Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

La Stagione 2019-20 del Teatro alle Vigne di Lodi


a cura di Vincenzo Pasquali

Presentata la stagione 2019-20 del Teatro alle Vigne di Lodi che prevede Prosa, Musica, famiglie a Teatro e Teatro per le Scuole. In tutto 50 spettacoli dal 29 ottobre 2019 all’8 maggio 2020.

Non ci resta che ridere

Nella Sala Rivolta del Teatro alle Vigne di Lodi lo scorso 20 settembre è stata presentata la Stagione 2019-20.  Sono intervenuti il Sindaco di Lodi, Sara Casanova; il Vicesindaco e Assessore alla Cultura, Lorenzo Maggi; l’amministratore di Giona s.r.l., Gino Biasini; il direttore del Teatro, Angelo Curtolo.

La Stagione 2019-20 del Teatro alle Vigne, gestito da Giona srl (partecipata del Comune), si articola nei seguenti cicli:

  • Prosa, sette spettacoli in abbonamento;
  • Musica, sette concerti in abbonamento;
  • Famiglie a Teatro, otto spettacoli in abbonamento;
  • nove fra spettacoli e concerti Fuori Abbonamento;
  • la rassegna Teatro per le Scuole, ventiquattro spettacoli alla mattina, per gli studenti.

Il Teatro alle Vigne prosegue nelle consolidate linee di attività, con l’obiettivo di essere sempre più sorgente di energia culturale per tutto il Lodigiano, contribuendo a migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Guardando al ciclo di Prosa, si prosegue nel presentarele voci dei drammaturghi di oggi, che parlano della nostra realtà; con testi interpretati dai migliori attori. Ecco allora la figura di Van Gogh, con Alessandro Preziosi, messa a fuoco dal pluripremiato Stefano Massini, i cui lavori sono tradotti in 24 lingue; Silvio Orlando, protagonista in Si nota all’imbrunire, di Lucia Calamaro, tra i maggiori autori italiani di oggi, Premio Hystrio 2019 alla Drammaturgia; Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte, uno spettacolo del Teatro dell’Elfo di Milano, cinque anni di repliche a Londra, di Simon Stephens, tra i principali drammaturghi inglesi; Il silenzio grande, dell’autore di best-seller Maurizio De Giovanni, con Massimiliano Gallo (Premio  Maschere del Teatro) e Stefania Rocca, regia di Alessandro Gassmann.   E poi il musical con gli Oblivion e la loro Bibbia riveduta e scorretta; Ale e Franz che, inaugurando la Stagione, rileggono Romeo e Giulietta; con la regia di Leo Muscato; Giuseppe Cederna (che ricordiamo in numerosi film, tra cui Mediterraneo, premio Oscar) nel Tartufo di Molière.

La pianista Gloria Campaner

Nella Musica, in collaborazione con gli Amici della Musica “A. Schmid”, ascolteremo le giovani musiciste italiane che già incidono per le grandi etichette come Francesca Dego e  Gloria Campaner; talenti cittadini di rilievo internazionale come Raffaele Pe (“uno dei più interessanti controtenori dell’ultima generazione” – L’Opera); progetti culturali originati qui –  all’interno della lodigiana Fondazione iCons –  e di respiro europeo, come l’Orchestra Theresia; formazioni affermate come il Quartetto di Cremona, i vincitori di importanti premi  come il Trio Gaon, la contemporaneità dell’ensemble Sentieri Selvaggi.

Gli spettacoli Fuori Abbonamento sono l’occasione per i nostri artisti lodigiani di proseguire nel dialogo con il pubblico, come la comicità di Filippo Caccamo con il nuovo spettacolo; e di Luciano Pagetti con la sua Compagnia, per S. Silvestro. Poi la Compagnia d’Operette Elena D’Angelo, in collaborazione con l’Accademia Gaffurio, e con speciali riduzioni per i soci degli Amici della Lirica; la 12° edizione del Lodi Blues Festival; il quartetto femminile Vasini-Faiella-Grossi-Pelusio l’8 marzo, in collaborazione con l’Assessorato alle Pari Opportunità; infine la comicità dei PanPers e di  Giovanni Vernia.

Un ambito rilevante dell’azione culturale del Teatro alle Vigne è rappresentato dalla rassegna Teatro per le Scuole, giunta alla 15esima edizione, con un aumento degli spettacoli (24); e dal ciclo Famiglie a Teatro, otto spettacoli alla domenica pomeriggio, che riscuotono una viva partecipazione.  Facciamo così scoprire ai più piccoli l’universo dello spettacolo dal vivo, favorendo il connesso sentimento di appartenenza a una comunità, che partecipa con intensa emozione. Ecco dunque la funzione educativa, formativa del Teatro alle Vigne, vero Teatro della Comunità.

Il Teatro alle Vigne ringrazia la Banca di Credito Cooperativo Laudense per il contributo ai futuri lavori di riqualificazione e manutenzione.

Il rinnovo degli abbonamenti inizia lunedì 23 settembre, dalle 16 alle 19; sarà invece possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti a partire dal 7 ottobre.  I singoli biglietti andranno in vendita dal 17 ottobre: in biglietteria, online, e anche presso le filiali della BCC Laudense a Lodi e provincia.

INFO

Commenti

commenti