Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

“IPUNTIDANZA”: 26 aprile “GALA” virtuale per la Giornata Mondiale Della Danza


a cura di Vincenzo Pasquali

IPUNTIDANZA 2019/2020 – XVII edizione. La Fondazione Egri per la Danza, domenica 26 aprile alle ore 21 p r e s e n t a il “GALA” virtuale per la Giornata Mondiale Della Danza. Partecipano: Compagnia EgriBiancoDanza (direzione artistica di SUSANNA EGRI e RAPHAEL BIANCO); Compagnia Balletto Teatro di Torino (direzione artistica di VIOLA SCAGLIONE); Compagnia ZeroGrammi (direzione artistica di STEFANO MAZZOTTA); Associazione COORPI (direzione artistica di CRISTIANA CANDELLERO). L’evento, attraverso il canale you tube della Compagnia EgriBiancoDanza, resterà online fino a mercoledì 29, data ufficiale della Giornata Mondiale della Danza.

La Giornata Mondiale della Danza, decretata dall’Unesco nel 1982, viene celebrata in tutto il mondo per richiamare l’attenzione sull’arte della Danza, linguaggio universale che unisce i popoli al di là di confini e differenze di qualsiasi natura. Durante la giornata, tradizionalmente celebrata il 29 aprile, si attivano e si moltiplicano eventi e manifestazioni di ogni genere, a dimostrare che la danza ha molti aspetti e declinazioni, sia nell’ambito dello spettacolo sia nella tradizione popolare e sociale. Susanna Egri (che fu membro del Consiglio Esecutivo del CID – Conseil International del Danse – Unesco sin dal 1976 e di cui poco dopo divenne Vicepresidente), della fu incaricata ufficialmente dall’Unesco di celebrare la “Giornata” in tutta Italia, sin dalla metà degli anni ’80, ed oggi continua a festeggiarla attraverso le iniziative della Fondazione Egri per la Danza.

Quest’anno la Fondazione Egri aveva programmato i festeggiamenti il 26 di aprile per condividere il proprio Gala, inserito nella stagione IPUNTIDANZA 19/20, nella sede della Casa del Teatro Ragazzi e Giovani, insieme ad altre iniziative promosse dalle diverse istituzioni torinesi, in primis Piemonte dal Vivo e i partner che coordinano le attività della Lavanderia a Vapore di Collego, casa europea della danza. Causa emergenza sanitaria, che ancora blocca la maggior parte delle attività produttive del paese, e che fin dall’inizio ha decretato la sospensione di tutte le attività teatrali, non sarà purtroppo possibile programmare la Giornata Mondiale della Danza come inizialmente pensato. Per questa ragione la Fondazione Egri, in accordo con i propri partner, ha comunque deciso di celebrare l’evento, attraverso i canali social della Compagnia che ormai da settimane trasmettono una programmazione di danza on line, IPUNTIHOME dedicata al loro pubblico e a tutti i nuovi utenti che hanno aderito all’iniziativa. Una scelta che consolida questa nuova modalità di programmazione, permettendo in questa occasione una condivisione dell’evento con i principali organismi di produzione e promozione coreutici del territorio piemontese: COORPI, BTT- Balletto Teatro di Torino e Compagnia Zerogrammi. Un’occasione per affermarne i valori spirituali, culturali e sociali, in un momento dove non è possibile aggregarsi ma è fondamentale restare uniti. Ecco perché si è voluto comunque celebrare la danza con alcune produzioni video di rilievo (COORPI e ZEROGRAMMI) e nuove produzioni espressamente concepite per l’occasione (BTT e EBD).

L’iniziativa è programmata, come originariamente previsto, per domenica 26 aprile attraverso il canale you tube Compagnia EgriBiancoDanza e resterà online fino a mercoledì 29, data ufficiale della Giornata Mondiale della Danza. L’appuntamento con il Gala è anticipato alle ore 12 da un video dedicato al progetto “Le Sacre du Printemps”, ideato dalla Lavanderia a Vapore con la partecipazione di Egri Bianco Danza, BTT e Zerogrammi nelle figure dei tutor di progetto. Sacre è un evento collettivo di danza con circa 400 danzatori, immaginato per celebrare la Giornata Unesco della Danza 2020 nel parco della Tesoriera di Torino e in questo momento in attesa di riprogrammazione, appena le condizioni lo renderanno possibile. Un video – disponibile sulla pagina Facebook di Lavanderia a Vapore e sul canale YouTube di Piemonte dal Vivo – racconterà per la prima volta al pubblico le specificità di questo grande evento, che ha visto dall’autunno scorso diverse sessioni di lavoro con i tutor e con tutti i gruppi di danza coinvolti. Tutti gli artisti che partecipano a questo Gala Virtuale desiderano con questa iniziativa celebrare la danza, portandola al più ampio pubblico, ma ne affermano anche la fisicità e la necessità dello spazio teatrale per la sua più alta espressione. La danza sul web non vuole quindi essere considerata come punto di arrivo o come un nuovo orizzonte di conquista, ma un punto di ri-partenza nella speranza di ritrovare al più presto il proprio pubblico dal vivo come sua dimensione reale.

BEN: COORPI

  • Direzione artistica: Lucia Carolina De Rienzo
  • Regia: Teresa Sala, Ilaria Vergani Bassi, Mattia Parisotto, Gabriel Beddoes
  • Protagonisti: Doriana Crema e Aldo Rendina
  • Tutor progetto: Helena Jonsdottir e Paolo Favaro 

BEN nasce da un’idea originale della curatrice, Rosa Canosa: Film in 4D – Vedere la musica, danzare le immagini. È questo un percorso di ricerca artistica collettiva che sperimenta un modo nuovo di intendere il ritmo con un linguaggio ibrido e innovativo.

ZEROGRAMMI

ELEGIA: COMPAGNIA ZEROGRAMMI

  • Progetto, regia e coreografia Stefano Mazzotta 
  • Creato con e interpretato da Amina Amici, Lucrezia Maimone, Simone Zambelli, Damien Camunez, Manuel Martin, Miriam Cinieri, Gabriel Beddoes, Alessio Rundeddu e con la partecipazione speciale di Loredana Parrella, Sara Angius 
  • Collaborazione alla drammaturgia Anthony Mathieu 
  • progetto ­video: Massimo Gasole/Illador Film 
  • In collaborazione con Sky Servey, Damiano Picciau 
  • Vocal coachin: Elena Ledda e Simonetta Soro 
  • Luci: Tommaso Contu

Le geografie della Sardegna diventano la scenografia naturale dove trovano dimora i poetici personaggi del romanzo di Raul Brandao, un insieme di storie solitarie di 8 figure derelitte e al contempo goffe al limite del clownesco, tutte accomunate dal medesimo sentimento di malinconica nostalgia e desiderio di riscatto. In questo racconto filmico danzante di corpi in migrazione, si stagliano profili di creature e memorie di storie che ci raccontano il tempo e lo spazio degli addii, la bellezza, il paesaggio, la luce, l’esilio.

GIORNI: COMPAGNIA EGRIBIANCODANZA

  • Concept Coreografico: Raphael Bianco, con l’apporto coreografico dei danzatori della Compagnia EgriBiancoDanza e la partecipazione straordinaria di SUSANNA EGRI
  • Assistente produzione video: Vincenzo Criniti
  • Montaggio e regia: Fabio Melotti
  • Musiche: Antonio Vivaldi “Et in terra pax” dal Gloria
  • Organizzazione e promozione: Elena Rolla
  • Maitre de Ballet: Vincenzo Galano
  • Danzatori: Elisa Bertoli, Simona Bogino, Maela Boltri, Vincenzo Criniti, Lara Di Nallo, Vanessa Franke, Carola Giarratano, Cristian Magurano, Paolo Piancastelli, Alessandro Romano, Davide Stacchini

“Ogni artista cerca di metabolizzare con la propria sensibilità, gli umori, le inquietudini e il dolore che serpeggiano nel suo tempo, restituendolo al proprio pubblico sotto forma di arte. Giorni è una danza, seppur lontana, eco della nostra autentica passione e di solidarietà profonda, fatta di braccia, gambe, occhi, nel limite dello spazio e del tempo, nel limite di quello che ci è dato sapere ma nella speranza di rivivere presto una pace, un’armonia interiore e collettiva dopo la solitudine e l’incertezza di questi giorni”. (Raphael Bianco)

BALERA: COMPAGNIA BALLETTO TEATRO DI TORINO

  • Coreografia: Andrea Costanzo Martini
  • Danzatori del Balletto Teatro di Torino
  • Disegno luci: Yoav Barel
  • Costumi: Walter&Hamlet
  • Assistente: Lorenzo Ferrarotto
  • Danzatori: Viola Scaglione, Nadja Guesewell, Lisa Mariani, Hillel Perlman, Flavio Ferruzzi, Emanuele Piras

Con questo lavoro Andrea Costanzo Martini e i danzatori del BTT si tuffano in una esplorazione sull’euforia del danzare, passando con nonchalance attraverso vocabolari noti come quelli del Balletto Accademico o delle Danze di Sala e di tradizione, rivisitandoli con uno sguardo particolarmente attento al lato istintivo e animale del corpo umano. Balera racconta di un mondo a sé, dove il sottostare a codici e regole si scontra con il puro piacere del movimento, un luogo per molti aspetti familiare, fatto di incontri, di sguardi, di desiderio e di passione nel quale la fatica si trasforma in leggerezza ribaltando le aspettative per lasciare spazio all’assurdo e all’ironia.

ARCIPELAGO: COMPAGNIA BALLETTO TEATRO DI TORINO

  • Concept a cura dei danzatori del BTT
  • Creazione musicale Emanuele Piras
  • Danzatori: Lisa Mariani, Flavio Ferruzzi, Nadja Güsewell, Hillel Perlman, Viola Scaglione, Emanuele Piras, Alessandra Giacobbe

“ARCIPELAGO è il titolo del contributo video del BTT che testimonia come la compagnia sta vivendo e affrontando questo momento così delicato. Esattamente come un arcipelago ci sentiamo un insieme di ‘ isole’ irregolari e diverse per natura ma assolutamente affini e unite dallo stesso mare” (Viola Scaglione).

CONCEPT1, BTT

CONCEPT #1: COMPAGNIA BALLETTO TEATRO DI TORINO

  • Musica: Ptakh_Jung
  • Arpa dal vivo: Anna Varonova
  • DOP: Denis Melnik, Alexander Zaporoschenko, Anton Som
  • Light designer: Natalia Perchishena
  • Video: Sofi Pashkial
  • Danzatori: Viola Scaglione, Nadja Guesewell, Lisa Mariani, Hillel Perlman, Flavio Ferruzzi, Emanuele Piras

“Questo video ci ricorda uno degli ultimi tour fatti all’estero che ci ha visto condividere la scena in LIVE con musicisti di Kyiv che non conoscevamo. Per sottolineare ancora una volta l’importanza dello spettacolo dal vivo, del condividere la propria passione con altri artisti e del poter far viaggiare la nostra arte” (Viola Scaglione).

SACRE: un progetto collettivo di danza

  • concept di Alain Platel/ Les ballets C de la B
  • promosso da Lavanderia a Vapore – Casa europea della danza
  • con il sostegno di Piemonte dal Vivo e Torinodanza festival
  • coordinamento artistico:Elena Rolla / compagnia EgriBiancoDanzaStefano Mazzotta / compagnia ZerogrammiViola Scaglione / compagnia Balletto Teatro di Torino
  • segreteria organizzativa Melissa Boltri

I gruppi che partecipano al progetto sono: Arte in Movimento a.s.d., Artédanza a.s.d., Il Gabbiano a.s.d., APID, Artemovimento Centro di Ricerca Coreografica, Asd + Sport 8, Centro Ricerca Danza a.s.d., Associazione Italiana Giovani Parkinsoniani, Centro Aziza a.s.d., Centro Danza Robilant , Danzarea, Eclectica, Emozione Danza, Fondazione Egri per la Danza, Ginger Company a.s.d., Gruppo Tango autogestito, LAB22 a.s.d.p.s., Nuovo steps a.s.d., Scuola del Balletto Teatro di Torino, Sowilo.

Chi lo desidera potrà sostenere l’attività donando attraverso paypal ai link che troverà pubblicati sul sito o sui social della Compagnia o con bonifico IBAN IT46I0306909606100000156938

Dichiarazioni di Raphael Bianco e Susanna Egri:

“Per la giornata mondiale della danza credo che mai più di oggi il corpo danzante debba essere in primo piano, per ricordarci che la danza nella sua totale fisicità è veicolo privilegiato di emozioni per l’immediata espressione dei più profondi sentimenti umani: segreti, indicibili, profondi e universali. Per questa volta la giornata mondiale della danza non si può esprimere nel suo spazio deputato per eccellenza: il teatro. Il corpo danzante non può creare quella sottile empatia e compassione con il proprio pubblico, che può condividere, anche nell’arco di pochi secondi, gioie e dolori di artisti in carne e ossa forieri di ogni sorta di emozione. Celebriamo questa giornata a distanza per ricordare il teatro e il miracolo che ogni spettacolo ci regala, quella catarsi di corpo e anima, che è medicina per il nostro corpo e psiche, quell’incontro fra il gesto coreografico e coreografato, evocativo e misterioso allo stesso tempo, con  il cuore dello spettatore che a quel gesto rimanda reazioni imprevedibili. Celebriamo questa Giornata comunque in compagnia dei nostri Partner che abbiamo comunque voluto coinvolgere anche fuori dalla tradizionale sede teatrale per celebrare specialmente in questa occasione la nostra arte. Per la Fondazione Egri dopo HOMESWEETHOME, che voleva essere una testimonianza di EgriBiancoDanza in questo periodo di costrizione domestica, rivelando attraverso le perfomance surreali, talvolta grottesche dei danzatori le sfaccettature di una realtà domestica ritrovata, ho ideato GIORNI sulla potente musica corale dal Gloria di Antonio Vivaldi. Ho voluto che questo fosse il nostro messaggio per tutti coloro che ci seguono o seguiranno, un momento di compassione ed empatia, per il dolore del mondo e di tutti coloro che hanno vissuto e vivono la tristezza di questo momento inquietante. Nessun artista può rimanere insensibile a ciò che sta succedendo, non tanto per la cosa in sé, ma per l’effetto che ha  sulla nostra società. Ogni artista cerca di metabolizzare con la propria sensibilità, gli umori , le inquietudini e  il dolore che serpeggiano nel suo tempo, restituendolo al proprio pubblico sotto forma di arte.  Ecco perché ho voluto un lavoro transgenerazionale, coinvolgendo un’artista come Susanna Egri, perché l’orizzonte coreografico si apra e raccolga anche la testimonianza di chi più di altri, anche per questioni agrafiche, teme la minaccia di un virus per molti versi ancora ignoto, nella propria quotidianità e solitudine. Et in terra pax hominibus recita la parte del Gloria che ho scelto, e mi sembra di buon augurio pur nella attuale condizione del genere umano che si riscopre più fragile e indifeso: una danza seppur lontana, eco di nostra autentica passione e di solidarietà profonda, fatta di braccia, gambe, occhi, nel limite dello spazio e del tempo, nel limite di quello che ci è dato sapere ma nella speranza di rivivere presto una pace, un‘armonia interiore e collettiva dopo la solitudine e l’incertezza di questi giorni. Questo il nostro contributo coreografico alla Giornata Mondiale della Danza 2020 ed il nostro dono seppur immateriale, specialmente per coloro che meritano sostegno e comprensione: un pensiero danzato coi rudimenti tecnologici della nostra attuale realtà che spero possa alleviare qualche ferita.” (Raphael Bianco)

“Circa una quarantina di anni fa l’UNESCO ha deciso di proclamare la Giornata Mondiale della Danza, cioè per un giorno all’anno dedicare alla Danza, su tutto il globo, l’attenzione che merita. Durante la mia militanza all’Unesco, sono stata per lunghi anni vicepresidente del C.I.D (Conseil International de la Danse), mi sono posta la missione di far conoscere questa giornata (che è il 29 aprile) in lungo e in largo nel nostro Paese, ove com’è noto, la danza, fra le attività umane, non gode di grande popolarità. Spesso la si confonde con pratiche motorie di tipo sportivo, e comunque se ne ignora l’essenza, la storia, il profondo legame con l’evoluzione dell’umanità. Ho percorso la penisola da Sud a Nord, da centri importanti a contrade fuori mano, realizzando eventi fuori dai teatri, in mezzo alla gente, per richiamarne l’attenzione, per stupire, per suscitare curiosità e consenso. Devo ammettere che tutto ciò ha prodotto dei risultati, e ormai si moltiplicano un po’ dappertutto eventi collegati alla Giornata. Ma forse non sempre ne viene a galla l’essenza, data la complessità del tema, che è insieme disciplina e comunicazione, divertimento e rito, attraverso il corpo. E proprio in questo momento, in cui i nostri corpi sono bersagliati da un agente sconosciuto, è proprio il caso di riflettere su come la danza possa unire i popoli al di là di confini e barriere: gli Esquimesi del Polo Nord e gli Aborigeni dell’Australia, i Nomadi della Mongolia e le Popolazioni dell’Amazzonia, e in mezzo noi Occidentali, la danza ci accomuna tutti. Strumento della danza è il corpo. Il corpo ha una valenza materica, cioè il fisico. Ma il corpo comprende anche valori trascendentali, attraverso il gesto significante. Fin dagli albori della civiltà, la danza appare strettamente collegata al primo impulso dell’uomo verso il trascendente. Danza e rito nascono insieme e da allora si evolvono sia in rituali collettivi che coinvolgono le comunità, sia in forme di espressione teatrale, sia in accensioni individuali volte ad indagare il mistero che ci circonda, o rendere visibile la nostra gioia di essere al mondo. Riflettere su questi aspetti è il senso intimo della Giornata Mondiale della Danza.” (Susanna Egri)

INFO:

  • www.egridanza.com
  • Facebook: Compagnia EgriBiancoDanza
  • Instagram: egribiancodanza
  • Twitter: @compagniaebd
  • Youtube: Compagnia EgriBiancoDanza

Commenti

commenti