Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

Una superlativa Laura Morante nelle vesti di “Madame Tosca”

Fotografie di Tabocchini - Zanconi


di Elena Bartolucci

“Madame Tosca”, Opera per voce recitante e pianoforte che incanta letteralmente il pubblico dello Sferisterio di Macerata. Grande prova di Laura Morante accompagnata al pianoforte e non solo dalla giovane Mimosa Campironi.

Macerata – Mercoledì 29 luglio è andata in scena allo Sferisterio di Macerata una splendida Laura Morante in Madame Tosca

Avvolta in una magnifica cappa di velluto rosso, la Morante ha prestato la sua voce a Sarah Bernhardt ossia l’attrice a cui Victorien Sardou si ispirò per Tosca, il celebre dramma trasformato in libretto da Illica e Giacosa e messo in musica da Puccini.

Una donna forte, capricciosa e passionale che racconta le sue mille vicissitudini personali e amorose e che dedicò tutta se stessa al lavoro di attrice, restando ancora oggi una delle più grandi interpreti teatrali del XIX secolo. Persino una volta costretta sulla sedia rotelle per via di un incidente a teatro proprio mentre recitava la Tosca, non ha mai abbandonato la sua arte dimostrando fino alla fine di poter riuscire a reinventarsi come donna e artista.

“La realtà e la finzione finiscono per mescolarsi in un gioco di specchi che rafforza la leggenda del personaggio con il respiro del cuore pulsante di una donna esistita per davvero, evocando anche una terza complessa e indimenticabile artista indissolubilmente legata al capolavoro pucciniano: Maria Callas”.

Le ultime note e parole in scena (“vissi d’arte, vissi d’amore / non feci mai male ad anima viva”) vengono infatti citate dall’opera stessa affidandole poi alla magnifica voce della grande Divina. La magia di poter sentire risuonare nell’aria la sua voce è a dir poco suggestivo mentre le luci sul palcoscenico scendono come la notte.

Grazie al nuovo format di Palco Reverse dell’ultimo cartellone del MOF, il pubblico viene catapultato sul palco e, oltre a godersi lo spettacolo dal vivo a pochi passi dall’artista in scena, ha l’opportunità di scrutare da un’altra prospettiva la magnifica cornice di uno dei più bei teatri all’aperto delle Marche.

Una forma quasi intima ed esclusiva di esibizione in cui la difficoltà e l’intensità del testo, date da toni e stati d’animo differenti che si alternano continuamente, hanno senz’altro richiesto una padronanza assoluta della scena per poter fare i conti con salti temporali improvvisi. Solo una grande interprete come Laura Morante poteva riuscire a dare maggiore lustro a un testo così ben scritto rendendo ancora più affascinante un personaggio già grande di suo.

Sul palco ha trovato posto anche Mimosa Campironi, giovanissima attrice e musicista, nonché autrice del testo: impegnata al pianoforte nell’esecuzione dei brani da lei stessa composti per questo melologo, ha anche saputo fare da spalla prendendo parte attiva nella scena.Madame Tosca è una produzione del Macerata Opera Festival in collaborazione con Casa musicale Sonzogno.

Commenti

commenti