Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

In uscita il nuovo singolo e videoclip di Smarties “Fumo sempre troppo”


a cura della Redazione

In uscita, oggi 20 giugno, il nuovo singolo della cagliaritana Marta Pilia, in arte Smarties (ex The Voice), Fumo sempre troppo. Presentiamo anche il videoclip relativo.

In uscita sabato 20 giugno in radio e su tutte le piattaforme digitali il singolo Fumo sempre troppo della cagliaritana Marta Pilia, in arte Smarties, accompagnato dal videoclip ufficiale per la regia di Marco Placanica. Il brano, che arriva dopo il singolo Buckle up, è distribuito dall’etichetta La Stanza Nascosta Records del musicista e produttore Salvatore Papotto.

Il beat cattura sonorità provenienti dalla trap americana, cercando di emanciparsi dalle costruzioni europee dello stesso genere. Smarties tratteggia con vertiginosa velocità di articolazione delle parole un campionario umano intenzionalmente caricaturale, svelando un’inedita vena da caratterista della trap. Padronanza vocale e una gestualità interpretativa consapevole e sensuale vengono convogliate in una riuscita iperbole stilistica, dalle atmosfere colorate ed ipnotiche. “In Fumo sempre troppo, che è il mio secondo singolo come Smarties – racconta Marta Pilia – ho voluto raccontare in modo divertente ed eccentrico un’umanità singolare, rappresentata volutamente in modo esasperato. Le personalità che animano il video sono intenzionalmente costruite all’eccesso; penso ad esempio alla fashionista, emblema dell’ipocrisia e della superficialità tipiche della ragazza social. Credo d’altra parte che una narrazione distorta e psichedelica della realtà sia, paradossalmente, la visione migliore che si possa avere in questo mondo di pazzi”.

Il videoclip: le dichiarazioni del regista Marco Placanica

“Il video musicale di Smarties è un tuffo negli archetipi sociali del nostro periodo storico. La protagonista interpreta una psicologa chiaramente fuori dagli schemi, circondata da personaggi di dubbia sanità mentale che colorano l’intero video musicale. A differenza della maggior parte dei videoclip di questo genere l’artista si pone su un piano differente; i problemi non sono i suoi, vive tra i guai delle persone che la circondano. La protagonista deve sopportare la collega vegana, gli sguardi ammiccanti del cinquantenne, i problemi del nerd descritto come un droide protocollare […]. La conclusione del video è una dichiarazione di indipendenza dell’artista che sposa perfettamente l’epilogo della nostra narrativa: accanto al lettino infatti, al suono di “Adesso io sono il mio capo”, scopriamo che è proprio Smarties la dottoressa di tutti questi pazienti. Il trattamento registico vuole decisamente smorzare l’argomento di narrazione, discostandosi da quella che potremmo definire una fotografia politica. L’intero video ricorda agli occhi dello spettatore uno spettacolo teatrale, una messa in scena dichiarata anche dal piano sequenza iniziale. La sala d’aspetto cambia colore, il lettino del paziente si deforma e la scena conclusiva si svolge in questo ambiente ocra che evoca proprio un palcoscenico teatrale. In definitiva, il video musicale di Smarties si pone al grande pubblico sotto due aspetti ben differenti: una visione leggera per chi vuole accomodarsi senza pensieri tra il pubblico di questo teatro, una visione più profonda per chi ha interesse nello scoprire l’intentio reale della nostra rappresentazione”.

BIO

Classe 1998, sarda di nascita ma milanese di adozione, Marta Pilia è diplomata all’Accademia Artisti di Milano, dove ha studiato recitazione cinematografica, doppiaggio e dizione. Da sei anni perfeziona la tecnica vocale grazie all’esclusivo metodo Vocal care di Danila Satragno, impiegato dalle più grandi star della musica italiana e internazionale e finalizzato all’educazione ed al potenziamento della voce; da due anni ha intrapreso il Master per diventare, a sua volta, Vocalcoach. Finalista a Sanremo Junior 2011 e al Festival di Castrocaro 2013, opening act di Alexia, Spagna e Tazenda, nel 2016 supera le Blind Audition di The Voice of Italy guadagnandosi l’ingresso nella squadra capitanata dal rapper Emis Killa. Nel 2017 prende parte alla finale di Mezzogiorno in Famiglia, trasmissione televisiva di Rai 2. Il 27 settembre 2019 è uscito in radio e su tutte le principali piattaforme digitali Buckle up, il singolo di esordio come Smarties.

CREDITS VIDEOCLIP

  • Regista: Marco Placanica
  • Direttore della fotografia: Devid Fichera
  • Produttore esecutivo: Giuseppe Lorenzo

CREDITS SINGOLO

  • PROD. SHANNA
  • PERFORMER: SMARTIES
  • SONGWRITER: MARTA PILIA
  • COMPOSER: MASSIMO SCIANNAMEA
  • ARRANGER: MASSIMO SCIANNAMEA
  • MASTER: ALEX GRASSO-FOUR WALLS STUDIO

Testo di Fumo sempre troppo 

Ne varrà la pena vivere tra i guai

Chi ha vita semplice non vivrà mai

Prenditi tutto senza chiedere

Che chi ti calpesta non lo fa con te

Qua la gente è presa male pensa che la vuoi fregare, ma perché?

Non sto giocando a black jack

Etica materialista non entri se non sei in lista o

se non hai 20k follower

Si davvero belle scarpe

5000 son scontate

E che problema c’è me ne incarti 3 -eh?

A cena al ristorante vegan

mangerei la mia collega

Faccio un favore alla specie

Prima tutti son gentili

Poi si scopre il perché

Non ci sono perbenisti

Solo tante chiacchiere

Fumo sempre troppo

una mille centos

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Fumo sempre troppo

Adesso la riaccendo poi domani non mi sveglio

Non perdo la testa per ragazzi o like

Su muri di lovers io ci scrivo offline

Non servon bracciali, catene perché

Coi soldi non compri né classe né me

Ferma io non ci so stare

Ho cambiato città e mare

Ma il maestrale io ce l’ho nel petto

Spazzo via queste invidiose

Alla ricerca di una dose

di attenzioni mica di rispetto

Zona rossa il mio quartiere

Entri ma non ne esci bene

Poi non dirmi che non te l’ho detto

In studio ti pensi cantante

in live dilettante

Con un kiss kiss ti rimando a letto

Prima tutti son gentili

Poi si scopre il perché

Non ci sono perbenisti

Solo tante chiacchiere

Fumo sempre troppo

una mille centos

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Fumo sempre troppo

Adesso la riaccendo poi domani non mi sveglio

A dieci anni mi hanno detto

Troverai un buon lavoro con fatica e con impegno sarai alla mercé loro

A vent’ anni con impegno un lavoro l’ho trovato,

Scrivo pezzi tutto il giorno, adesso io sono il mio capo

Fumo sempre troppo

una mille centos

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Fumo sempre troppo

Adesso la riaccendo

Fumo sempre troppo

una mille centos

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Vedo il mondo storto

Da qua sembra più bello

Fumo sempre troppo Adesso la riaccendo poi domani non mi sveglio

Commenti

commenti