A Catania “EtnaFest” (marzo-luglio)


13 Mar 2004 - News live

Il giorno 23 marzo 2004, alle ore 21.00, a Catania, presso il Centro Culturale Fieristico “Le Ciminiere” (Piazzale Asia), si inaugurerà la prima edizione di Vivere La Musica, rassegna concertistica e spettacolare promossa e organizzata dall'Azienda Provinciale per il Turismo di Catania nel quadro delle attività di EtnaFest, cartellone che ospita le molteplici attività culturali e spettacolari della Provincia di Catania.
La manifestazione -il cui responsabile artistico è Gianni Morelenbaum Gualberto – si propone di fare della provincia di Catania uno dei principali centri nazionali d'attrazione culturale e spettacolare, proponendo senza artificiose distinzioni di generi quanto di più stimolante e creativo offre oggi la più qualificata scena internazionale, inserito all'interno della cornice irripetibile di un territorio ricchissimo per patrimonio storico, artistico e naturale. Sin da questa prima edizione EtnaFest intende caratterizzarsi per l'ampiezza di orizzonti spettacolari in grado di offrire, e non è casuale che a inaugurare la manifestazione sia una vera icona del rock quanto della cultura contemporanea, la compositrice, cantante e grande poetessa Patti Smith (23 marzo), che presenterà con il suo gruppo una serie di suoi nuovi lavori musicali e poetici, nonchè una rilettura di quelle pagine che l'hanno resa un popolare simbolo dei nostri tempi. Dopo alcuni anni d'assenza torna in Italia il celebrato compositore e interprete rock David Byrne, ex-leader del notissimo gruppo Talking Heads e fra i protagonisti più creativi della scena musicale contemporanea. Il 20 aprile, a capo di un nuovo complesso formato da eccellenti strumentisti, Byrne presenterà a EtnaFest alcune nuove sue composizioni, nonchè, in una nuova veste, Lead Us Not Into Temptation, le musiche da lui realizzate per la recente e applaudita pellicola cinematografica del regista David McKenzie, Young Adam. Il 5 maggio si presenta per EtnaFest un altro protagonista di assoluto rilievo, il grande Elvis Costello, compositore e interprete fra i più popolari e sofisticati, ideatore di melodie che hanno saputo trasformare la canzone popolare in eccezionale materiale d'autorea. Capace di travalicare ogni diversità stilistica e di lavorare al contempo su ambi i versanti, accademico ed extra-accademico, Costello, accompagnato dall'eccezionale pianista Steve Nieve, presenterà In Concert: Playing Songs from “North” and Other Favourites, spettacolo basato sulle composizioni del suo ultimo album, North (non a caso pubblicato dalla più blasonata etichetta di musica classica, la Deutsche Grammophon), nonchè sulla rilettura appassionante dei suoi maggiori e numerosissimi successi.
Il 27 giugno EtnaFest accoglie una vera e propria leggenda della musica nel Novecento, da lungo tempo assente dalla Sicilia: il grandissimo pianista Dave Brubeck. Celebrato innovatore, straordinario jazzista, personaggio eccezionalmente carismatico, Brubeck presenterà al pubblico catanese una retrospettiva sulla sua intera, gloriosa carriera, accompagnato da gli altri, non meno eccezionali, componenti del suo Dave Brubeck Quartet, il sassofonista e flautista Bobby Militello (di origini catanesi), il contrabbassista Michael Moore e il batterista Randy Jones. Il 30 giugno si ripresenta a Catania, dopo lunga assenza, uno fra i maggiori protagonisti della ricerca musicale contemporanea più innovativa e stimolante, il sassofonista e compositore John Zorn. A capo di un impressionante complesso come Electric Masada (John Zorn, sassofono contralto; Marc Ribot, chitarra; Jamie Saft, tastiere; Trevor Dunn, basso; Kenny Wollesen, batteria e Cyro Baptista, percussioni), Zorn porterà in scena il quadro complesso e variegato di una ricerca onnivora, che coniuga nella contemporaneità più avanzata un numero fenomenalmente ampio di codici linguistici diversi e provenienti dalle più svariate tradizioni. Il 15 luglio vedrà protagonista il più affascinante e innovativo virtuoso vocale dei nostri tempi, Bobby McFerrin, accompagnato dalla Voicestra, eccezionale orchestra di voci composta da dodici eccezionali solisti, dando vita allo spettacolo intitolato Circlesongs, improvvisazioni spontanee e collettive di trascinante forza evocativa, in cui i cantanti, nel ruolo di veri e propri sciamani, esplorano le radici più arcaiche della musica, utilizzando non solo l'organo vocale ma tutto il corpo per creare spettacolari e teatrali momenti di creatività . Il 19 luglio si esibiranno assieme il Joao Bosco Grupo e la celeberrima orchestra cubana Cubanismo!. Bosco, assieme a Gilberto Gil, Caetano Veloso e Milton Nascimento, è il più apprezzato e sofisticato cantautore brasiliano, per anni prediletto compositore della leggendaria cantante Elis Regina. Egli ci porterà nel cuore di una peculiare estensione della cultura latina: accompagnato dal proprio quartetto (di cui fanno parte alcuni fra i protagonisti della scena musicale brasiliana odierna, come il chitarrista Nelson Faria, il bassista Ney Conceià ao e l'eccezionale batterista Kiko Freitas) e da Cubanismo!, l'artista esplorerà il fertile connubio fra mondo ispanico, cultura mediterranea, influenze africane, in un concerto-simbolo di quell'intenso dialogo fra culture che non solo offre ragguardevoli frutti culturali e spettacolari, ma favorisce anche una maggiore comprensione fra popoli diversi. Il 25 luglio si presenterà al pubblico catanese un'artista di fascino straordinario come Natacha Atlas, che illustrerà alcuni degli stimoli che oggi animano la ricca scena di quella cultura mediterranea la cui influenza continua ad affermarsi in tutto il mondo. Figlia di un ebreo sefardita di origine egiziana e di una inglese, la Atlas, che oggi vive a Washington, è cresciuta in un sobborgo marocchino di Bruxelles, imparando presto francese, arabo, spagnolo e inglese. E' qui che ha appreso la tecnica “raq sharki” di danza del ventre, che continua a eseguire nei suoi concerti mandando in delirio il pubblico. Ma, ancora più della danza, a impressionare è la sua voce, che copre tutte le ricchezze timbriche della tradizione araba, riuscendo a essere insieme emozionante, immediata ed evocativa: le millenarie salmodie vocali d'Arabia si coniugano con le macchine da ritmo metropolitane, e gli strumenti della tradizione più pura – l'oud, il bouzouki, le tablas, il dulcimer, il riqq, il bendir – si alternano con grandissima naturalezza con lo “scratch” dei DJ più di tendenza d'oltre Manica. “Canta come un usignolo appollaiato su una coppa di diamanti”, ha scritto di lei la rivista britannica Melody Maker. Una programmazione, dunque, all'insegna della più ampia e propositale varietà e del più aperto cosmopolitismo, specchio a sua volta del cosmopolitismo e della capacità di accogliere la diversità che è caratteristica storica e tradizionale della cultura in Sicilia. Non a caso, la prima tranche di EtnaFest si chiude, il 25 luglio, con un concerto che intende interpretare proprio il dialogo fra diverse culture: un'icona del canto contemporaneo, Ute Lemper, propone, con il recital intitolato Nomade, uno spettacolo di musiche e coreografie che testimoniano il tragitto immaginario dei popoli perseguitati e costretti all'esilio. Frequenti saranno i riferimenti al “cry” dell'America del Nord, al blues, al jazz e al gospel, e alla musica klezmer, con riferimenti letterari e musicali a Bertolt Brecht, Kurt Weill, Jacques Brel, Leo Ferrè, Frehel, Boris Vian, Hanns Eisler, Tom Waits, Carlos Gardel, Astor Piazzolla e Patti Smith (le cui musiche, non a caso, inaugurano Etnafest.

PROGRAMMA:

23 marzo 2004
Patti Smith (voce e chitarra), Lenny Kaye e Oliver Ray (Chitarre)
20 aprile 2004
David Byrne In Concert
David Byrne, voce e chitarra
Paul Frazier, basso
Mauro Refosco, percussioni
David Hilliard, batteria
& THE TOSCA STRINGS
Leigh Mahoney, violino
Tracy Seeger, violino
Jamie Desautels, violino
Ames Asbell, viola
Sara Nelson, violoncello
Douglas Harvey, violoncello
5 maggio 2004
Elvis Costello & Steve Nieve In Concert Performing Songs from NORTH and other favourites
Elvis Costello, voce e chitarre
Steve Nieve, pianoforte
18 giugno 2004
Dave Brubeck Quartet
Dave Brubeck, pianoforte
Bobby Militello, sassofono contralto e flauto
Michael Moore, contrabbasso
Randy Jones, batteria
30 giugno 2004
John Zorn & Electric Masada
John Zorn, sassofono contralto
Marc Ribot, chitarra elettrica
Jamie Saft, tastiere
Trevor Dunn, basso
Kenny Wollesen, batteria
Cyro Baptista, percussioni
15 luglio 2004
Bobby McFerrin & Voicestra – Circlesongs
Voci – Bobby McFerrin
Kirsten Falke
Rhiannon
Nicolas Bearde
David Worm
Beth Quist
Marlon Saunders
Adrian Pierre Cook
Judi Donaghy
Roger Treece
Janis Siegel
Joey Blake
19 luglio 2004
Joà o Bosco & Cubanismo!
Joà o Bosco, voce e chitarra
Nelson Faria, chitarra
Ney Conceià à o, basso
Kiko Freitas, batteria
Jesà s Alemaà y, tromba
Orlando “Maracas” Valle, flauto
Yosvany Terry, sassofoni
Carlos Del Puerto, contrabbasso
Pancho Amat, tres
“Tata” Gà ines, Roberto Vizcaino, Emilio del Monte, percussioni
25 luglio 2004
Natacha Atlas
formazione da confermare
29 luglio 2004
Ute Lemper – “Nomade”
Ute Lemper, voce
Uli Geissendà rfer, piano
Todd Turkisher, batteria
Mark Lambert, chitarra
Regg Washington, basso

Info:
Silvano Marino e Michela Giuffrida
APT – Azienda Provinciale Turismo di Catania
Via Cimarosa, 10
95124 Catania
tel.: 0957306211
e-mail: press@apt.catania.it
biglietto: 10


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.