Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

Roma: “Premio Cattedrali Letterarie Europee” a Morricone, Lynch e Andrea di Cesare

Fotografie di Debora Tofanacchio


a cura di Federica Baioni

L’eccellenza viene premiata a Roma, nella villa di Alberto Sordi. Il Premio Cattedrali Letterarie Europee quest’anno è andato a Ennio Morricone, David Lynch e al violinista pop Andrea di Cesare. Audio interviste e due video esclusivi.

Un premio importante legato alla cultura e alle eccellenze del nostro paese e non solo, un luogo prestigioso al centro di Roma e la musica a fare da collante. Tutto questo è stato il risultato di un appuntamento esclusivo svoltosi sabato 23 novembre al centro di Roma nella bellissima villa dove risiedeva il numero uno della commedia italiana di tutti i tempi: Alberto Sordi. Nel teatro di casa Sordi al cospetto di invitati illustri ed un par terre di premiati di tutto rispetto tra cui il Maestro Ennio Morricone, il regista e compositore David Lynch che in diretta video da Los Angeles ha rivolto il suo saluto alla platea italiana ringraziando per il riconoscimento e salutando con affetto il maestro e collega italiano Morricone, si è svolta la 13° edizione del Premio Cattedrali Letterarie Europee. Un premio rivolto alla musica e alle sue eccellenze e ai grandi della cultura del nostro tempo.

Intervista Andrea di Cesare (realizzata dalla nostra inviata Federica Baioni)

Tra tutti nota di merito va soprattutto al violinista pop e compositore Andrea di Cesare che ha ricevuto dalle mani del presidente Ghiterrari il prestigioso riconoscimento con una motivazione che risalta l’intensa ricerca di innovazione che porta avanti in questi anni con il violino, una tecnica che oggi lo vede protagonista assoluto del violino pop applicato alla musica pop, per far «rendere moderna un’immagine del violino rimasta classica da troppo tempo». Parole che rispecchiano l’intensa attività di ricerca musicale di Andrea di Cesare che si è esibito in un’improvvisazione musicale per violino solo con effetti e loop station dedicando la composizione a suo figlio Christopher seduto in prima fila e ribadendo il concetto importante che la didattica nel nostro paese va presa sul serio e il suo impegno come docente di violino pop oggi ne è la risposta.

L’edizione 2019 del Premio Le Cattedrali Letterarie Europee, quest’anno, si è articolata in più appuntamenti. Il primo si è svolto lo scorso 19 ottobre, nel corso del quale il riconoscimento è stato consegnato a Toni Servillo. Dopo la cerimonia in onore di Speranza Scappucci e Piero Rattalino mentre il 14 dicembre l’edizione 2019 del Premio si concluderà in grande stile, con la cerimonia in onore di Lorenzo Richelmy, giovane ma già grande attore, divenuto celebre grazie al Marco Polo di Netflix.

Come ogni anno, ricca è stata la sezione Premio Excellentissimus dedicata alle giovani ma già grandi promesse dell’arte e della cultura. Il 19 ottobre scorso per la sezione Teatro il riconoscimento è stato consegnato al trio comico-brillante I Centouno (Luca Latino, Flavio Moscatelli, Ezio Passacantilli); per la sezione musica a I Cerchi Magici e al pianista Gesualdo Coggi. Il 16 novembre è stata la volta del Quartetto Avos. Mentre sempre sabato 23 novembre il Premio Excellentissimus sezione Musica è stato a due giovani prodigi della musica italiana rispettivamente il pianista Emanuele Misuraca ed alla violinista Gaia Trionfera che hanno deliziato la platea con i loro virtuosismi accogliendo il consenso e il plauso del Maestro Ennio Morricone che li applaudiva in prima fila.

IL PREMIO, cenni storici.

Nelle edizioni precedenti il riconoscimento è stato consegnato a: Umberto Eco per i suoi studi su James Joyce; Roberto Benigni per la sua opera divulgativa su Dante Alighieri; Dario Fo per le sue lezioni teatrali-divulgative su Andrea Mantegna; Francis Ford Coppola per la trasposizione filmica in Apocalypse now del romanzo di Conrad Heart of darkness; Andrea Camilleri per le sue regie teatrali del teatro dell’Assurdo di Samuel Beckett; i Fratelli Paolo e Vittorio Taviani per la reinterpretazione del Giulio Cesare di Shakespeare con il film Cesare deve morire; Salvatore Accardo per le sue esecuzioni dell’opera di Niccolò Paganini; il Banco del Mutuo Soccorso per aver mantenuto vivo il concetto di Avanguardia artistica come continuazione critica della cultura classica; Carlo Verdone per le sue regie liriche dedicate al genio di Gioacchino Rossini.

Premio tre volte medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica, due volte migliore associazione europea a Bruxelles, ha collaborato con: Ambasciata Americana, Ambasciata Francese, Forum Austriaco cultura, Ambasciata Portogallo e Irlanda, Commissione culturale Europea, Centro Studi Americani, Ministero Beni Culturali, Comune di Roma, Ambasciata Paesi Bassi etc. Il Premio è stato realizzato per avvicinare i giovani alla vasta cultura artistico – umanistica europea dove il grande Intellettuale diventa un modello da seguire ed emulare, una riscoperta dei grandi autori del passato.

Intervista Presidente Premio Cattedrali Europee Ghiterrari (realizzata dalla nostra inviata Federica Baioni)

Commenti

commenti