Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

La pura magia coinvolgente di STOMP

Gli STOMP a Fermo. Un "delirio" artistico fatto di suoni e rumori per creare uno spettacolo dall’ironia travolgente.


di Elena Bartolucci

Fermo. Mercoledì 25 aprile ha preso vita uno spettacolo nuovo, fresco e divertente grazie ai ballerini della compagnia STOMP che hanno fatto il loro ingresso sul palcoscenico del meraviglioso Teatro dell’Aquila trasformato per l’occasione in una vera e propria jungla urbana, piena di cartelli stradali, coperchi, fusti e bidoni, tubi di ogni forma e dimensione che hanno preso il posto delle quinte di scena.
La compagnia nasce nel 1991 a Brighton dalla creatività di Luke Cresswell e Steve McNicholas. L’irresistibile esperienza di STOMP sta per compiere i 25 anni di successo nei più importanti festival e teatri del mondo, in oltre 40 paesi e con 5 formazioni internazionali fisse.
La compagnia STOMP non è formata da semplici ballerini ma rappresenta più un vero mix di energia e musica in grado di trasformarsi in percussionisti, attori e acrobati allo stesso tempo.
Senza trama, personaggi, musica o parole, STOMP mette in scena il suono del nostro tempo, traducendo in una sinfonia intensa e ritmica i rumori e le sonorità della civiltà urbana contemporanea. Con mugolii, fischi, battiti e percussioni di ogni tipo, i formidabili interpreti danno voce ai più banali e comuni oggetti della vita quotidiana: giornali, scatole di fiammiferi, accendini, palloni da basket, sacchetti di plastica, bidoni della spazzatura, camere d’aria, lavandini, scope, spazzoloni, secchi, carrelli della spesa, creando così delle sonorità divertenti e coinvolgenti.
STOMP trova la bellezza e la sua essenza nella realtà quotidiana in cui viviamo, trasformando ogni oggetto o anche un semplice battito di mani in strumenti musicali: il disordine della vita urbana diventa fonte di stupore e ritmo contagioso. Sfidando continuamente ogni convenzione sui confini di genere, STOMP è danza, teatro e musica fusi insieme. Un anomalo concerto sinfonico dal ritmo tribale che regala anche momenti dal sapore circense.
La furia e il senso del ritmo urbano, la precisione dei movimenti coreografici e l’interazione divertente e pop degli interpreti con il pubblico è riuscita infatti a strappare anche numerose risate ai bambini presenti in sala.
STOMP è l’emblema di come la danza, è passione e quando c’è così tanta passione non c’è bisogno nemmeno della musica per emozionare il pubblico. La loro missione? Liberare, attraverso il ritmo, i suoni più comuni e per questo più sconosciuti dell’epoca contemporanea.

 

Commenti

commenti