Visita la vecchia versione della rivista su questo indirizzo http://www.musiculturaonline.it/musicult

“A lezione da Mozart”, a Bologna, con Matteo Farnè e Giada Maria Zanzi


a cura di Vincenzo Pasquali

Camere d’Aria & Sol Omnibus Lucet presentano “A lezione da Mozart” di e con Matteo Farnè, pianista e Giada Maria Zanzi, soprano. Musica classica impertinente! Camere d’Aria ospita l’evento, divertente vis à vis tra un maestro di piano e una cantante soprano, sabato 15 giugno, ore 18:00.

Sabato 15 giugno 2019 appuntamento alle ore 18:00 a Camere d’Aria – Officina polivalente delle Arti e dei Mestieri di Bologna (sita in via Guelfa 40/4, zona Massarenti) con l’irriverente spettacolo A lezione da Mozart, ideato e interpretato da Matteo Farnè, pianista, e Giada Maria Zanzi, soprano. Un’impertinente studentessa di canto ha l’onore di studiare alcuni brani tratti da celebri opere mozartiane direttamente con il suo geniale autore Wolfgang Amadeus in persona! Cosa accadrà? Alternando con armonia dialoghi teatrali all’esecuzione di brani musicali, lo spettacolo assume a tratti la forma di una lezione-concerto, sviluppandosi come un coinvolgente faccia a faccia tra un maestro di piano e una studentessa “soprano” di canto (maestra vs allieva, pianista vs cantante, uomo vs donna). Oltre a divertire il pubblico, A lezione da Mozart vuole offrire alcuni spunti di riflessione sulla modernità, piacevolezza e accessibilità della cosiddetta musica classica, al di là della rigidità dei suoi canoni e il suo essere considerata “colta”. Nato e vissuto in Austria tra il 1756 e il 1791, Wolfgang Amadeus Mozart è considerato un genio della storia della musica. A lui viene infatti universalmente riconosciuta la creazione di composizioni di straordinario valore artistico. Fu inoltre tra i primi autori, all’epoca, ad affrancarsi dal vincolo di sudditanza feudale (verso la Chiesa o la classe nobiliare) per lavorare come libero artista professionista.

A lezione da Mozart vede la collaborazione tra l’associazione bolognese Sol Omnibus Lucet, attiva nella promozione di iniziative artistiche (https://solomnibuslucet.jimdo.com; www.facebook.com/SolOmnibusLucetAPS/), e Camere d’Aria. I costumi sono realizzati da Silvia Cerpolini e Fabio Cicolani all’interno della Sartofficina creativa e teatrale di Camere d’Aria. L’ingresso allo spettacolo è ad offerta libera e consapevole.

Giada Maria Zanzi

Soprano leggero, ha studiato canto lirico presso la “Nuova Accademia Musicale” di Bologna, i conservatori “G. Frescobaldi” di Ferrara e “G.B. Martini” di Bologna. Ha conseguito la laurea in Storia del Mondo Antico presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Bologna e successivamente in Discipline della Musica. Ha interpretato i ruoli mozartiani di Regina della Notte e Barbarina nelle opere rispettivamente Il flauto magico e Le nozze di Figaro. Regista, ideatrice e organizzatrice di numerosi spettacoli, svolge un’intensa attività solistica e ha inoltre collaborato con molte associazioni musicali.

Matteo Farnè

Diplomato prima in pianoforte e successivamente in Discipline Musicali ad indirizzo interpretativo-compositivo presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Verdi” di Ravenna, Matteo Farnèè attivamente impegnato nella divulgazione musicale. Ha inoltre frequentato il corso in “esecuzione musicale storicamente informata” presso l’Accademia Filarmonica di Bologna, perfezionandosi poi in fortepiano presso l’Accademia pianistica di Imola. Laureato in Statistica, Economia e Impresa, ha conseguito il Dottorato in Statistica presso l’Università degli Studi di Bologna, dove è attualmente professore a contratto.

Camere d’Aria | Officina polivalente delle arti e dei mestieri di Bologna dal 2014

Situata in via Guelfa 40/4, zona Massarenti, all’angolo con via delle Ruote da un lato e via dello Stallo dall’altro, Camere d’Aria è un luogo di accoglienza aperto a tutti/e dedicato alla creatività. La cultura, l’arte e la socialità costituiscono il collante delle diverse iniziative che nascono al suo interno incentrate sulle varie forme di arti performative (danza, musica, teatro, mimo, burattini, circo), artigianato e gastronomia. Camere d’aria è un “cantiere permanente” costantemente in progress: è la porzione di un’ex-fabbrica di proprietà del Comune di Bologna presa in affitto in convenzione a febbraio 2014 dall’Associazione Culturale Oltre… (promotrice di iniziative come FEST-FESTival – Bologna Interculture Festival, Gran Festival Internazionale della Zuppa di Bologna, Par Tòt Parata e Pilastrada), riqualificata e in continua ristrutturazione grazie al prezioso contributo di numerosi volontari. Camere d’Aria dispone di ampi spazi polivalenti dove mettere in scena spettacoli, creare, provare, organizzare incontri, seminari, laboratori, presentazioni di libri, eventi conviviali ed altro ancora; un’ampia cucina professionale per l’ospitalità e l’autogestione degli scambi interculturali; una sartoria creativa e teatrale; un’officina-falegnameria con attrezzi e banchi di lavoro dove poter costruire liberamente; un grande magazzino pieno di materiali di recupero; una serigrafia; una camera oscura per lo sviluppo fotografico analogico; una ciclo-officina popolare dove poter riparare in autonomia o in compagnia la propria bicicletta o chiederne una in prestito per pedalare nella bella Bologna. La realizzazione di queste iniziative è resa possibile dalla grande passione delle persone che animano Camere d’Aria. Grazie alle sue “residenze artistiche”, ha la possibilità di ospitare gli artisti che realizzano workshop e spettacoli, dando vita ad uno scambio di competenze e metodi di lavoro. Durante la stagione 2016/17 Camere d’Aria ha organizzato una rassegna di workshop e spettacoli di arti performative dal titolo “L’Originale è Politico (?) (e versavice)”, selezionando progetti inediti e non convenzionali provenienti da tutta Italia, focalizzati su tematiche civili e politiche. Nella stagione 2017/18 la rassegna “Oltre l’Ombelico” ha proposto un nuovo cartellone di spettacoli invitando lo spettatore ad uscire da schemi e luoghi già noti, a guardare “oltre” la propria pancia. “È sull’orlo del precipizio che l’equilibrio è massimo” è il nome scelto per la terza edizione in partenza a febbraio 2019.

Info e contatti:

Camere d’Aria | Officina polivalente delle arti e dei mestieri di Bologna dal 2014, Via Guelfa 40/4 (angolo via delle Ruote), 40138 Bologna, Autobus linea 14, fermata Giambologna

Commenti

commenti