Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

Fondazione Musica Per Roma presenta la spettacolare stagione 2017 – 2018

In arrivo una nuova spettacolare stagione per l’Auditorium Parco della Musica: 4 nuovi festival, più di 500 appuntamenti, concerti rock, pop, jazz con grandi star internazionali, Bob Dylan, Ara Malikian, Anastacia, Marcus Miller, Brad Mehldau, John Scofield, Calexico e big italiani, Gazzè, Silvestri, Consoli, Brunori Sas, Levante, Mannoia, Paoli, Rea, Stadio


di Federica Baioni

ROMA (7.11.2017). È la sedicesima stagione della Fondazione Musica per Roma quella presentata stamattina in conferenza stampa alla presenza del Presidente Aurelio Regina, dell’Amministratore delegato Josè R. Dosal, dell’Assessore alla Crescita Culturale di Roma Capitale Luca Bergamo, dell’Assessore Politiche del Bilancio, Patrimonio e Demanio della Regione Lazio Alessandra Sartore, con la partecipazione straordinaria dell’artista Monica Molina.
In 15 stagioni, con più di 6000 eventi organizzati dalla Fondazione Musica per Roma, l’Auditorium Parco della Musica e diventato uno dei luoghi preferiti dai romani, un polo di attrazione unico per quanto riguarda concerti, spettacoli e attività culturali, con oltre due milioni di visitatori l’anno e un numero di spettacoli e spettatori crescente in particolar modo
nell’ultimo anno, il 2016, in cui si è raggiunto il record assoluto di incassi (9.702.260 euro) e
 quello di spettatori paganti (287.109) per le attività di Musica per Roma. I dati di oggi sono confortanti: al 31 ottobre 2017 rileviamo un + 8% degli spettatori paganti per gli eventi dell’anno in corso e un + 9% di presenze. Nel tempo la Fondazione ha allargato il proprio pubblico di riferimento, da quello dei concerti si e esteso a quello dello spettacolo e della cultura in generale con un occhio di riguardo nell’ultimo periodo ai bambini e alle famiglie con le iniziative di Auditorium Family e ai visitatori italiani e stranieri con le visite guidate (+ 20 %). Le attività per le scuole sono state triplicate in termini di eventi, laboratori e incontri, registrando un +200% di affluenza di studenti rispetto all’anno scorso. Praticando anche politiche di sconto per i più giovani come la riduzione I Love Auditorium per i giovani dai 18 ai 30 anni, e stata ampiamente estesa l’offerta culturale.
Nella stagione 2017 – 2018 sono oltre 500 gli appuntamenti previsti, oltre 200 gli spettacoli di musica, teatro e danza con grandi nomi del panorama italiano e internazionale e oltre 200 gli appuntamenti culturali tra le lezioni di storia, jazz, rock, ascolto, arte e gli incontri programmati all’interno dei festival di divulgazione culturale. Nell’anno record di incassi e spettatori, l’Auditorium conferma dunque la sua natura trasversale e poliedrica con nuovi obiettivi strategici per il nuovo anno: aprirsi di più ai giovani, tenere alta la qualità, non rinunciare mai alla sua anima formatrice stando al passo con i tempi.

NUOVI FESTIVAL

Proprio per questo il 17 novembre prende il via Economia Come, il primo festival dell’economia della capitale che vedrà tre giorni ricchi di appuntamenti, tutti a ingresso gratuito, con politici, studiosi, economisti per confrontarsi sui grandi temi come innovazione, lavoro, globalizzazione; un’occasione nuova per confrontarsi sui grandi temi nazionali e internazionali. A gennaio ritorna il Festival dedicato al Flamenco in versione completamente rinnovata negli obiettivi e nella prospettiva estetica sotto la direzione artistica di Roger Salas, gia curatore di Equilibrio Festival. Il nuovo format sara uno sguardo a 360 gradi sul flamenco e la danza spagnola e ospiterà tra gli altriPatricia Guerrero, Manuel Liñan e la compagnia Nova Galega de Danza de Galicia. In occasione del centenario dell’ Indipendenza della Lituania, la Fondazione Musica per Roma, insieme all’Istituto di Cultura Lituano e l’Ambasciata della Repubblica Lituana in Italia programma il Festival Lituano dal 4 al 14 maggio 2018 che sara anticipato dallo spettacolo della compagnia Dansema che proporrà Puzzle e Colorful Games, spettacoli di danza per bambini da 0 a 3 anni (15-17/12). Tra i protagonisti Eimuntas Nekrošius, Deimantas Narkevičius, Oskaras Koršunovas.
Inoltre ritorna dopo il grande successo dello scorso anno il format Retape dedicato alla scena indie romana che diventa una rassegna di appuntamenti nel corso della stagione con la collaborazione di alcuni locali delle periferie romane e avrà il suo culmine in una due giorni di musica sui giardini pensili.
Ritornano gli attesi festival ormai parte preponderante della programmazione di Musica per Roma: Equilibrio Festival, sotto la direzione artistica di Roger Salas, avrà quest’ anno come focus geografico la Francia. In scena, tra gli altri, il Balletto dell’Opera di Lione, la compagnia Systeme Castafiore, Maguy Marin e Hervé Koubui. Dal 15 al 18 marzo il tema cardine di Libri Come Festa del libro e della lettura, a cura di Marino Sinibaldi, Rosa Polacco e Michele de Mieri sarà la Felicità. Tra i primi nomi annunciati alcuni dei protagonisti del romanzo americano: Nicole Krausse, Nathan Englander, Daniel Mendelsohn, il romanziere irlandese Roddy Doyle, il giallista scozzese Ian Rankin. Si sposta da maggio ad aprile (16 – 22/4) Il National Geographic Festival delle Scienze che affronterà in questa edizione il tema Le Cause, come sempre in collaborazione con Codice Edizioni. Dal 18 al 20 maggio non mancherà l’appuntamento attesissimo dagli amanti della natura con il Festival del Verde e del Paesaggio.

I GRANDI CONCERTI

Anche quest’anno la programmazione musicale attraverserà come sempre tutti i generi: rock, pop, musica d’autore, world music ed elettronica. L’Auditorium ospiterà grandi artisti italiani e internazionali come Peter Hammill (9/11), Lamb (10/11), Chilly Gonzales (11/11), The Musical Box (12/11), Maria Gadù (18/11), Asaf Avidan (24/11), Ara Malikian (26/11), Paola Turci (27/11), Fiorella Mannoia (3/12), Stadio (8/12), Peter Cincotti (13/12), Gino Paoli e Danilo Rea (15/12), Giovanni Allevi (26/12), Tosca (5/1), Colapesce (19/1), Nomadi (27/1), Ornella Vanoni (1/2), Eugenio Bennato (2/2), Goran Bregovic (4/2), Levante (8/2), Calexico (13/3), Brunori SAS (13/3), Marcus Miller (23/3), G3 Joe Satriani, John Petrucci, Uli Roth (2/4), Anastacia (7/5), Post Modern Jukebox (10/5), Bob Dylan (3,4,5/4), John Scofield (14/5) e molti appuntamenti speciali come a dicembre i tre concerti di Nicola Piovani (26 – 28/12), il progetto Collisioni a Roma, 4 serate che vedranno insieme sul palco Carmen Consoli, Max Gazzè e Daniele Silvestri a Natale (27  30/12) e le rassegne La Musica attuale e iWorld nel 2018.

LE ORCHESTRE RESIDENTI

Ritornano i progetti originali speciali dell’Orchestra Popolare Italiana diretta da Ambrogio Sparagna nei consueti momenti dell’anno: la Chiarastella (5-6/1) che vedrà la partecipazione speciale di Peppe Servillo, e poi i concerti in programma per Carnevale e per il Primo maggio. E dopo il concerto alla Biennale di Venezia, molti sono i progetti in preparazione di un altro ensemble della Fondazione Musica

per Roma, il PMCE-Parco della Musica Contemporanea Ensemble, l’orchestra residente dedicata al repertorio contemporaneo.

IL GRANDE JAZZ IN AUDITORIUM

Il Roma Jazz Festival in corso nel mese di novembre ospita come ogni anno grandi nomi internazionali: Mulatu Astatke (12/11), Adam Ben Ezra (13/11), Omar Sosa (23/11), Fabrizio Bosso (26/11), Tino Tracanna (27/11), Cory Henry & The Funk Apostles (28/11), Francesco Bearzatti (29/11) ma il jazz continua per tutto l’anno con i concerti di Roberto Gatto (4/1), Zeppetella/Gatto/Bex/ Laurent (10/1), Marc Ribot (18/1), Mark Turner FLY (22/1), Dave Douglas 5et (9/2), Baba Sissoko e Antonello Salis (10/2), due concerti in solo e trio di Brad Mehldau (17/2 e 12/5), Ralph Towner (26/2), Dave Douglas e Uri Caine (2/3).

ROMA GOSPEL FESTIVAL

A dicembre ritorna inoltre l’amatissimo Roma Gospel Festival con 4 formazioni in concerto: Emmanuel Djob by The Gospel River (21 e 22/12), Benedict Gospel Choir (25 dicembre), Ananias “Markey” Montague & Salem Baptist Mass Choir (26, 27 e 28/12), Harlem Gospel Choir (29, 30 e 31/12).

PARCO DELLA MUSICA RECORDS

L’attività musicale della Fondazione Musica per Roma non e solo live: parallelamente ai concerti continua l’attività discografica della Parco della Musica Records: sono da poco usciti i dischi Gino Paoli e Danilo Rea “3”, Sergio Cammariere Piano solo, Around Gershwin del trio Giovanni Tommaso, Rita Marcotulli e Alessandro Paternesi e sono in uscita Simone Alessandrini Storytellers, Carla Marcotulli Love is the Sound of Surprise, Franco D’Andrea Octet Intervals Part.1, Fabrizio Sferra Grace in Town e Lydian Sound Orchestra We resist!. Inoltre anche quest’anno alcuni concerti verranno registrati dal vivo per l’etichetta nelle session dal vivo dei Recording Studio.

TEATRO

Ampio spazio nella stagione anche al teatro: il sipario si aprira a dicembre con una produzione dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica Silvio d’Amico, Hamletmachine di Robert Wilson (12 – 17/12) per proseguire con Viaggio al termine della notte con Elio Germano e Teho Teardo (19/12), La Merda di Cristian Ceresoli con Silvia Gallerano (22 e 23/3), A Night in Kinshasa di e con Federico Buffa (7/4), Pueblo di e con Ascanio Celestini (15,16/5). A capodanno nuovo appuntamento con lo spettacolo di Gigi Proietti dal successo inarrestabile: Cavalli di Battaglia (31 dicembre).

NATALE ALL’AUDITORIUM

Il Natale all’Auditorium oltre agli spettacoli e ai concerti in programma (Festival Gospel, Collisioni, Nicola Piovani, Gigi Proietti) riserverà come sempre grandi sorprese per tutta la famiglia. Tra queste un Laboratorio di Canto Corale per bambini sui canti di Natale della tradizione italiana tenuto da Ambrogio Sparagna e Anna Rita Colaianni che accompagnerà i bambini fino all’esibizione finale nel concerto “La Chiarastella” (5 e 6 gennaio 2018).

LE LEZIONI

La Fondazione Musica per Roma dedica molto spazio alla cultura anche attraverso le lezioni tematiche divulgative: dalle Lezioni di Storia, che avranno quest’anno come tema “le guerre civili”, alle Lezioni di Rock con Ernesto Assante e Gino Castaldo sui grandi protagonisti della storia del rock; dalle Lezioni di Jazz con Stefano Zenni, una vera e propria guida all’ascolto della musica afroamericana alle Lezioni di Ascolto per gli amanti dell’Hi-Fi e alle Lezioni di Arte, appuntamenti con esperti del settore che quest’ anno affronteranno il tema del collezionismo a Roma dall’antichità all’Ottocento. Infine, altra novità di questa stagione, il ciclo di incontri “I Miti della canzone italiana” a cura di Felice Liperi, che vuole recuperare la memoria musicale e biografica di grandi musicisti come Battisti, De André, Modugno.

Commenti

commenti