Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

“Il Giovane Picasso”, anteprima stampa a Milano


di Lorenzo Graziosi Spantigati

Nelle sale solo 3 giorni (dal 6 all’8 maggio) il docu-film Il Giovane Picasso. Siamo stati all’anteprima per la stampa al Cinema Arcobaleno di Milano.

locandina del film "Il giovane Picasso"

Il docu-film, proposto in anteprima stampa al Cinema Arcobaleno Giovedì 2 maggio e disponibile nelle sale nei giorni del 6,7 e 8 maggio, fa parte del progetto originale ed esclusivo La Grande Arte al Cinema di Nexo Digital, arrivato nelle sale in collaborazione con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it e ripercorre i primi anni e la formazione artistica del pittore spagnolo. La scelta del periodo è molto interessante perché spesso si conoscono i quadri più famosi dell’artista, realizzati però soltanto in età più matura, mentre meno di quello che ha portato Picasso ad essere una delle figure determinanti del panorama artistico del Novecento.

Il pittore, dopo avere trascorso i primi anni a Málaga prima e La Coruña poi, a seguito dell’assegnazione di una cattedra al padre, si trasferisce a Barcellona dove apre con il suo aiuto un atelier e comincia la sua maturazione artistica, favorita da un ambiente diversificato e stimolante e da una progressiva rete di amicizie che sarà feconda per la sua creatività. Successivamente si trasferisce autonomamente a Madrid, dove viene ammesso all’Accademia Reale San Fernando.

Ma la vera meta per Picasso è Parigi ed è qui che si reca a soli 19 anni per poi tornarci altre due volte fino a stabilirvisi definitivamente nel 1904. 

Nel quartiere di Montmartre il pittore sperimenta molto e si distanzia dalle pennellate che avevano inizialmente accompagnato la sua adolescenza. 

Oltre che cambiare di città in città, Picasso cambia anche i soggetti dei propri quadri e il proprio stile, a volte con delle vere e proprie rivoluzioni. Ma questi mutamenti non sono altro che la risposta ad una continua ricerca che anima il cuore dell’artista. 

Nel corso del documentario, vengono intervistati, oltre che il nipote del pittore Olivier Widmaier Picasso, anche gli “addetti ai lavori”, responsabili ed impiegati dei musei di tutto il mondo, da Parigi a New York, dove sono esposti i quadri di Picasso. 

Il Giovane Picasso infatti è stato realizzato in stretta collaborazione con cinque grandi musei europei: il Museo Picasso e la Fundación Picasso-Museo Casa Natal di Malaga; il Museu Picasso di Barcelona, il Museu Nacional d’Art de Catalunya e il Musée national Picasso di Parigi.  Il docu-film si conclude mostrando il quadro Les demoiselles d’Avignon, un’opera molto controversa che rappresenta un punto di svolta nel percorso di Picasso e che viene valorizzata anche attraverso la spiegazione tecnica che gli intervistati ne danno.

Commenti

commenti