Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

Suggestivo 32° Festival degli Appennini


a cura della Redazione

Grande pubblico per una suggestiva 32^ edizione del Festival degli Appennini a Montalto delle Marche (AP), una rassegna di grande qualità con il meglio dei Cori maschili nazionali.

Una Cattedrale stracolma di alpini, appassionati, musicisti e direttori di coro, provenienti da tutte le Marche e dal vicino Abruzzo, è stata teatro della 32ª edizione del Festival degli Appennini, manifestazione in grado di esprimere i grandi sentimenti legati ai canti della montagna, alpini e popolari. Nella serata del 18 maggio scorso, a Montalto delle Marche (AP), i tre cori partecipanti hanno dato vita all’esecuzione del repertorio popolare, dove ciascuna formazione ha dato il meglio, in termini di intonazione, espressività e qualità timbriche. Il Coro “La Cordata”, rinverdito nell’organico da giovani voci, ha affermato uno stile interpretativo che lo inserisce a pieno titolo nella coralità popolare nazionale, grazie anche ad una propria identità di repertorio, volto al recupero, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio di tramandazione orale che il M°Patrizio Paci sta conducendo, con grande passione e professionalità, lavoro finalizzato alla pubblicazione del libro Voci e Storie d’Altri Tempi (l’abbiamo recensito su questo magazine n.d.r.), recentemente presentato a Fermo.  Il Coro “Azzurro di Strada” di Pieve di Bono – Prezzo (TN), ha ben eseguito canti popolari trentini tratti dal repertorio del Coro della SAT di Trento. Il Coro “Voci delle Dolomiti” di Longarone (BL) ha brillantemente interpretato i canti alpini della Prima Guerra Mondiale. Al termine della serata i tre cori uniti hanno eseguito Signore delle cime, La Montanarae Il Testamento del Capitano, brano cantato in piedi nell’ultima strofa da tutto il pubblico, per il tripudio finale, al quale si è aggiunta inaspettatamente la richiesta a gran voce di un bis, alla quale i cori hanno risposto con il brano Doman l’è festa. Questa splendida edizione del Festival si inserisce nella prolifica e qualificata attività del Coro “La Cordata”, reduce da un’importante e significativa trasferta a Ronciglione nello scorso aprile, da un concerto pro AVIS nel Teatro “Ventidio Basso” di Ascoli Piceno l’11 maggio e dal prossimo impegno a Macerata, insieme al Coro “Sestese” di Sesto Calende (VA), sabato 25 maggio 2019 alle ore 18.00, presso il Chiostro dell’Università di Filosofia, dove si esibirà nell’ambito della 34^ Rassegna dei Sibillini, organizzata dal Coro “Sibilla”.

Commenti

commenti