaglia”: nella nostra quotidianità ci capita spessissimo di sentire brani tratti da opere liriche, magari inseriti in film oppure spot pubblicitari. Indubbiamente queste melodie tanto coinvolgenti stuzzicano la nostra curiosità e ci spingono a volerne sapere di più: questa edizione della rassegna sanlazzarese è incentrata su tre riduzioni di altrettante opere e operette rese particolarmente celebri da alcuni famosi motivi musicali.

Giovana Ceranto sarà il pianista accompagnatore della riduzione del 30 ottobre 2022, dedicata a Porgy e Bess di G. Gershwin: Porgy (il baritono Alberto Giovannini), Bess (il soprano Caterina Tonini) e Clara (impersonata dal soprano leggero Giada Maria Zanzi) vivono in un quartiere malfamato, in cui l’amore sembra essere un modo per sopravvivere e sopportare le sofferenze. La travagliata vicenda sia apre e si conclude con un canto di speranza (unica fiamma che non si spegnerà mai soprattutto per chi ha desiderio di resilienza), una ninna nanna, la famosissima Summertime.

Il 13 novembre 2022 si chiuderà la rassegna in allegria con un’originale messa in scena di Orphée aux Enfers (Orfeo all’Inferno) di J. Offenbach: il musico Orfeo (Maurizio Tonelli) e la sua sposa Euridice (Giada Maria Zanzi) non si amano più. Lui è troppo preso dall’essere famoso in tutta la Grecia grazie alla sua arte, lei dapprima cede alle lusinghe di Plutone e lo segue negli Inferi per poi rendersi conto che anche quest’ultimo la trascura come il marito. Orfeo decide di andare a recuperare la moglie nell’oltretomba per paura che la sua immagine venga lesa dallo scandalo della fuga di Euridice. Ad “aiutare” Orfeo vi sarà il padre di tutti gli dèi in persona, Giove (Alberto Giovannini) che ha in realtà mire su Euridice. Un improbabile e spassoso lieto fine arriverà sulle note del festoso Can Can, il più famoso di tutti! Fabio Luppi sarà il Maestro concertatore. Prenderà parte allo spettacolo anche il Coro “I Cantori della Primo Levi” diretto dal M° Gian Paolo Luppi.

INFO

Tag:, , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.